L'accusa di Calenda: "Un deputato di FI passato alla Lega mi disse... vengo con te!"

Il leader di Azione, Carlo Calenda, in un tweet rivela che uno dei tre deputati di Forza Italia passato al Carroccio gli avrebbe espresso l'intenzione di unirsi al suo gruppo

L'accusa di Calenda: "Un deputato di FI passato alla Lega mi disse... vengo con te!"

"La politica è l'arte del possibile", diceva Otto von Bismarck. Può succedere di tutto, anche che un parlamentare eletto con una forza politica decida un giorno di cambiare casacca, scelga dove accasarsi e poi, improvvisamente, cambi idea, trovando un'altra collocazione. Un impressionante zig-zag tra centrodestra, centrosinistra e di nuovo centrodestra.

Sentite cosa racconta Carlo Calenda, eurodeputato e leader di Azione! "Per capire come siamo messi in Parlamento - scrive su Twitter - uno dei deputati di Forza Italia passato oggi alla Lega aveva chiesto di venire da noi perché 'non posso stare in un partito che si fa comandare da Salvini". Per fortuna non se n'è fatto più nulla". L'ex ministro fa riferimento a uno dei tre parlamentari (Laura Ravetto, Maurizio Carrara e Federica Zanella) che oggi ha deciso di lasciare gli azzurri aderendo alla Lega.

In un altro messaggio scritto su Facebook Calenda sottolinea che "dobbiamo renderci conto che non possiamo andare avanti così. È arrivato il momento di chiamare un time out. L'unico a poterlo fare è il Presidente della Repubblica. Personalmente ritengo che sia arrivato il momento di costituire un Governo del Presidente formato da persone che abbiano amministrato, "tecnici di area" come si sarebbe detto una volta, sostenuto da tutte le forze politiche. Ma ove ciò non fosse possibile - prosegue - occorre un profondo rimpasto di Governo, il cambiamento di Arcuri e dei ministri manifestamente inadeguati e un tavolo permanente con tutte le opposizioni e le regioni. Il galleggiamento non è più una possibilità".