L'omaggio di Mattarella alla Polizia di Stato "Garantite libertà e legalità nell'emergenza"

Il capo Giannini: "Ci stringiamo intorno ai nostri concittadini". Oltre 40 milioni di controlli. Morti per Covid 14 agenti, 10mila i contagiati

L'omaggio di Mattarella alla Polizia di Stato "Garantite libertà e legalità nell'emergenza"

Un impegno importante, che è stato di grande aiuto al Paese, quello della Polizia di Stato in questo anno di pandemia. Ieri il 169esimo anniversario della fondazione del Corpo è stato celebrato al Quirinale alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

«Desidero esprimere a tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato - ha detto il capo dello Stato - i sentimenti di gratitudine e di riconoscenza dell'intero Paese per l'opera svolta a presidio delle libertà democratiche e della legalità, da ultimo nel delicato contesto dell'emergenza sanitaria»

E ha proseguito: «Le donne e gli uomini della Polizia di Stato hanno assicurato la vigilanza dello Stato ai cittadini in momenti di difficoltà e di disorientamento, anche con iniziative di informazione e sensibilizzazione della popolazione. Come pure mediante concreti gesti di solidarietà». Le attività di polizia del 2020 sono state rimodulate a causa dell'emergenza sanitaria. In un anno i controlli sulle persone sono stati quasi 38 milioni e più di 9 milioni e mezzo sugli esercizi commerciali.

Gli italiani hanno risposto con disciplina e rispetto delle regole. Altro punto fermo è stato costituito dal Servizio sanitario della Polizia con quasi 16 milioni di dispositivi di protezione individuale distribuiti ai poliziotti italiani e poco più di 75mila i controlli effettuati sul personale, tra tamponi e test sierologici.

Inoltre, nell'hub di Roma della Polizia sono stati vaccinati oltre 10mila cittadini over 80. Il capo della Polizia, Lamberto Giannini, ha ringraziato il capo dello Stato, ricordando: «Oggi più che mai siamo chiamati a stringerci intorno ai nostri concittadini. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato non si sono risparmiati, operando con dedizione e spirito di sacrificio, svolgendo una efficace azione a tutela della sicurezza nazionale. Abbiamo perso quattordici colleghi e oltre 10mila tra donne e uomini hanno sofferto il contagio e la malattia. Uno su dieci è stato colpito, talvolta in maniera davvero dura, ma, signor Presidente, non ci siamo mai fermati».

Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, ha chiarito: «Il presidente della Repubblica ha insignito la bandiera della Polizia di Stato della medaglia d'oro al merito civile, per il decisivo contributo assicurato, anche nelle fasi più drammatiche, per la coesione del Paese, la tutela delle libertà fondamentali e la saldezza delle Istituzioni democratiche. L'azione della Polizia di Stato, nel difficile momento che stiamo vivendo, si è contraddistinta per la capacità di affrontare, con il consueto senso di responsabilità e di equilibrio, una nuova e inedita sfida connessa a una crisi sanitaria mondiale senza precedenti».

Commenti