Maryan Ismail: "I musulmani non si schierino con il M5S"

La candidata del centrodestra alle regionali in Lombardia attacca Davide Piccardo per il suo appoggio al M5S

Maryan Ismail: "I musulmani non si schierino con il M5S"

"Quest' orientamento verso il M5S non ha senso. È molto grave questo tenativo di imporre una divisa ideologica ai musulmani italiani". Maryan Ismail, con un passato nel Pd e ora candidata alle regionali in Lombardia con il centrodestra, attacca apertamente Davide Piccardo, figlio di Hamza Roberto Piccardo, uno dei fondatori della "Costituente islamica", per il suo appoggio ai grillini.

Piccardo "disse che i musulmani avrebbero votato Movimento 5 Stelle. E la Costituente islamica è stata sollecitata in questo senso", spiega al quotidiano Libero che l'ha intervista. Una svolta rispetto a quando invitava a votare Pd. Ma, aggiunge Ismail noi musulmani "non siamo un gregge", aggiunge e sottolinea che "la comunità musulmana, non solo quella italiana, è molto più complessa e articolata di quello che vuole far credere la parte più esposta mediaticamente". E ancora: "Sono almeno vent' anni che i 'vertici' della Comunità investono sulla comunicazione. Ricordo che tre giorni prima di chiudere la campagna elettorale per l' elezione del sindaco di Milano, nel 2016, lo scrittore Tariq Ramadan disse che gli islamici avrebbero dovuto battersi per un jihad nella comunicazione. Inaccettabile". Ismail, che ha lasciato il Pd dopo l' elezione a Milano dell'integralista Sumaya Abdel Qader, si dice ottimista per questa sua campagna elettorale fatta tra le file di Energia per l'Italia di Stefano Parisi:"Il Pd è alle spalle, ho scelto un' altra strada lontana dagli estremisti".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento