Governo

Ginevra Meloni, l'emozione al giuramento di mamma Giorgia

Ha saltellato nel cortile del Quirinale, poi ha raggiunto il salone per assistere in prima fila al giuramento della mamma premier. La speciale mattinata di Ginevra Giambruno, figlia di Giorgia Meloni

Ginevra Meloni, l'emozione al giuramento di mamma Giorgia

È arrivata al Quirinale vestita di bianco, elegantissima. Come accade per le grandi occasioni. E quella di oggi, in effetti, lo era. Ha percorso gli scaloni del grande palazzo, poi è entrata nel salone delle feste per assistere allo storico momento di mamma Giorgia: il suo giuramento da prima presidente del Consiglio donna d'Italia. Tra i protagonisti della cerimonia avvenuta stamani a Roma non vi sono stati solo il presidente della Repubblica, la neo-premier e i nuovi ministri. C'era anche una "spettatrice" d'eccezione: la piccola Ginevra, 6 anni, figlia di Giorgia Meloni e del compagno Andrea Giambruno.

Al Quirinale tra i grandi

Proprio tenendo la mano del papà, la bambina è scesa dalla Fiat 500 bianca (già usata dalla leader di Fratelli d'Italia prima di ricevere l'incarico) che l'aveva condotta al Colle. Sulle spalle, uno zainetto con le sue iniziali ricamate sopra: G.G. Nel cortile del palazzo istituzionale, Ginevra ha iniziato a saltellare quasi divertita, attirando la curiosità dei fotografi lì schierati per immortalare la parata dei nuovi ministri pronti a giurare sulla Costituzione. Poi assieme al padre - il primo "first gentlemen" d'Italia, come ha fatto notare qualcuno - la piccola è entrata nell'ampio salone dove di lì a poco avrebbe avuto inizio la formale cerimonia. Seduta tra le pareti decorate, accanto ai "grandi", la figlia di Giorgia Meloni ha atteso che iniziasse il giuramento.

Il bicchiere d'acqua prima della cerimonia

Le telecamere, incuriosite, hanno seguito i suoi occhi attenti e forse un po' spaesati. E hanno catturato anche il momento in cui la piccola aveva chiesto di bere un bicchiere d'acqua, subito servito. Accanto a lei, il padre in abito scuro e con la cravatta che la presidente incaricata aveva donato la scorsa settimana agli eletti di Fdi, e la zia Arianna, sorella di Giorgia Meloni. Poi nel salone del Quirinale è calato un ripettoso silenzio ed è iniziata la cerimonia. "Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana e di osservarne lealmente la Costituzione...". A scandire per prima la solenne formula era stata proprio la neopremier, che prima di scattare la foto ufficiale con Mattarella e il nuovo esecutivo al completa aveva trovato il tempo per salutare con la mano la sua Ginevra.

Ora, anche per la piccola Ginevra, inizierà una nuova avventura. All'indomani del voto, era stato il padre Andrea Giambruno a spiegare che la bambina, vista la tenera età, aveva capito che la madre avesse vinto qualcosa, senza però avere la piena percezione dell'importanza di quel che era accaduto. Giusto e naturale così.

Commenti