La legge sulle zone rosse? ​Ecco perché il governo mente

La chiusura della Val Seriana a chi spettava? La pm di Bergamo: "Decisione governativa". Palazzo Chigi prova a difendersi

Per quanto nascoste da tutti i media (a parte lodevoli eccezioni), le dichiarazioni di due giorni fa della pm di Bergamo che indaga sulla mancata zona rossa in Val Seriana sono di una dirompenza politica incredibile. E forse inattesa. "Da quel che ci risulta era una decisione governativa”, ha detto Maria Cristina Rota. Una lettura che smonta le convinzioni di chi è convinto che se la Bergamasca non è stata chiusa come Codogno, la colpa sia tutta da addossare alla Regione. E che ha costretto il governo ad una preoccupata contro-offensiva auto assutoria. In vista, probabilmente, di una convocazione di fronte ai magistrati.

Palazzo Chigi ha fatto trapelare via Corriere la presenza di un “dossier” (?) sul tavolo di Giuseppe Conte. La linea difensiva resta quella già tracciata a suo tempo da Francesco Boccia, ministro degli Affari regionali e grande fustigatore dei governatori. Il piddino aveva riesumato una vecchia legge del 1978 secondo cui “anche la Regione poteva istituire la zona rossa” in “piena autonomia”. L’articolo 32 della legge 23 dicembre 1978 n.833 dice che spetta al ministro della Sanità emettere ordinanze in materia di igiene e sanità pubblica, ma anche che “nelle medesime materie sono emesse dal presidente della giunta regionale e dal sindaco ordinanze di carattere contingibile ed urgente, con efficacia estesa rispettivamente alla regione o a parte del suo territorio comprendente più comuni e al territorio comunale”. Insomma: Fontana poteva fare di testa sua. Ma è davvero così?

I ragionamenti da fare sono due. Uno di tipo pratico-giuridico, l’altro di natura politica. Iniziamo dal principio. Sabino Cassese, giudice costituzionale emerito, ha già spiegato in tv che “l'errore è stato ritenere che questo intervento fosse un intervento normale in materia di sanità, mentre riguarda un'epidemia diventata pandemia, e le profilassi internazionali sono indicate come materie di competenza esclusiva dello Stato”. Il riferimento è agli articoli 117 e 120 della Costituzione, secondo cui in casi di “profilassi internazionale” è il governo centrale a dover sbrogliare la matassa. Non le Regioni. Se ci trovassimo di fronte ad una lotta tra fonti del diritto, a prevalere sarebbe ovviamente la Carta fondamentale e non la legge del '78.

Va detto inoltre che lo stesso Boccia, pochi giorni fa, per evitare che la Sardegna bloccasse gli ingressi ai turisti lombardi, ha ricordato “l’articolo 120 della Costituzione" secondo cui "la Regione non può istituire provvedimenti che ostacolino la libera circolazione delle persone”. È l'esatto contrario di quanto sostenuto per la zona rossa nella Val Seriana, dunque la domanda sorge spontanea: se Solinas non può bloccare i turisti, perché Fontana avrebbe potuto chiudere in autonomia Nembro e Alzano Lombardo?

Infine c’è da tener conto del contesto politico del momento. Primo: le “zone rosse” di Vo', Codogno e Medicina sono state istituite "di concerto con la prefettura" e comunque grazie all’impiego della forza pubblica garantita dal governo. Secondo: in quei giorni Roma chiedeva alle Regioni di non fare di testa propria e di seguire la rotta segnata da Roma. Quando Luca Ceriscioli, governatore Pd delle Marche, decise di chiudere le scuole in barba alle indicazioni di Palazzo Chigi, il governo decise addirittura di impugnare l’ordinanza. E le dichiarazioni dell’esecutivo in quei giorni seguivano la stessa identica litania. Ecco alcuni esempi. Speranza: “È indispensabile che ci sia un solo centro di coordinamento per la gestione dell’emergenza in cui siano pienamente coinvolte tutte le regioni e con la guida del nostro coordinamento scientifico. Non servono scelte unilaterali di singoli territori”. Conte: “Non è possibile che tutte le Regioni vadano in ordine sparso perché le misure rischiano di risultare dannose”. Boccia: “Ogni amministrazione territoriale, prima di emanare qualsiasi tipo di ordinanza, deve raccordarsi con l’autorità nazionale al lavoro in maniera permanente presso la sede della Protezione Civile. Agire in maniera autonoma, senza un raccordo nazionale, rischia soltanto di creare caos e disinformazione”. Davvero c’è chi pensa che Fontana avrebbe potuto agire da solo, senza subire l’ira funesta del Consiglio dei ministri?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Jon

Lun, 01/06/2020 - 14:45

Cassese legga la dichiarazione dell'OMS sulla NON Pandemia..! Poi SONO TUTTI RESPONSABILI PENALMENTE PER I DECESSI..Da Conte a Speranza, Sala Gori e Zaia.. I numeri peggiori al mondo, hanno raggiunto con le morti dei loro Cittadini..

cgf

Lun, 01/06/2020 - 14:49

Ci vogliono far passare per …? Solo poche ore fa Boccia ha detto che l'articolo 120 della Costituzione dice che una Regione non può adottare provvedimenti che ostacolino la libera circolazione delle persone, quindi come può un Governatore bloccare una città? Inoltre fanno le cose e poi si scordano? Ok, per quella "famosa" Legge del secolo scorso, ma la circolare del GOVERNO dei primi di marzo 2020 vietava espressamente di creare zone rosse?

Ritratto di babbone

babbone

Lun, 01/06/2020 - 14:52

fategli pagare tutto il danno.

agosvac

Lun, 01/06/2020 - 14:52

Potrei anche sbagliarmi, ma, avendo Conte dichiarato lo stato di emergenza nazionale, tutto è passato logicamente al Governo centrale. Probabilmente è questo che ha indotto la PM a dare ragione al Governatore della Lombardia.

amedeov

Lun, 01/06/2020 - 14:53

Purtroppo in italia vige la legge del caos dove tutti sono innocenti adottando lo scarica barile

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 14:56

Non solo per la chiusura delle scuole nelle Marche, ma anche l'ordinanza di riapertura limitata dei bar emessa da Jole Santelli in Calabria è stata impugnata dallo stato ottenendone soddisfazione (annullata). Ma è tipico dei sinistri, dimenticano quello che hanno fatto ieri perché conviene farlo.... e oggi è un'altro giorno.... si vedrà.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 14:59

X Jon: ecco, detto fatto .... iniziate le supercazzole ....

APPARENZINGANNA

Lun, 01/06/2020 - 15:01

Anzitutto: se la zona rossa fosse stata proclamata, tutti gli abitanti, desiderosi di lavorare e produrre come peraltro è loro encomiabile caratteristica, l'avrebbero rispettata? Inoltre: invece di scambiarsi il fiammifero acceso delle responsabilità, non potrebbero ora ammettere, autorità locali e governo, che sono stati ambedue "troppo burocratici", per dirla benevolmente? Vogliamo essere tutti più umili e avere un po' di buon senso?

Gatto Giotto

Lun, 01/06/2020 - 15:04

Speriamo che Conte, Speranza e Boccia non si trovino di fronte a giudici tipo l'amico Palamara. Se così fosse la Giustizia sarebbe l'ennesima vittima di questo virus.

detto-fra-noi

Lun, 01/06/2020 - 15:04

Lo hanno capito pure i sordomuti che l'epidemia è stata strumentalizzata e ingigantita da un governo di impostori per fare i loro interessi. Quello che non si capisce perchè la Destra (sempre troppo sopravvalutata) non abbia ancora organizzato la piazza rivendicando il diritto di tornare a votare (anche se adesso la frittata è stata fatta e sarà molto duro uscirne).

claudio63

Lun, 01/06/2020 - 15:08

Ora e' ancora piu' necessaria una cronaca dei fatti senza attingere a dubbie fonti. Il Giornale sta facendo una ottima e finora solitaria indagine giornalistica. per favore non rovinate tutto ( dando lo spunto alle anime belle di Repubblica) pubblicando dubbiose informazioni su paventati complotti sulla clorochina e illazioni sull'inquinamento politico di OMS. Non e' provato e serve solo a fuorviare con una polemica che non serve se non quello di ulteriormente dividere il paese.

vocepopolare

Lun, 01/06/2020 - 15:12

l'armata brancaleone ha dimostrato di non capire nulla? gira e rigira per ogni occasione ha detto e fatto il contrario di tutto? una magistrato attento e valente ha messo a nudo la loro incompetenza ,inefficienza e approssimazione rilevando responsabilità amministrative e penali? niente paura , Arriverà il soccorso rosso!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 01/06/2020 - 15:13

altra dimostrazione di come il governo della sinistra si sbaglia anche su questioni cosi banali :-)

venco

Lun, 01/06/2020 - 15:20

La colpa dell'esplosione della pandemia va addebitata ai virologi in primis e poi al ministero della salute e al governo.

killkoms

Lun, 01/06/2020 - 15:24

Sinistri scaricatori di barili!

Gianf58

Lun, 01/06/2020 - 15:32

Questo rimane una governo che si prende tutte le sue responsabilità e una volta prese le passa a qualcun altro.

antoniopochesci

Lun, 01/06/2020 - 15:36

Repetita iuvant. Qualche giorno fa ho scritto che è il Governo che impone un atto o un provvedimento alle Regioni. Non viceversa. Ed allora, se il Governo era consapevole della necessità di istituire le zone rosse, perché non l'ha fatto avendo il potere e gli strumenti per imporle alla Lombardia? Qualcuno glielo ha impedito? Del resto, quando il Governo ha voluto, ha impugnato di fronte al TAR l'ordinanza di chiusura delle scuole da parte del Presidente delle Marche e l'apertura dei bar da parte del Presidente della Calabria. Ergo: nessuno ha impedito al sig. Conte, qualora lo avesse voluto, di imporre le zone rosse anche contro l'eventuale diniego di Fontana. Che però adesso il Ponzio Pilato che troneggia su Palazzo Chigi faccia lo gnorri, come nel caso della nave Gregoretti, è francamente grottesco

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 01/06/2020 - 15:37

Chi, meglio del governo attuale, può costituire zone rosse..? E' nato apposta per questo, o sbaglio ?

maurizio-macold

Lun, 01/06/2020 - 15:41

X SCIMMIETTA e tanti altri (fra i quali questo quotidiano): la facolta' di aprire zone rosse appartiene sia al governo che alle singole regioni, lo stabilisce la legge 833 del 23 dicembre 1978. Ovviamente la situazione locale la conosce meglio chi governa la regione, altrimenti cosa ci stanno a fare i vari sindaci, presidenti di provincia e governatore di regione?

Ritratto di anno56

anno56

Lun, 01/06/2020 - 15:43

Come sempre in Italia le norme sono fatte per essere interpreta-te, mai che una lege sia chiara fin dall'inizio per tutti. Addirittura in questo caso andare a scomodare l'OMs che non ne ha azzeccata una è proprio ridicolo; e per completare l'opera si aggiunga che in Campania la guerra è fra il Governatore De Luca, personaggio alquanto cinematografico, ed il Sindaco di Napoli DE Magistris sull'orario di chiusura dei locali. I morti li ha sulla coscienza il governo in quanto le direttive erano sbagliate e il tutto è stato amplificato dal divieto di fare le autopsie; quando nonostante tutto hanno fatto le autopsie si sono accorti che la situazione era diversa e con il cambio di terapia qualcuno in più è stato salvato.

Nicola48ino

Lun, 01/06/2020 - 15:56

La colpa è di malcold, tutti quelli che hai elencato eccetto i sindaci sono più che altro delle poltrone che voi le avete incollate bene. L'A nostra povera Italia non è uno stato federale come gli Usa quindi comandate voi pidiotigrullini. Boccia altro emerito saccente era meglio che stava zitto.

claudioarmc

Lun, 01/06/2020 - 16:10

Poche balle gli art 117 e 120 sono in Costituzione prevalgono su leggi ordinarie in più in data 31 Gennaio 2020 Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria

baio57

Lun, 01/06/2020 - 16:15

@ Macold , almeno cinque giorni un articolo in prima pagina sullo SCANDALO EPOCALE!!!!!!!! DELLA MAGISTRATURA POLITICIZZATA, e non c'è un commento che sia uno da parte tua e dell'intelligh....ignoranzia sinistrata. NON AVETE UN MINIMO DI VERGOGNA ?

igiulp

Lun, 01/06/2020 - 16:20

Macold - E il nastro bianco rosso per chiudere e isolare tutto ce lo mette lei Macold? Non capisce che per chiudere anche solo la zona di Bergamo e valli serve ben altro? Chi comanda i militari? L'esercito (poi sparito) che ci stava a fare?

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 01/06/2020 - 16:22

@Jon Ma sì! Mandiamoli tutti all'ergastolo! Ma chi è lei, signor jon, per giudicare? Farebbe meglio a cambiare il suo nick in "Dio".

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 16:25

X maurizio-malcold 15.41: spiegami soltanto su che basi giuridiche il governo ha impugnato due ordinanze regionali, ottenendone la nullità e conseguente ritiro, una di chiusura delle scuole (Marche) e l'altra di apertura bar all'aperto (Calabria) .... Evidentemente il governo ha rivendicato, a termini costituzionali, il diritto suo esclusivo di emanare ordinanze limitative dei diritti individuali sul territorio nazionale.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 01/06/2020 - 16:26

Fra l'altro, la Regione Lombardia, come qualsiasi altra regione, non dispone di forze dell'ordine atte a far rispettare una simile ordinanza. Quindi, secondo gli accusatori dell'ultima ora, chi avrebbe dovuto mettere Fontana per controllare il rispetto della zona rossa, le guardie civiche (che all'epoca non esistevano ancora e spero proprio che non esisteranno mai)?

barbarablu

Lun, 01/06/2020 - 16:30

mentire mentire mentire e mentire ancora il governo attuale è vergognoso... ma il pdr è sempre in cerca del barbiere????

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 16:31

X maurizio-macold 15.41: "...la situazione locale la conosce meglio chi governa la regione...." infatti la regione Lombardia ha chiesto ripetutamente al governo di istituire le zone rosse nella val Seriana.... e il governo, dopo aver inviato i militari poi ritirati, ha risposto picche.

Chanel

Lun, 01/06/2020 - 16:35

La prova del nove che trattasi di materia urticante è lo scarso rilievo che questa notizia ha nei giornali e nei Tg nazionali

Schellington

Lun, 01/06/2020 - 16:36

La cosa è ancora piu semplice. La prima zona rossa fu fatta con il Governo e il ninistero dell'Interno che dispone delle forze dell'ordine. La zona rossa di Alzano era in discussione, ci sono le dichiarazioni di Brusaferro (ISS) che dichiara all'ANSA il 03/03/2020 che stanno considerando di chiudere in zona rossa anche Alzano. La Regione puo dichiarare "Zona Rossa" ma non dispone (PER LEGGE) delle forze dell'ordine e dell'esercito. Quindi va in ogni caso concordata con il governo. E si stava concordando.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 16:36

X Adespota: acuta osservazione, mi permetto solo di puntualizzare che non sono in gioco zone rosse, ma un'unica.... "super zona rossa.

maurizio-macold

Lun, 01/06/2020 - 16:42

Signor SCIMMIETTA, la costituzione italiana consente al governo (cioe' all'ESECUTIVO) di impugnare le ordinanze regionali. Se non conoscete la costituzione e le leggi fate solo delle critiche a vanvera.

maurizio-macold

Lun, 01/06/2020 - 16:45

Signor BAIO57, non facciamo di tutto un minestrone. Qui stiamo parlando di responsabilita' dei governatori di regione e dell'esecutivo di palazzo Chigi, di costituzione e di leggi dello stato italiano. Tutte cose che lei non conosce e che con smisurata arroganza ed ignoranza si permette di criticare. Se sta zitto fa migliore figura.

steluc

Lun, 01/06/2020 - 16:49

Claudio Arms sintetico ed efficace, taglia la testa al toro. Non avete voluto il voto, giallorossi? Tutto ciò che è accaduto resta in carico vostro , e già dal 31/1 avete dimostrato le vostre capacità. Siete fortunati che la magistratura è unidirezionale, avreste tutti altrimenti i Carabinieri alla porta

baio57

Lun, 01/06/2020 - 16:51

@ Chanel Come non trovi rilievo sullo scandalo epocale della magistratura, o sulle manifestazioni di migliaia e migliaia di persone nelle varie città di sabato e domenica ,o sulla voce di medici e virologi dissidenti ,non allineati al pensiero unico dominante legato al capitalismo farmaceutico globale. D'altronde bisogna ascoltare solo i "professionisti dell'informazione"...

maurizio-macold

Lun, 01/06/2020 - 16:58

Signor IGIULP, l'Italia e' come una piramide al vertice della quale c'e' il governo centrale, un gradino sotto le regioni, poi le provincie e cosi' via, ed ognuna di queste entita' ha precise responsabilita' e precisi poteri. Nel caso in questione, le ripeto, una legge del 1978 da la possibilita' alle regioni di stabilire zone rosse. Infine lei non crede che nel budget dei sindaci e dei governatori ci sia qualche soldo per comprare il nastro rosso? E sa che per gestire le forze dell'ordine ci sono il prefetto ed il questore, ecc? Insomma, abbiamo tutte le risorse a disposizione per gestire il nostro paese, il problema e' che i nostri politici (e soprattutto i vostri politici leghisti) IGNORANO totalmente procedure, leggi, disposizioni, e quant'altro, sanno solo recitare slogan imparati a memoria contro gli immigrati. Comunque, se il problema che avete e' trovare qualcuno che stenda un nastro rosso divisorio..... beh, siete proprio messi male voi lombardi.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 17:04

X maurizio-macold 16.42: lo costituzione non "consente" ma "assegna" al governo ciò che è di sua competenza esclusiva (artt. 117-120).... dalla limitazione delle libertà individuali alla profilassi internazionale (pandemia), ma dirtelo è tempo perso, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. P.S. aspetto sempre che tu mi comunichi le basi giuridiche alla base dell'annullamento delle ordinanze regionali di Marche e Calabria -citami gli articoli di legge, se sei in grado ..... a parte il fatto che a non conoscere la costituzione italiana sei proprio tu, tu conosci solo quelle dei regimi comunisti.

oracolodidelfo

Lun, 01/06/2020 - 17:11

scimmietta 14,56 - Vangelo di Matteo 6.1-6.18: non sappia la tua destra quello che fa la tua sinistra. In Italia, la sinistra.....non sa quel che fa la sinistra....

anna.53

Lun, 01/06/2020 - 17:17

La grave faccenda è sempre quella: pletora di leggi sulla carta, definizione di responsabilità e dei decisori poco chiara o nulla. In un contesto pandemico, dove l albero delle responsabilità e dei compiti (e i materiali di base x fronteggiare il virus nuovo), a maggior ragione dovrebbero esser stati chiari e presenti sin dall'inizio, almeno come prevenzione. La confusione colpevole, oltre che la contemporaneità dei contagi (e l'impreparazione sul territorio) hanno contribuito a rendere luttuoso un evento emergenziale proclamato a fine gennaio, di cui però si poteva sospettare da prima. Trovare un solo colpevole di tutto sarebbe folle, in simile caos organizzativo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 01/06/2020 - 17:22

Se non mentono, non sarebbero comunisti.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 01/06/2020 - 18:21

A quando una puntuale e tempestiva riorganizzazione di tutto quel coacervo di Leggi che in definitiva ostacolano il normale convivere del cittadino elettore sovrano e contribuente?

rigampi1951

Lun, 01/06/2020 - 19:02

Vorrei dire all'arrogante komunista Boccia che per attaccare Fontana con delle gran balle, bisogna avere la memoria buona, altrimenti si casca a dire il contrario appena si apre bocca. Meditate gente su quanto sono bugiardi Conte & Co

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 01/06/2020 - 19:12

La sinistra continua a sparare fesserie. Non è colpa loro, ma dell’ignoranza diffusa.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 01/06/2020 - 19:37

Questo è il governo? Forse quello degli incapaci? La musica è sempre la stessa.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 19:40

X oracolodidelfo: "L'uomo dabbene, dal suo tesoro buono, cava cose buone; il malvagio da un tesoro cattivo, cava fuori il male. Ora vi dico che nel giorno del giudizio gli uomini renderanno conto di ogni parola vana che avran proferita, perché tu sarai giustificato dalle tu parole e dalle tue parole sarai condannato" (Matt. 12/35-37).... "Sia invece il vostro parlare "si, si" e "no, no"; il di più viene dal maligno" (matt. 5.-37) .... basta e avanza.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 01/06/2020 - 19:41

X oracolodidelfo: "L'uomo dabbene, dal suo tesoro buono, cava cose buone; il malvagio da un tesoro cattivo, cava fuori il male. Ora vi dico che nel giorno del giudizio gli uomini renderanno conto di ogni parola vana che avran proferita, perché tu sarai giustificato dalle tu parole e dalle tue parole sarai condannato" (Matt. 12/35-37) "Sia invece il vostro parlare "si, si" e "no, no"; il di più viene dal maligno" (matt. 5.-37) .... basta e avanza.

Mannik

Mar, 02/06/2020 - 16:10

De Lorenzo, non serve che continui a dare prova della sua assoluta inadeguatezza alla professione. Lo si è capito da tempo. Ci sono leggi, De Lorenzo, L-E-G-G-I che davano alla Regione l'autonomia di intervento, lo ha ammesso lo stesso Gallera, quando venne messo alle strette. La PM ha sparato una grandissima cavolata e se ne accorgerà.

oracolodidelfo

Mar, 02/06/2020 - 17:15

Mannik 16,10 - allora la medesima "cavolata" l'ha sparata anche il Tar Calabrese che ha dato ragione a Boccia, sentenziando che solo il Governo centrale ha il potere delle aperture e chiusure. Se ne accorgerà anche il Tar calabrese?