Guido Bertolaso: "Non mi sono candidato per fare il sindaco di Roma"

Intervenendo a Stasera Italia, Guido Bertolaso ha appoggiato la decisione di Mario Draghi di rendere obbligatori i vaccini per il personale sanitario

Guido Bertolaso: "Non mi sono candidato per fare il sindaco di Roma"

Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia, è intervenuto a Stasera Italia, il programma di Barbara Palombelli in onda su Rete 4. Bertolaso, incalzato dalla giornalista, ha risposto alla domanda sul suo futuro che in molti si fanno da ormai molte settimane sulla candidatura a sindaco di Roma: "Come ve lo devo dire che non sono candidato? Chi dice che non mi candido perché la Meloni non mi appoggia non conosce il mio rapporto con Giorgia Meloni. Io non mi metto a fare queste valutazioni. La mia è una scelta di vita, ho fatto molto per il mio Paese e ho avuto molto. Ma a un certo punto della propria vita bisogna dedicarsi ad altro".

Barbara Palombelli, però, non ha mollato il colpo e ha rilanciato, ricevendo un altro no da Bertolaso: "Davvero, nessuno ci crede, questo mi lusinga. Ma ci sono tanti bei candidati. L'importante è liberarsi di chi ha condotto Roma nella direzione pietosa in cui si trova la città più bella del mondo. Ci sono nomi prestigiosi, a destra e a sinistra, potranno fare molto meglio di me per una città così bella e martoriata".

Il discorso si è poi spostato sulla conferenza di Mario Draghi e sull'idea dell'obbligo vaccinale per il personale sanitario. "Credo che sia una cosa buona e giusta che poteva essere adottata sin dall'inizio. Ci voleva un Presidente del Consiglio come Mario Draghi per riuscire ad averla", ha affermato Guido Bertolaso, commentando le parole di Mario Draghi in conferenza stampa.

"Al contrario dell'anno scorso sono molto più ottimista, sono convinto che entro l'estate usciremo da questa situazione così drammatica, riusciremo anche a fare qualche bagno in pace", ha detto il coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia. "Ho grande fiducia nel Governo e ho grande stima del generale e commissario Figliuolo: c'è un bel lavoro di squadra, con la Protezione civile di nuovo in gioco. Arriveranno i vaccini, già ne stanno arrivando di più. L'importante è usarli bene", ha concluso Guido Bertolaso, che ha grande fiducia nella nuova squadra di governo e nelle sue strutture per la lotta contro il coronavirus.

"Ho una grandissima fiducia nel generale Figliuolo, da quando lui ha preso il comando, la situazione è cambiata completamente", ha affermato Guido Bertolaso. Il coordinatore ha rivelato alcuni retroscena sulla passata gestione dell'epidemia: "Prima ci mandavano le email per dire che il volo che portava il vaccino Pfizer è stato annullato, punto e basta. Mentre ora, ne sono convinto, se i vaccini non arrivano, Figliuolo e il presidente del Consiglio soprattutto prendono l'aereo dell'aeronautica militare che sta a Pratica di Mare, lo mandano a Bruxelles, caricano i vaccini e li portano in Italia, ci scommetto".

Commenti