L'Ungheria e l'alleanza con l'Italia: domani il vertice Salvini-Orban

Il ministro degli Esteri ungherse sottolinea la vicinanza tra Budapest e Roma. Ma sulla Diciotti è arrivato un "no" all'accoglienza

L'Ungheria e l'alleanza con l'Italia: domani il vertice Salvini-Orban

L'Ungheria appoggia l'Italia sulla lotta all'immigrazione? Se da un lato c'è un filo diretto tra Budapest e Salvini, dall'altro, proprio sul caso Diciotti, dall'Ungheria è arrivato un "no" sull'accoglienza dei migranti sbarcati dalla nave della Guardia Costiera. Alla vigilia però dell'incontro tra Salvini e Orban, il ministro degli Esteri ungherese, Peter Szijjarto ha affermato: "Nella politica d'immigrazione dell'Ungheria e dell'Italia ci sono punti di convergenza. La difesa dei confini dell'Europa consiste nella gestione dell'immigrazione. L'Ungheria ha già dimostrato che i confini di terraferma possono essere difesi. L'Australia e l'Italia hanno dimostrato che anche i confini marittimi possono esserlo".

Parole queste che di fatto sono arrivate a qualche giorno dall'incontro proprio alla Farnesina tra lo stesso ministro degli Esteri ungherese e il l'omologo italiano, Moavero. In quell'occasione Budapest ha rifiutato l'ipotesi di ospitare una quota dei migranti presenti a bordo della Diciotti. E di fatto anche la stessa Commissione Ue non ha potuto imporre l'accoglienza agli Stati membri. Circostanza questa che una fonte di Bruxelles ha chiarito oggi: "Possiamo usare tutto il peso diplomatico che abbiamo, possiamo usare tutti i contatti con gli Stati membri che abbiamo, ma se alla fine non vogliono prendere impegni non possiamo costringerli perchè è su base volontaria". Insomma nel vertice tra Salvini e Orban si gioca una partita decisiva per il futuro delle relazioni tra Italia e Ungheria, ma anche per il futuro delle strategie da mettere in campo per evitare che si possano creare nuovi "stalli" come quello della nave Diciotti.

Commenti