"Io, scienziata, ho firmato per farmi iniettare il Covid"

Trentunenne, astigiana, si occupa di cetacei. E parteciperà al "challenge trial" per il vaccino

Agnese c'è. È pronta. Magari non se ne farà nulla. Ma lei comunque c'è. Per dare un segnale. Ci spiegherà dopo che tipo di messaggio. E a chi.

Ma intanto spieghiamo chi è questa trentunenne astigiana, una dei tanti italiani giramondo dell'intelletto. Una laurea a Pisa, un dottorato di ricerca terminato qualche mese fa a San Diego, California; un altro ottenuto ma rinviato causa Covid al Natural History Museum di Londra, che probabilmente inizierà nel prossimo autunno. Quando le chiediamo una foto per corredare l'articolo ci dice: «Guarda, sul mio sito ne troverai una con una balena?». Balena? Sì, balena. Perché lei si occupa di biologia dell'evoluzione. E di cetacei.

Poi però si occupa anche di darci una lezione. Agnese Lanzetti da Asti si è offerta come volontaria per il test del vaccino anti Covid-19 basato sulla somministrazione del virus dopo quella del vaccino. Ha firmato, con altre cento persone, la lettera inviata al direttore dei National Institute of Health (Nih), Francis Collins, per accelerare il percorso verso il vaccino contro il virus che ha sconvolto il mondo grazie alla tecnica dello «human challenge tral», che prevede la sperimentazione di un farmaco su persone che si espongono intenzionalmente ai rischi del caso. Motivo per cui questa strategia è controversa da un punto di vista etico. Ma anche motivo per cui Agnese va ammirata perché in teoria potrebbe correre non pochi rischi per questo.

La domanda, come diceva quello, sorge spontanea: Agnese, perché lo fai?

«Per mandare un messaggio a coloro che anche in Italia, anzi soprattutto in Italia, mettono in discussione la scienza. Voglio far riflettere sulle possibilità che la scienza ci offre e su come bisogna ragionare con la propria testa, e non fidarsi di quello che dice tuo cugino».

Tu però non sei un medico...

«Certo ma sento la responsabilità che deriva dalle mie conoscenze. Credo nella scienza in generale. Una persona con il mio background deve impegnarsi in prima persona».

Una scelta etica.

«Certo. Per me firmare quella lettera è stato uno sforzo infinitesimale. Nessuna persona può farcela da solo, ma bisogna pure iniziare da qualcosa e da qualcuno».

Quando hai firmato quella lettera?

«Guarda, era marzo».

Eri in Italia o negli Stati Uniti?

«No, in Italia».

Quindi eri in preda alla tempesta emotiva che nel nostro Paese ha segnato quella fase della pandemia...

«Sì, ma la mia è stata una scelta lucida, non emotiva».

A proposito, che differenze ci sono nel modo in cui Itala e Stati Uniti hanno vissuto l'emergenza Covid?

«Gli Stati Uniti sono un Paese grande e individualista. Se una cosa non ti riguarda personalemnte, non ti interessa. Noi abbiamo avuto una risposta più accorata».

Torniamo al vaccino. Come sei venuta a sapere di quella lettera, di quel progetto?

«Sono passati mesi, sai che nemmeno me lo ricordo? Credo di aver ricevuto un messaggio sulla mia mail dell'università americana...».

Chi c'è dietro questo progetto?

«Un'associazione che si chiama 1 Day Sooner (un giorno prima in italiano, ndr) che si occupa di sensibilizzare l'opinione pubblica su progetti di questo genere, come la donazione del rene».

Quando si parte?

«Non funziona così. È altamente improbabile che si arrivi a farlo e soprattutto che si faccia in Italia dove ci sono regole troppo stringenti».

Siamo andati a vedere il sito di «1 Day Sooner». Ci sono 32.664 persone di 140 Paesi che si sono offerte come volontarie per farsi iniettare il virus. Anzi, 32.665. Perché ho compilato il form e mi sono iscritto anche io. Il messaggio è arrivato, Agnese.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ruggerobarretti

Mar, 28/07/2020 - 11:19

Si occupi di cetacei e non straparli che gia' ce ne sono troppi a sputare sentenze e ad usare in maniera inappropriata il termine "scienza".

Ritratto di cuoreitaliano

cuoreitaliano

Mar, 28/07/2020 - 12:31

"Challenge trial"? Ma perché non fai come i colleghi francesi,spagnoli,portoghesi,catalani e rumeni e traduci?Solo i giornalisti italiani sono succubi dei fonemi angloamericani !

rawlivic

Mar, 28/07/2020 - 12:38

auguri ... e parla coi cetacei che e' meglio...

trasparente

Mar, 28/07/2020 - 13:01

Cervelli e cetacei sono in via di estinzione.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 28/07/2020 - 14:20

640 mila morti rispetto alla popolazione mondiale hanno fermato le Economie di intere Nazioni,e distrutto la "socialità"!!La percentuale dei morti rapportate alle varie Nazioni non raggiunge neanche lo 0,05%! Si continua a spargere TERRORISMO,su 16Milioni di casi di infezione da COVID-19,che rappresentano lo 0,23% della popolazione mondiale,...laddove la "media" dei morti,rispetto ai "casi" è del 4,0%,...laddove questa "media" del 4% è variata moltissimo fra Paese e Paese(dallo 0,05% del Paese più "virtuoso":Singapore,...al peggiore Francia con il 16,7%...con l'Italia che si è collocata al 14,2%)....ma questi dati sono dall'INIZIO del problema ad OGGI,quando si sono fatti ERRORI MADORNALI,(intubando la gente,e cose allucinanti),sia come DIAGNOSI che TERAPIA(vedi Italia).......OGGI,qualcuno l'ha capita che i decessi coinvolgono solo persone particolarmente deboli e/o affette da altre patologie,che a quanto pare OGGI sono scomparse??!Pare di no!

agosvac

Mar, 28/07/2020 - 14:28

Farsi iniettare un vaccino che potrebbe avere effetti collaterali molto pericolosi è sicuramente da eroi. Peccato che agli italiani serva ben poco. Infatti se è vero, come è vero che molti italiani, molti di più di quelli riconosciuti dal Governo sono stati contagiati ed hanno acquisito un'immunità naturale, non si capisce bene perché farsi iniettare per di più un vaccino con potenziali effetti devastanti. Forse non sa che l'immunità naturale è preferibile ad ogni vaccino? Tra l'altro non mi risulta che le balene soffrano di corona virus, quindi cosa ne sa di questo virus che, facendo parte della grande famiglia delle "sars", potrebbe estinguersi dall'oggi al domani???

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 28/07/2020 - 14:28

...Perchè continuare a raccogliere "suggerimenti" di questo tipo,su questo vaccino "salvifico",che non serve a niente(mi riferisco a chi lo dovrebbe assumere),e può essere anzi dannoso(mi riferisco a chi lo dovrebbe assumere)!...E si continua a MARTELLARE su un tema,dai contorni ESALTATI per altri scopi?

Ritratto di LBenedetto

LBenedetto

Mar, 28/07/2020 - 14:59

Cito dall'articolo: È altamente improbabile che si arrivi a farlo e soprattutto che si faccia in Italia Cioè, mi faccia capire egregio giornalista... ... costei, per sua stessa ammissione, si è "volontarizzata" sapendo che non rischia d'essere presa per il test e gli diamo anche spazio per pubblicizzare questa cosa? Facile prestarsi volontaria quando sai che tanto poi alla fine non verrai scelta!

titina

Mar, 28/07/2020 - 15:06

prima verificare se è capace di intendere e volere.Non è giusto approfittare di persone ... troppo fiduciose.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/07/2020 - 15:26

La notizia non poteva che suscitare scalpore nei cenacoli terrapiattisti di questo forum. Tranquilli,onesti autodidatti dell'immunologia, nessuno vi costringerà all'olocausto vaccinale. Ci mancherebbe. Superfluo, a questo punto, ricordare che questa "pratica oscena" ha costituito la pietra angolare della moderna infettivologia. Continuate pure a coltivare le vostre certezze granitiche alla Don Ferrante di manzoniana memoria ed a rivolgervi, magari, all'omeopatia. Male che vada per voi, c'è sempre chi vi accoglierà in terapia intensiva e non vi negherà, sicuramente, un decubito in pronazione ed un'intubazione orotracheale.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/07/2020 - 15:31

#ruggerobarretti - 11:19 Fortuna che a corregere certe "storture mentali" ci sono gli onesti autodidatti dell'immunologia come te. Supportati dal parere di fior di medici (magari omeopati) che...avercene a pacchi!" Eccome!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/07/2020 - 15:54

Errata corrige: correggere.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/07/2020 - 16:04

L'intera comunità scientifica mondiale, da Fauci a Galli, è evidentemente impazzita. Sta prodigandosi nella ricerca di un vaccino che, nella migliore delle ipotesi non servirà a nulla e farà sicuramente danni devastanti...Qualcuno avvisi per tempo questi folli e li metta in contatto con qualche consulente ragionevole da scegliersi, a piacere, tra gli autori dei post (quasi tutti) di questo forum.

baio57

Mar, 28/07/2020 - 16:54

Se devo fare il vaccino, io mi fido solo del filantr....licantropo di Seattle ,gli altri facciano come vogliono.

ruggerobarretti

Mar, 28/07/2020 - 16:54

novello Elvis: quello che avevo da dirti te l'ho gia' detto. Io mi faccio i cxxxi miei e tu sei pregato di farti i tuoi. Intesi!!!!

ruggerobarretti

Mar, 28/07/2020 - 17:02

Elvis dimenticavo, per l'omeopatia, non tiri in ballo me, casomai si confronti con il Prof. Bellavite. Io da villano quale sono, tutt'al piu' posso dibattere di "rittochino", di "metodo baglioni" , di "sinolea", mi "monocono" o "vaso policonico". Saluti

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/07/2020 - 17:06

#ruggerobarretti- 16:54 Per cortesia, non usare questi toni perentori. Mi fai morire, letteralmente, dalla paura!

agosvac

Mar, 28/07/2020 - 17:57

Egregio memphis, ognuno deve fare solo ciò che ritiene di fare. Ma, se vuole un consiglio, prima di farsi vaccinare faccia un test sierologico per scoprire se sia stato, anche senza saperlo, contagiato. Perché se ha già anticorpi, l'inoculazione di un vaccino potrebbe avere effetti devastanti per la sua salute.

Lugar

Mar, 28/07/2020 - 18:22

Questi sono i veri italiani. Grande Agnese.