Lerner: "Salvini travolgerà M5s Rischio nuovo fascismo"

Gad Lerner ha le idee chiare sul nuovo governo gialloverde nato dall'unione tra M5s e Lega. Poi si lancia in una profezia sul futuro dell'esecutivo

Lerner: "Salvini travolgerà M5s Rischio nuovo fascismo"

Gad Lerner ha le idee chiare sul nuovo governo gialloverde nato dall'unione tra M5s e Lega. Il cronista di fatto, in un'intervista al Tempo, si concentra di più sulla figura di Matteo Salvini. Nel leader della Lega e nelle sue mosse politiche, Lerner vede qualcosa che ha radici profonde nella storia del Novecento italiano: il fascismo. Un chiodo fisso quello di Lerner che spiega così: "Questa destra di oggi strizza l'occhio all'iconografia del fascismo perché questa sua retorica di prima gli italiani è antica. Affonda nel Giovanni Pascoli del 1911, ammirato per 'la grande proletaria' che si è mossa con la guerra coloniale in Libia. Secondo Pascoli grazie a quella politica coloniale migliaia di migranti italiani potevano avere uno sbocco per le loro vite. Un patriottismo proletario che, dopo dieci anni, avrebbe fatto vincere il fascismo".

Poi però analizza in modo tecnico gli scenari politici e si lancia in una profezia su come andrà a finire tra Di Maio e Salvini dopo questa esperienza di governo: "Vedo i 5 Stelle subalterni perché la Lega di Salvini è dotata di una forte ideologia. I 5 Stelle sono friabili e non mi stupirei se Salvini li travolgesse dopo averli egemonizzati. Vede, una componente di sinistra che li ha votati i 5 Stelle non è detto non possa scivolare ancora più a destra". Secodno Lerner dunque i Cinque Stelle potrebbero essere inghiottiti da Salvini che a suo dire ha colto il momento propizio: "Oggi quell'intuizione di intercettare questa pulsione sotterranea l'ha avuta Matteo Salvini, capace di trasferirla dal nord all'intero territorio nazionale".

Commenti

Grazie per il tuo commento