I mille voltafaccia di Matteo Renzi

Da #enricostaisereno a #senzadime, passando dalla promessa di lasciare la politica in caso di sconfitta al referendum costituzionale, le giravolte di Matteo Renzi ormai non si contano più

"Non sono pentito, le condizioni allora erano completamente diverse”. Matteo Renzi disconosce sé stesso e, al contrario di un anno fa, propone un governo con i Cinquestelle.

Il voltafaccia di Renzi sul governo M5S-PD

Un cambio di linea repentino e fatto senza alcun pudore. Non è certamente la prima volta che il senatore di Rignano sull’Arno ribalta completamente le sue posizioni ma le motivazioni sono alquanto bizzarre. “In quella fase l’accordo tra Pd e M5S avrebbe dato l’idea di un’intesa per le poltrone”, spiega affermando che ora siamo di fronte a“tutta un’altra storia rispetto a 18 mesi fa" perché Matteo Salvini ha aperto la crisi poco prima di Ferragosto. Sinceramente nutriamo qualche dubbio sul fatto che la nascita di un eventuale esecutivo Pd-M5S non dipenda dall’esigenza di salvaguardare le proprie poltrone ma, pur prendendo per buono le parole di Renzi, quale articolo costituzionale vieta di far cadere un governo in piena estate? Renzi ha agito per senso di responsabilità o forse per la necessità di sbarrare la strada a una vittoria di Matteo Salvini alle elezioni?

Il fallimento della "politica del pop-corn"

Non sarebbe stato più responsabile avviare un governo Pd-M5S il giorno dopo le elezioni del marzo 2018, dal momento che l’esito delle urne decretava, sì, una debaclè del Partito democratico ma grillini e democratici rappresentavano le prime due forze in Parlamento? Il successo di Salvini fu evidente ma, stando alle percentuali, si posizionò terzo (M5S 32,5%, Pd 18% e la Lega 17%). In un qualunque altro Paese europeo, di norma, in situazioni di stallo, si forma un governo di grande coalizione tra i primi due partiti. In Italia nella primavera del 2018 avvenne diversamente perché Renzi preferì adottare la politica del “pop-corn”: mettiamoli alla prova, vediamo che sanno fare e aspettiamo che falliscano. Risultato? La Lega al 34% e il M5S al 17%. Un ribaltamento che, inevitabilmente, non poteva che portare alla fine del governo Conte.

Ma, prima di proseguire, è bene ricordare quali furono le dichiarazioni pubbliche di Renzi in quei giorni concitati e nei mesi successivi. "Quando vedo certe capriole, sono orgoglioso di aver contribuito – insieme a tanti altri militanti – a evitare l’accordo tra il Pd e i Cinque Stelle. Lo ripeto: sono orgoglioso. Perché non è stata una ripicca, ma solo una constatazione: rispetto ai dirigenti Cinque Stelle noi abbiamo una diversa concezione dell’Europa, del lavoro, del futuro, dei diritti, della lotta politica contro gli avversari”, dichiarò l’ex premier il 4 maggio di un anno fa. E ancora: “Se hanno i numeri per governare, governino. Ma massimo rispetto anche per chi non vuole finire la propria esperienza come partner di minoranza della Casaleggio e Associati srl”. Parole che, probabilmente, erano rivolte a esponenti del Pd, come Dario Franceschini, che in quei mesi si era speso molto affinché i dem stringessero un patto con i pentastellati. “Il 5 marzo mi chiamò Franceschini, voleva un accordo Pd-M5S e Di Maio premier”, rivelò da Bruno Vespa l’ex segretario Pd. “Non mettevano veti, anzi si auguravano che portassi la mia esperienza in Italia o all’estero. Manco morto, risposi, io non ci sono, noi non ci siamo”, ribadì Renzi che, in quel periodo, aveva lanciato l’hashtag #senzadime.

Da #enricostaidereno alla promessa di lasciare la politica

Ma l’hasthag divenuto un vero cult è senza dubbio #enricostaisereno pronunciato il 17 gennaio 2014 nel corso del programma Le invasioni barbariche condotto da Daria Bignardi. “Mi piacerebbe arrivare a Palazzo Chigi passando dalle elezioni, non con inciuci di Palazzo”, disse l’allora segretario del Pd aggiungendo: “Diamo un hastag #enricostaisereno, nessuno ti vuol prendere il posto”. Morale della favola? Il 22 febbraio 2014 Renzi si insedia a Palazzo Chigi, ovviamente senza passare attraverso un voto popolare. Poi, da presidente del Consiglio, le bugie, o meglio le promesse mancate, aumentano. L’impegno di visitare una scuola ogni settimana viene disatteso dopo che alcuni bambini cantano per lui una canzoncina dando vita allo scoppio di inevitabili e fragorose polemiche. Il 13 marzo 2014, ospite di Porta a Porta, annuncia che avrebbe pagato i debiti della pubblica amministrazione entro il 21 settembre successivo.“Se lo facciamo, lei poi va in pellegrinaggio a piedi da Firenze a Monte Senario”, aveva scommesso con Bruno Vespa. Il 23 maggio 2014, sempre a Porta a Porta, promette: “Entro l’anno noi andiamo a eliminare tutte le accise ridicole sulla benzina”. Nulla di tutto ciò è mai accaduto.

Infine la madre di tutte le promesse mai mantenuta: il ritiro dalla vita pubblica in caso di sconfitta al referendum costituzionale. "Ho personalmente affermato davanti alla stampa e lo ribadisco qui davanti alle senatrici e ai senatori che nel caso in cui perdessi il referendum, considererei conclusa la mia esperienza politica”, dichiarò il 20 gennaio 2016 intervenendo a Palazzo Madama. Anche in questo caso sappiamo tutti com’è andata a finire… Visti i precedenti non escludiamo altri voltafaccia, compresa la possibilità di fondare un nuovo partito sebbene, dopo la vittoria di Nicola Zingaretti alle primarie, Renzi avesse promesso che non avrebbe fatto da contraltare al nuovo segretario del Pd e tantomeno una scissione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

jaguar

Mer, 14/08/2019 - 21:30

Per la poltrona si fa questo ed altro, poi dovete capire che deve pagare le rate della villa.

Romolo48

Gio, 15/08/2019 - 07:09

Le "motivazioni bizzarre" nascondono un unico scopo: potere e poltrone.

Duka

Gio, 15/08/2019 - 07:46

L'impressione è che stia cercando qualcuno per FARLO STARE SERENO

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 16/08/2019 - 10:36

Eppure, malgrado tutto, è l'unico che abbia un po' di sale in zucca nel piddì. Peccato abbia scelto la strada dell'ossequio ai poteri forti.

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Ven, 16/08/2019 - 10:41

Renzi, Salvini, Di Maio, suggeriscono la validità di un aforisma: “la tendenza generale del mondo è quella di fare della mediocrità la potenza dominante”.

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 16/08/2019 - 10:43

Torna di moda il Bomba1, in passato sostenuto anche dal Giornale quando qualcuno lo criticava per la sua bramosia di uomo solo al comando. La stessa boria del Bomba2.

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 16/08/2019 - 10:46

e il bello è che è ancora lì!!!!....vogliamo aggiungere anche la storia dell'airbus A340 con camera da letto e il finanziamento regionale ottenuto non si sa come dai genitori e mai piu' restituito???..nei paesi dove il senso civico è piu' evoluto del nostro il popolo si sarebbe indignato al punto tale che non ci sarebbe neanche stato bisogno di chiedergli di sparire dalla scena politica....e invece il vero è che "ogni paese ha i governanti che si merita" (churchill).

arkangel72

Ven, 16/08/2019 - 10:56

SALVINI... RITIRA SUBITO LA MOZIONE DI SFIDUCIA ALTRIMENTI QUESTI TORNANO AL GOVERNO DOMANI!!! ALTRO CHE ELEZIONI!!!

andrea70ge

Ven, 16/08/2019 - 10:57

La Francia sta crescendo 10 volte l'Italia Spread Francia 20 verso spread Italia 200 Sicuri che Renzi Macron siano peggio di Salvini Putin?

Alfa2020

Ven, 16/08/2019 - 10:58

Persone senza Dignita essere del PD gia dice tutto quello che non capisco persone che ci corono ancora dietro massimo quelli del sud che siamo ridotti male purtroppo basta prometterli una caramella e si vendono

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 16/08/2019 - 11:00

Altro voltagabbana inaffidabile. Ennesima piroetta con salto mortale. Solo loro lo possono fare.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Ven, 16/08/2019 - 11:12

Renzi è un politico di razza, quando ha visto che salvino è inciampato cadendo ha terra, con un balzo felino lo ha azzannato al collo per finirlo. La politica è anche saper cogliere le opportunità che l'attimo ti offre.

Lugar

Ven, 16/08/2019 - 11:16

Essere governati da perdenti non è nella nostra mentalità. Che si vada alle elezioni e vinca il più forte.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 16/08/2019 - 11:17

Premetto che non sono MAI stata sinistroide, mai! Ma all'oggi, si può dire che Renzi fosse peggio del duo gialloverde? No! Almeno lui aveva avuto una lunga esperienza nella PA.. non si era limitato a vendere bibite e a consegnare pizze!

Giorgio Rubiu

Ven, 16/08/2019 - 11:20

Ne farà altre.Un vero saltimbanco della politica che cerca di tornare ad essere protagonista e, potendo,impossessarsi di nuovo del PD.Non ci riuscirà, ma,in questo caso,si farà il suo partito appena sarà certo che i suffragi gli permetteranno di superare la soglia di sbarramento. La Boschi da sola non basta,ma ha ancora una certa quantità di cortigiani che dal suo premierato hanno tratto vantaggi.

leopard73

Ven, 16/08/2019 - 11:20

Il BISCHERO ci ritenta vuole comandare solo LUI per fare il DITTATORE!!!!

lorenzovan

Ven, 16/08/2019 - 11:23

Solito tentativo fumogeno di desviare dai giravolta dell altro Matteo tra questo e quello ci metti su una sala di ballo..lolo..l insosgenibile peso di chiamarsi Matteo...

adal46

Ven, 16/08/2019 - 11:28

E' proprio vero che la vita è una beffa...

aldoroma

Ven, 16/08/2019 - 11:28

CHE UOMO DI PAROLA!!!!!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 16/08/2019 - 11:30

Romolo48 - 07:09 Esatto. La politica, oltre che essere compromesso, è non avere un briciolo di coerenza: rimangiarsi promesse fatte come se nulla fosse. A sx sono felicissimi di vedere questo governo sparigliato però la dignità di questo caccia balle non interessa loro. Il fatto più "simpatico" è che Di Maio non vuole trattare con lui e la Boschi, ben sapendo che il Pd è - quello che a lui è stato sui cosi detti per anni - lo ha in mano il predetto, da quando si mise da parte (per finta). La bramosia del potere e della cadrega non conosce limiti, altro che il preteso cambiamento, soprattutto quello morale. Sono senza un minimo di vergogna: sanno che alle elezioni verrebbero stracciati senza pietà, entrambi.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 16/08/2019 - 11:32

Un vero galantuomo! Niccolò Machiavelli si rigira nella tomba!

pasquinomaicontento

Ven, 16/08/2019 - 11:35

...Lo chiamavo "Er tutto bozzetti"...infatti,guardàteje er muso,je 'n'ho contati sei,e solo da 'na parte,certo che pe' fasse la barba deve fà er salto a ostacoli, ma lui c'è abituato, è scafato pe' questo...remember la mimetizzazzione (de sera) ar sancta sanctorum der Berlusca?Strisciava come le serpi...quello che era! Serpe velenosa, pe' nun fasse vede...ma che v'ho dico affà,è storia vecchia.Le promesse,(mai mantenute) de 'sto Pinocchio Collodiano, stanno lì a dìcce che nun bisogna mai fidasse de sti "Maledetti Toscani" Curzio mica era scemo...sapeva quello che diceva.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 16/08/2019 - 11:36

mina2612 - 11:17 Dati negativi, specie sul debito pubblico e su promesse non mantenute Renzi ne ha a tonnellate. Sopratutto è un bugiardo ché non ha mantenuto la promessa di lasciare la politica se avesse perso il referendum istituzionale. Oltretutto non ha "gradito" la decisione del P.d.R. di non indire elezioni nel 2017: la sua intervista dopo elezioni è molto chiara in questa materia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 16/08/2019 - 11:43

Con tutti i rigiri di giacca sarà un po consumata, ma visto che qualcosa rimane attaccato alle mani allora continua.

cgf

Ven, 16/08/2019 - 11:47

Le giravolte con salti mortali dovrà farle se non chiuderà la Legislatura come senatore. Mettetevi nei panni di chi, con 15mila euro sul conto, compra casa, col mutuo, da un milione. Si è persino inventato un nuovo sinonimo per POLTRONA, ora deve salvare le ISTITUZIONI

lorenzovan

Ven, 16/08/2019 - 12:05

la soluzione ?? due capsule spaziali..Bomba I e Bomba 2..e che vadano nello spazio profondo con le loro bugie..la loro parlantina bugiarda..e i loro deliri di grandezza...

moichiodi

Ven, 16/08/2019 - 12:06

A proposito di voltafaccia, per quale motivo salvini non onora il contratto firmato? Quale punto li pattuito non hanno mantenuto i cinquestelle? Hanno persino ingoiato la tav? E a proposito di poltrone. Perche non lascia la sua?

roseg

Ven, 16/08/2019 - 12:10

IL BOMBAAAAAAAAAAAAAAA NON SI SMENTISCE MAI!!!!!!

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Ven, 16/08/2019 - 12:12

Fa come gli avvoltoi, girano in cerchio in attesa di lanciarsi sulla preda

moichiodi

Ven, 16/08/2019 - 12:15

salvini 10 giorni fa ha detto (testuale): "o questo governo fa le cose o io non sto a riscaldare la poltrona". Il popolo vorrebbe sapere perché continua a riscaldarla.

menesbattoicogl...

Ven, 16/08/2019 - 12:17

BUFFONE

libero.pensionato

Ven, 16/08/2019 - 12:30

MATTEO RENZI....LA MIA PIÙ GRANDE DELUSIONE POLITICA...CI ERO CASCATO ANCHE IO QUALCHE ANNO FA MA POI HO CAPITO CHE VOLTAGABBANA AVEVO DAVANTI... DOPRATTUTTO QUANDO AVEVA DICHIARATO E SENTENZIATO CHE SE NON SAREBBE PASSATO IL REFERENDUM COSTITUZIONALE AVREBBE LASCIATO PER SEMPRE LA POLITICA. PURTROPPO LA POLITICA NON L'HA LASCIATA NONOSTANTE IL REFERENDUM NON FOSSE PASSATO... I GALANTUOMINI NON ESISTONO PIÙ, O SI È GALANTUOMIN E LA PAROLA DATA È UNA PAROLA D'ONORE OPPURE SI È QUAQUARAQQUAQUÀ.

Anselmo Masala

Ven, 16/08/2019 - 12:44

mina2612: Almeno lui aveva avuto una lunga esperienza nella PA.Ahahahahahh questo lo si era capito perfettamente vedendo tutti i sotterfugi suoi e di tutto il suo giglio magico che ancora poca gente e' riuscita a raccapezzarsene...vogliamo iniziare col capitolo banche?

alfredo-pa

Ven, 16/08/2019 - 12:47

Renzi, politico dalle mille giravolte, fa il paio con l'altro Matteo...

Anselmo Masala

Ven, 16/08/2019 - 12:48

ALDODOROMA:CHE UOMO DI PAROLA...Ahahhaah Se un uomo vale quanto la sua parola possiamo immaginare chi e' costui!

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 16/08/2019 - 13:23

@Marcello508, 11.36....è tutto verissimo ciò che ha detto, e non cambio una virgola... la mia non era un'apologia nei confronti di Renzi.. era una semplice considerazione.. una capacità gestionale da un lato contro una abissale ignoranza dall'altra.

paolo1944

Ven, 16/08/2019 - 13:57

Ciarlatano maledetto, ci hai rovinato e vuoi continuare a farlo.

Gughy

Ven, 16/08/2019 - 22:43

Nonostante tutti i suoi tentennamenti, Zingaretti sembrerebbe essere la figura del PD con le idee realisticamente e strategicamente più chiare. Peccato però, che non abbia il coraggio di esporle lucidamente e di farle valere tra le sue truppe, sempre sull'orlo dell'ammutinamento, in nome di una ventilata ed impossibile "unità". Ma non si diventa leader per alzata di mano o per compromessi tra correnti. Leader, o lo si è o non lo si è. Renzi docet.

PRALBOINO

Ven, 16/08/2019 - 23:21

arlecchino di un renzi

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 17/08/2019 - 08:58

mina2612 - 13:23 Se Renzi avesse avuto quel pregio non sarebbe finito "out". Mi perdoni ma a me risulta più questo aspetto, condito da arroganza, altezzosità e supponenza del tizio tipo "Io so' io e voi nun siete etc.". In questo governo a mio avviso non mancherebbero menti lucide: quello che manca è una coordinazione fra i due partiti che non può esservi in misura adeguata per gli input di base che sono parecchio differenti. Affidarsi poi a un p.d.c. di sicuro intelligente e riflessivo ma che, pur di sx-grillino, "guarda" al p.d.r. e ad una Ue fedele al "cambiar tutto perchè nulla cambi", non mi sembra il massimo.