Intesa sul revenge porn "C'è sì all'emendamento"

Trovato l'accordo sul revenge porn nel ddl "Codice rosso": c'è il sì all'emendamento che recepisce le proposte delle opposizioni

È stato trovato alla Camera l'accordo tra maggioranza e opposizione sul cosiddetto revenge porn, la norma che vieta la diffusione di video hard a fini ricattatori.

La settimana scorsa sul ddl Codice Rosso - il disegno di legge che tutela le vittime di violenza domestica e di genere - si era acceso lo scontro in Aula dopo la presentazione del relativo emendamento da parte di Federica Zanella (Forza Italia). Oggi, dopo l'intesa, la relatrice Stefania Ascari ha presentato un altro emendamento che recepisce le proposte delle opposizioni. I voti favorevoli sono stati 461, nessun contrario. Lungo applauso alla fine del voto.

"C'è soddisfazione per l'accordo raggiunto sul revenge porn", dicono dal Movimento 5 Stelle, "È un emendamento che è stato condiviso con le altre forze politiche. Siamo contenti che sia stata trovata una soluzione". Il ddl ora prevede quindi fino a sei anni di carcere e a 15mila euro di multa. per chi "dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate".

"Sull'introduzione del reato di revenge porn ha prevalso la ragione", esulta Mara Carfagna, "Se oggi abbiamo votato sì è solo grazie alla protesta delle opposizioni che giovedì hanno impedito che l'emendamento venisse respinto. Spaccare Paese e Parlamento sulla violenza contro le donne è inaccettabile".

La Lega ha intanto ritirato l'emendamento sulla castrazione chimica per chi compie violenze sessuali, come ha annunciato Giulia Bongiorno: "Siamo consapevoli che questo emendamento, in questa fase, non è condiviso dai Cinque stelle", ha detto il ministro della Pubblica Amministrazione, " Abbiamo, quindi, deciso di ritirarlo. Ora, infatti, abbiamo una priorità: quella di mandare avanti compatto questo governo. Farà parte di un nuovo ddl che presenteremo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 02/04/2019 - 15:48

COME e' possibile che un disegno di legge di un PAESE SOVRANO contenga espressioni IN UNA LINGUA DIVERSA DALL'UFFICIALE? E' cosi' difficile rendere lo stesso concetto in ITALIANO CORRENTE?? PORNORICATTO non va bene??

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 02/04/2019 - 15:59

Una buona notizia, anzi due se ci mettiamo anche quella della solita Lega che ringhia e sbava (in favore di telecamera) e poi si accuccia buona al suo posto quando c'è da schiacciare col ditino sul pulsante per votare ...

Alessio2012

Mar, 02/04/2019 - 16:06

LEGHISTI TESTE DI LEGNO, SI SCHIERAVANO A FIANCO DELLE NAZI-FEMMINISTE. MAH!

ziobeppe1951

Mar, 02/04/2019 - 16:24

Uelllaaa...è apparsa una zecca rossa...una di quelli che va sostenendo.”i giudici applicano la legge, non la interpretano” ...però sull’omicidio razziale ai danni del povero Leo (italiano, pelle bianca) non si esprime..sicuramente secondo lui il razzismo sta da una parte sola

Ernestinho

Mar, 02/04/2019 - 16:27

Se non castrazione chimica almeno una ventina d'anni di carcere duro! Così imparano!

apostata

Mar, 02/04/2019 - 17:20

I 5s non vogliono, non era nel contratto, gli stupratori possono star tranquilli, potranno continuare a far danni con i loro eccessi di testosterone senza ricorrere a cure che tra l'altro hanno effetti non irreversibili. Dovrà provvedere salvini mettendo un poliziotto accanto ad ogni maniaco (come vorrebbero coloro che si oppongono alla legittima difesa e vorrebbero che salvini provvedesse mettendo un poliziotto accanto ad ogni rapinatore).

diesonne

Mar, 02/04/2019 - 17:24

diesonne l'uomo non è uno stallone e la donna non è una fattrice:delle violenze subite rispondono solo alla legge in un paese di diritto

Anticomunista75

Mar, 02/04/2019 - 17:42

Si, occupatevi del 'revenge porn', piaga insostenibile di questo paese. Non di problemi concreti, quali rimpatri dei clandestini ad esempio. Un governo che fa le marchette alle fisime delle nazifemministe, non è un governo del cambiamento. Salvini, basta assecondare le menate del politically correct.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mar, 02/04/2019 - 18:08

Ennesima vittoria per i 5S e tragicomica figura per i poveri leghisti al loro guinzaglio. Ora le depravate che si fanno riprendere nel corso degli amplessi avranno una degna tutela da parte di uno Stato altrettanto immorale.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 02/04/2019 - 18:58

A parte il fatto che non c'era alcun bisogno di una legge ad hoc, visto che il ricatto è già classificato come reato penale, mi chiedo quali saranno i danni collaterali di questa legge. Sai quante asie argenti salteranno fuori a denunciare che le scene hard per cui hanno posato (peraltro lautamente retribuite) erano comunque girate "a loro insaputa" e chiederenno altri soldi ai produttori di corto-medio-lungo metraggi, diciamo così, "piccanti"?

Morker83

Mar, 02/04/2019 - 19:28

Nessuno ha scritto che la Boldrini ha ringraziato pubblicamente la lega per l'approvazione di questo emendamento. :-) Comunque ottima cosa questa del porn revenge come crimine. Tante ragazze si sono suicidate per questo motivo. A chi dice poi che non è un problema urgente, ricordo che la grande conquista della legittima difesa avrebbe riguardato 4 persone in 16 anni (solo 4 sono state le condanne per eccesso di difesa in 16 anni). Una buona legge non si fa sui numeri, ma sul contenuto.

Alessio2012

Mar, 02/04/2019 - 20:20

ORMAI QUESTO E' UNO STATO DI POLIZIA. NON SI CONTANO PIU' LE LEGGI DI QUESTO PAESE, E PIU' SE NE FANNO, PIU' ARRIVANO QUELLI CHE DICONO CHE NON E' ABBASTANZA.

Ritratto di ampeyp

ampeyp

Mar, 02/04/2019 - 21:10

Salvini fa marchette come i marchettari del 5S. mia moglie,sbagliando, lo ha votato, ma ha giurato che non lo rivoterà mai più. Lo definirei un ladro di voti, non ha mantenuto una delle azioni promesse in campagna elettorale, inoltre lo si avrebbe votato come centrodestra e non come lega Io personalmente ho sempre diffidato della Lega, non la ho mai votata e mai la voterei. Meglio el vecio berluska, dato che a sinistra non potrei mai votare

stopbuonismopeloso

Mar, 02/04/2019 - 23:53

in effetti la stragrande maggioranza degli italiani è ossessionata dal revenge porn, dai matrimoni gay, dall'accoglienza per i clandestini, dallo ius soli, non ci dormono la notte

nunavut

Mer, 03/04/2019 - 00:01

@ Morker83 19.28 Ammettiamo che le cifre da lei citate siano REALI,si é mai chiesto lo scotto che hanno dovuto pagare queste tre persone riconosciute innocenti ? = Stress post traumatico,denaro speso per la loro difesa (mica bazzecole gli avvocati si pagano eccome),tempo peros assenze sul lavoro e pure godimento della vita normale di tutti icittadini che non rubano come mestiere etcc.se riesce si metta nei loro panni e vedrà che castronata ha scritto,le 4 persone hanno sofferto e lei si permette di scrivere che la loro odissea giuridica non richiedeva una legge che li possa prteggere?Scriva i numeri in euro dei risarcimenti ai ladri etc.. e il denaro stabilito dai giudici ai genitori ai quali hanno toto un figlio(a) etc. poi vedremo chi ha ragione.

INGVDI

Mer, 03/04/2019 - 08:43

Il problema per chi aborrisce comunismo e grillismo è ora Salvini. Non mi dilungo e sottoscrivo ampeyp.