I debiti dei Ds per "L'Unità"? Li paghiamo noi: 81,6 milioni

Palazzo Chigi fece da garante grazie a una legge di Prodi Adesso tre sentenze impongono il saldo allo Stato

Lo scandalo è di quelli che fanno tremare le fondamenta dei palazzi. Tremila e duecento per l'esattezza, secondo i bene informati. Tanti erano infatti gli immobili dati in garanzia dai Democratici di sinistra utili ad assumere un debito milionario del giornale per eccellenza della sinistra, L'Unità, verso un gruppo di banche. Debito garantito dalla presidenza del Consiglio dei ministri il 5 febbraio del 2000. La notizia è che ora quel debito, che oggi ammonta a 81,6 milioni di euro, pesa proprio sulle spalle di Palazzo Chigi, ma che alla fine a pagare saranno i cittadini italiani.

La storia inizia a cavallo del nuovo secolo. All'epoca Massimo D'Alema è presidente del Consiglio dei ministri e anche presidente dei Ds (Democratici di sinistra). L'Unità ha contratto molti anni prima (si parla di 31 anni fa) un debito di 200 milioni di euro con le banche, ma i soldi non ci sono, quindi i Ds propongono alla presidenza Consiglio, cioè a D'Alema, di assumere su se stessa quel debito grazie a una legge del 1998, frutto del governo Prodi, che però concedeva la garanzia statale all'editoria. Le banche accettano, in quanto il partito si dimostra capiente perché titolare di immobili. Circa la metà della cifra viene saldata con le entrate del finanziamento pubblico ai partiti, il resto manca. Peccato che quel patrimonio immobiliare da tempo non esista più. Risulta anche da una perizia dell'ingegner Marco De Angelis fatta per il Tribunale di Roma che, nei giorni scorsi, con tre sentenze ha rigettato tre ricorsi fotocopia presentati dall'Avvocatura dello Stato in opposizione ai decreti ingiuntivi di Intesa, UniCredit, Bpm e Bnl e legati al rimborso dei crediti utilizzando la garanzia dello Stato. Come si legge nelle sentenze, il giudice Alfredo Maria Sacco ha dato autorizzazione alle banche a rivalersi sui debitori per inadempimento e quindi non per insolvenza. Il tutto nonostante l'Avvocatura dello Stato avesse chiesto e ottenuto dal magistrato di valutare a quanto ammontasse il patrimonio del partito, che il consulente del giudice di Roma ha censito in una perizia molto accurata e per certi aspetti incompleta, atteso che lo stesso giudice ha disatteso la richiesta di poter proseguire le indagini peritali. Nonostante questo, però, il magistrato ha deciso che a pagare i debiti dei Democratici di Sinistra dovrà essere la presidenza del Consiglio dei ministri, appurato che, si legge nelle sentenze, il partito di D'Alema & C., ha posto in essere una serie di condotte «apparentemente elusive (e forse fraudolente), per sottrarre i propri beni dalla garanzia, patrimonio» che poi, nel 2007, l'allora tesoriere Ds Ugo Sposetti, poi senatore Pd, ha provveduto a «collocare» in 57 fondazioni e che, a dire dello stesso Sposetti, non è più aggredibile dalle banche.

Palazzo Chigi ha anche chiamato in giudizio i Ds, oggi presieduti da Antonio Corvasce, che si sono costituiti con il nuovo tesoriere Vito Carlo D'Aprile il quale, da tempo, per poter fare fronte a tutti i debiti, ha chiesto il conto della sua gestione al senatore Sposetti, nel 2008 parlamentare del Pds, senza esito. Dalle carte risulta che le banche coinvolte devono avere indietro diversi milioni di euro: UniCredit 22 milioni circa, Intesa San Paolo 35 milioni, Bpm 14,7 milioni di euro e Bnl 14 milioni.

Già nel 2014, all'epoca del governo Renzi, la presidenza del Consiglio aveva presentato opposizione, facendo ricorso attraverso l'Avvocatura dello Stato, perché non sussistevano «i presupposti per l'escussione della garanzia stessa chiedendo e ottenendo di chiamare in manleva l'associazione Democratici di Sinistra, già Partito democratico della Sinistra».

Ma il decreto fu dichiarato immediatamente esecutivo. Con le sentenze del 10 settembre si chiude il primo capitolo della vicenda. Tocca allo Stato, che potrà rivalersi sui Democratici di sinistra, che sono i recenti antenati del Partito democratico. Solo che non c'è più un euro, visto che il patrimonio un tempo millantato non è che una scatola vuota. Dove sono finiti quei 3.200 immobili di cui solo una piccola parte è stata censita nella perizia fatta fare dal Tribunale di Roma? Che farà il premier Giuseppe Conte? Darà ordine di rivalsa sul partito dei Ds o andrà in appello? Il rischio è che a pagare i debiti di un partito siano i cittadini.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Renadan

Lun, 07/10/2019 - 20:58

Bravi.......questo e' il comunismo in italia. Fate schifo bastardi

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Lun, 07/10/2019 - 22:21

Statisti supremi. Disinteresse assoluto.

adal46

Lun, 07/10/2019 - 22:23

Ahahahahhahahahahahah! i 49 della Lega a questo punto sono l'aperitivo. Stappiamo i tombini in fretta, le fogne strabocchino le porcate della seconda Repubblica e poi si riparte.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 07/10/2019 - 22:24

"..ed io pago"...

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 07/10/2019 - 22:27

L'Unità, Mps,ora i Ds...non c'è scampo! Non ho mai visto i komunisti produrre utili,dovunque mettono le mani fanno solo voragini di debiti e bancarotte, più o meno fraudolente. Dove sono finiti tutti questi soldi? In quali tasche? Gli anticapitalisti per eccellenza si sono rivelati veri e propri capitalisti,della peggior specie. Maledetti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 07/10/2019 - 22:29

Ed hanno pure il coraggio di parlare dei 49 milioni della Lega!!! Sig Maurizio ci dica qualcosa, assieme allo schiacciatore,allo Staminchia ed al Mieichiodi!!!!jajajajajaja VERGOGNATEVI MUSI ROSSI!!!! AUGH.

rawlivic

Lun, 07/10/2019 - 22:32

Questa truffa era nota. il partito DS venne sciolto e ricreato con altri nomi solo per questioni finanziarie. Le passivita' sono state asssorbite e praticamente pagate dai correntisti delle varie bance creditrici, trra cui BPM, MPS, ...

uberalles

Lun, 07/10/2019 - 22:42

Komunismo all'ennesima potenza: i soldi li prendono i kompagni, i debiti sono degli Italiani! Abbiamo raggiunto il top!

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 07/10/2019 - 22:45

LADRI E DELINQUENTI SENZA VERGOGNA!!!!.....ma se le fondazioni sono ancora riconducibili a loro perchè non si possono attaccare???

bruco52

Lun, 07/10/2019 - 22:55

se dici che soni dei ladri si offendono, querelano, ma dirò solo che ora restituiscano quei soldi, indebitamente percepiti....Prodi, D'Alema e i loro compagni di merende si diano da fare per restituire quei soldi....cosa farà Conte, pagherà e chiederà la somma allo Stato e cioè ai cittadini elettori, vittime dei colpi di stato degli comunisti, ex comunisti, poi pds, ds e ora pd?....

cgf

Lun, 07/10/2019 - 23:03

quello che è tuo è mio e rimane mio quello che è mio, vedasi anche patrimonio immobiliare del PD

Celcap

Lun, 07/10/2019 - 23:03

Il più pulito di quelli di sinistra ha la rogna. Sapendo che avrebbero perso anche le mutande hanno nascosto tutto in fondazioni e balle varie. Soldi che controllano sempre loro ma che non se li fanno prendere. E i giudici......paga lo Stato e cioè noi. Credo succedano solo in Italia queste cose all’estero sarebbero già tutti in galera. E L’Unità chiuda da lustti.

parmenide

Lun, 07/10/2019 - 23:16

diceva berlinguer : " noi siamo un partito serio " e poneva il refrain della questione morale di cui lui si faceva alfiere.

gisto

Lun, 07/10/2019 - 23:36

Ma come il PD non ha un euro? Dove sono finiti i 136 milioni (la Lega 49) di rimborsi elettorali? Hanno per caso RUBATO 136 milioni?

giac2

Lun, 07/10/2019 - 23:47

Pur di poter cantare Bella ciao e bandiera rossa gli unici che saranno soddisfatti a pagare saranno i fascisti di oggi: quelli che oggigiorno vestono di rosso. Fosse capitato agli altri sarebbero saliti sopra i tavoli per criminalizzare i debitori. Per il partito rosso questo ed altro. Anche se significa urinare contro vento.

Caiofabius

Mar, 08/10/2019 - 00:05

Se la notizia fosse vera non riesco a capire chi vi vota ancora ! E c’era bisogno di indebitarsi in questo modo per un giornale del genere ? Ma non avevate detto di avere una banca ? E avete chiesto soldi ad altre banche? Hei cinquestellati ....ma non vi sale il sangue al cervello... ? Tutti zitti? Non parla nessuno???

Ritratto di pao58

pao58

Mar, 08/10/2019 - 01:25

E queste grandissime facce di mxxxa osano fare la morale agli italiani e agli altri partiti...?

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Mar, 08/10/2019 - 05:13

Cosi vediamo se, assieme all'air force one di renzi, la finiamo di parlare dei 49 milioni (che poi erano 4 spicci in verità) della lega bossiana

pasquino38

Mar, 08/10/2019 - 06:20

Li paghiamo noi?? Ma li paghino gli iscritti! E dopo tanto clamore e tanti rinfacciamenti alla Lega per i fantomatici 49 milioni, ora tutti zitti??

maurizio50

Mar, 08/10/2019 - 06:57

Poi i Compagni si offendono se qualcuno osa dire che il PD è una accozzaglia di farabutti!!!!

Alfa2020

Mar, 08/10/2019 - 07:25

E poi si nascondono su i 40 milioni della Lega e loro ci fregano il doppio e si questa democrazia comunista dove passono loro lasciono solo me....da

Ritratto di fergo01

fergo01

Mar, 08/10/2019 - 07:46

e poi baffetto, assieme ai vari amici di merende oggi pdioti, sproloquia sui soldi della lega... vabbè i pdioti possono rubare e poi un puffetto sulla guancia o poco più

Ritratto di fergo01

fergo01

Mar, 08/10/2019 - 07:52

ma, domanda: le banche prestano l'equivalente di 200 milioni di euro e non mettono ipoteca alcuna su nessuno dei presunti 3200 immobili? la garanzia dello stato è una controgaranzia nel caso in cui il debitore si dimostrasse inadempiente con tutti i suoi beni presenti e futuri, ma le ipoteche sull'esistente dovevano esserci. magari bisognerebbe anche verificare chi, nelle banche, ha avallato tali prestiti, si sa mai che.....

silvio50

Mar, 08/10/2019 - 08:03

hanno fatto un casino x i 49 milioni della lega ,ma di questo non si sapeva nulla ,strano o normale x un paese delle banane come l'italia?

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mar, 08/10/2019 - 08:06

Beh, dopo quella che ci fanno pagare le bollette elettriche degli insolventi, cosa c'é da meravigliarsi? In effetti una cosa c'è...Quell' incredibile 20% circa di "tifosi" a prescindere, che votano (ancora) pd. Ha veramente dell'assurdo.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mar, 08/10/2019 - 08:18

BEH SEMPLICE BASTA RIFARSI SUI BENI PERSONALI DEL BAFFETTO E SOCI ... MA PERCHE' GIULIA G (EX IKARUS) E' REGISTRATA IN GRAN BRETAGNA AHHHHH???

VittorioMar

Mar, 08/10/2019 - 08:19

..altro GIRO...altra CORSA..altro REGALO (NEFASTO) di PRODI Anti Italiano !!!

Fjr

Mar, 08/10/2019 - 08:20

E poi continuano a menarla con i 49 milioni della lega,in Itaglia tutti mangiano nessuno escluso e qualcuno mangia più degli altri messi assieme

il sorpasso

Mar, 08/10/2019 - 08:24

Bastardi non è giusto che per le vostre cazz...gli italiani paghino i debiti dell'Unità. Prima o poi scomparirete e sarà una grande festa!

Iacobellig

Mar, 08/10/2019 - 08:28

Che schifo. Lo stato paga pignorando i conti dei DS.

rudyger

Mar, 08/10/2019 - 08:34

Da ILFATTO QUOTIDIANO del 9/!!/2015: pagati all'UNITA' 107 milioni di € per debiti verso le banche fatte dai komunisti. nel frattempo tutti i beni del PCI sono stati assegnati a 57 Fondazioni Komuniste per il il PARTITO non aveva più una lira. Stesso discorso per l'AVANTI per la modica cifra di 9,5 milioni. Questi sono i TOVARIC - COMPAGNI KOMUNISTI. Chi ha pagato ? GLI ITALIOTI ! E' da 70 anni che comandano l'Italia !

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 08/10/2019 - 08:46

Ma che bravi sti komunisti, quelli sempre pronti a fare le pulci alla destra. Ora si attende un bel commento di lorenzovan, commento che certamente non verrà, come non è arrivato sui fattacci sinistri di Bibbiano.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 08/10/2019 - 08:47

bastardi? no, molto peggio!!!

paolinopierino

Mar, 08/10/2019 - 09:09

Pignorare agli eredi dei DS ed oggi al PD solo tutti ladroni e lerci comunisti case ville aziende vinicole emolumenti parlamentari stipendi pensioni BOT BPT azioni cassette di sicurezza piene di danaro sporco delle tangenti e quanto altro possiedono Comodo fare i loro affaracci sporchi e farli pagare dalle esose estorte tasse degli italiani .