Mattarella non ha il piano B. Se il governo cade, si vota

Il Quirinale non entra nella bagarre Lega-Cinque Stelle e spera che la crisi rientri. Escluso un esecutivo tecnico

Sorrisi, cordialità, tanti selfie nel Salone dei Corazzieri con le invitate per la festa dell'otto marzo. Il governo balla parecchio, lunedì può cadere, ma Giuseppe Conte cerca di cancellare, quasi di esorcizzare il braccio di ferro violento sulla Tav che sta dilaniando la maggioranza: «Non ci sarà nessuna crisi, presidente, ne sono sicuro. Sarebbe assurdo». Sergio Mattarella non gli risponde. Forse pure lui la pensa così, spera che in qualche modo lo scontro rientri in fratta e si trovi una soluzione che riavvii i lavori salvando la faccia ai grillini. Anche perché al momento dal Quirinale un'alternativa non si vede: se i gialloverdi implodono, toccherà tornare al voto in primavera. Intanto però l'alta velocità deve ripartire. «Sono necessarie - avverte - delle politiche pubbliche volte ad ampliare la base occupazionale».

Dopo lo «stupore» e lo «sconcerto» per l'ultima puntata della telenovela Torino-Lione, ora gli umori registrati sul Colle tendono alla «forte preoccupazione». Vista da lassù, la disputa appare davvero surreale e «difficile da capire». Mattarella è costretto a muoversi con circospezione. «È ancora tutto avvolto nella nebbia più fitta», dicono. Se i cantieri venissero chiusi, il danno economico e di reputazione internazionale dell'Italia sarebbe enorme: penali da pagare, fondi europei persi, rapporti commerciali con i francesi rovinati. Ce lo possiamo permettere? Senza contare che soltanto grazie a Mattarella è stata tamponata a fatica la crisi diplomatica con Parigi provocata dagli incauti incontri di Luigi Di Maio con l'ala violenta dei gilet gialli. E senza parlare dell'isolamento politico in cui finirebbe il Paese. E del «diritto» negato ai cittadini di contare su infrastrutture moderne e veloci. È stata fatta, si chiedono al Quirinale, «questa analisi costi-benefici»?

Dunque la situazione è molto seria ma per fortuna ancora aperta. Mattarella ha deciso di affrontarla alla sua maniera, sotto traccia, con contatti riservati e pochi interventi pubblici. Gli animi sono troppo surriscaldati, Salvini e Di Maio continuano ad azzuffarsi e le posizioni sembrano inconciliabili. Serve «prudenza», perché una parola in più potrebbe far precipitare le cose. Così l'unico accenno esplicito del presidente alla questione Tav, annacquato in mezzo al discorso per l'otto marzo, è quella frase che invita a preoccuparsi dei posti di lavoro.

C'è poi un certo allarme per le conseguenze politiche della prova di forza Lega-Cinque stelle, con la crescita deludente e la manovra correttiva sullo sfondo. Giovedì si era aperto uno spiraglio, ieri i toni si sono rialzati. Magari è solo fumo, magari stanno cercando una soluzione che non umili nessuno, però per la prima volta Salvini e Di Maio hanno cominciato a polemizzare direttamente e con durezza e, sempre per la prima volta, si è ipotizzata una crisi di governo. E la storia della Repubblica italiana insegna che quando i partner di una maggioranza iniziano a litigare, nessuno può sapere come andrà a finire. Se lo scontro sale troppo di intensità, poi è difficile «rimettere dentro il dentifricio».

In questo caso il problema sta nell'assenza di alternative praticabili. Il Quirinale insomma non ha un piano B. Se la barca Conte andrà per scogli, anche al di là della volontà dei nocchieri, sarà quasi impossibile riuscire a mettere in piedi un'altra maggioranza. Niente governi tecnici, nessun esperimento spericolato. C'è, in teoria, la possibilità di una coalizione di centrodestra Lega-Forza Italia, FdI, con il contributo di volenterosi e fuorusciti da M5S. Ma, oltre ai dubbi del Colle, Matteo Salvini non sembra interessato a una simile soluzione «naturale». Piuttosto, preferisce andare alle urne e capitalizzare il trenta-trentacinque per cento che gli assegnano i sondaggi per presentarsi poi al prossimo giro con il doppio dei parlamentari raddoppiata. A quel punto sarebbe lui a dare le carte.

Commenti

VittorioMar

Sab, 09/03/2019 - 08:27

..se è VERO : MAGARI !!..e cosa aspetta visto che il PAESE E' BLOCCATO ??...SPERIAMO !!!

HappyFuture

Sab, 09/03/2019 - 08:30

Il piano B? USCIRE DALLA UE!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 09/03/2019 - 08:38

Se fosse vero,andrei a votare volentieri,non vorrei che queste intenzioni fossero un trappolone comunista.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/03/2019 - 08:44

il piano b è..... berlusconi! votatelo tranquillamente e lasciate perdere i vostri pregiudizi :-)

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Sab, 09/03/2019 - 08:49

C'è l'occasione delle elezioni europee in Maggio , a me sembra uno spreco non abbinare le elezioni politiche. Non cambierà un tubo, lo si sa. Ma almeno si sfogano tra loro, ingannano i sudditi ulteriormente, promettono tutto e mantengono niente, e si annidano nel corpaccione putrido dello stato per estrarne tutto il possibile. La sagra massima dei politici delinquenti e ladri, insomma. E la gente andrà a votare e continuerà a pagare tasse da confisca.

Happy1937

Sab, 09/03/2019 - 08:55

Al Voto, al Voto! E liberiamoci di questi sciagurati ignoranti grillini che in solo 7 mesi hanno fatto più danni dei bombardamenti americani della seconda guerra mondiale.

19gig50

Sab, 09/03/2019 - 09:01

Bene, questo è quello che deve fare un Presidente super partes. Se vero, ha riacquistato 100 punti.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 09/03/2019 - 09:05

Con queste premesse credo che la cosa migliore per Salvini sia quello di mandare a monte questo governo con una parte attiva ed un'altra che butta soldi a pioggia in tutto il meridione e verso i fannulloni.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Sab, 09/03/2019 - 09:10

SPERIAMO SIA VERO,BASTA CON I DILETTANTI CHE GOVERNARE NON NE CONOSCONO NEPPURE IL SIGNIFICATO, RITORNINO SUI BANCHI DELLA SCUOLA MATERNA. NON SI RENDONO CONTO I PENTASTELLATI CHE HANNO PRESO VOTI SOLO DALLE PROMESSE ELETTORALI, CHE NON CI SARANNO FORTUNATAMENTE PIU'

Ritratto di Pinone

Pinone

Sab, 09/03/2019 - 09:11

Il presidente della Repubblica non indirà mai le elezioni prima della scadenza naturale del parlamento. Il PD non ha interesse ad andare al voto adesso e neppure Forza Italia, quindi se cade questo governo arriva Cottarelli e i tecnici...

sergio_mig

Sab, 09/03/2019 - 09:11

SAGGIA DECISIONE DI TORNARE AD ELEZIONI SE IL GOVERNO CADA, DASTA NON SE NE PUÒ PIÙ DI QUESTI GRILLINI CHE CI RIDUCONO ALLETAÀ DELLA PIETRA. POI NON ÈPOSSIBILE CHE UN PARTITO DI GOVERNO SIA GESTITO DA UNA SRL, QUESTO NON DEVE ESSERE PERNESSO È ILLEGITTIMO E VA PERSEGUITO PER LEGGE.

GioZ

Sab, 09/03/2019 - 09:13

Mattarella non ha mai avuto un piano A, per cui dubito che abbia il B. Inconsistente come una nuvola, a meno che non riceva il copione da Bruxelles.

NicaPignatelli

Sab, 09/03/2019 - 09:19

No!!!

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 09/03/2019 - 09:24

Ottima idea, bisognerebbe far pagare le spese agli idioti! Solo in questo caso una spiccata rivitalizzazione dei neuroni tutto è possibile, ma temo proprio perché idioti lo sforzo sarebbe impari. L’ unica consolazione che poi dovranno fare i conti con la maggioranza degli Italiani.

rudyger

Sab, 09/03/2019 - 09:28

pensate un pò, il presidente non ci dorme la notte invece noi siamo tutti allegri !

Ritratto di nordest

nordest

Sab, 09/03/2019 - 09:50

Salvini approfittane ora che Mattarella ha capito che pagliacci sono i 5 stelle; aggiungi anche il referendum del reddito, pro fannulloni.

buonaparte

Sab, 09/03/2019 - 09:55

il piano b ce ed eccome . MATTARELLA SE CADE QUESTO GOVERNO NON VEDE L'ORA DI DARE IL COMPITO AL 5 STELLE PER FARLO CON IL PD CHE SOSTITUIREBBE LA LEGA VISTO CHE ORA CE ZINGARETTI CHE E' DISPONIBILE A FARLO CON I GRILLINI. METTETE VIA QUESTO COMMENTO.

Mborsa

Sab, 09/03/2019 - 09:59

Speriamo che sia così! Se cadesse il governo, circa 2/3 dei parlamentari vorrebbero nuove elezioni, la stessa maggioranza pro TAV. Il M5S preferisce "subire" una decisione del parlamento sulla TAV o andare incontro ad pesante ridimensionamento alle elezioni? Se il PdR non auspica formule innaturali di governo, il M5S nn può che acconsentire ad una verifica in parlamento sulla TAV.

steluc

Sab, 09/03/2019 - 10:01

Ho i miei dubbi che il Colle sciolga le camere. Cadere su una ferrovia, tra l’ altro progettata decenni fa da altri, è follia pura.Questo governo non doveva balbettare, ma ruggire, contro le elitesla magistratura le Coop e gli schiavisti , abbassare le tasse e fare investimenti in quantità industriale,fregandosene di Ue ed Anac. E la tav sarebbe stata solo un dettaglio, invece che un trappolone.

xgerico

Sab, 09/03/2019 - 10:01

Contenextus-Sab, 09/03/2019 - 08:49 Ma lei sa quanto tempo passa prima di andare a nuove elezioni o scrive tanto per scrivere?

bastanegri

Sab, 09/03/2019 - 10:10

Sarebbe il momento perfetto, così salterebbe il reddito di nullafacenza e i grillini sparirebbero. Si potrebbe fare un election day con le europee.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 09/03/2019 - 10:17

Il Centrodestra deve andare all'assalto dell'Europa per il riconoscimento delle radici giudaico-Cristiane, perché in Italia su queste posizioni si difende ottimamente.

cangurino

Sab, 09/03/2019 - 10:19

tutto sommato non sarebbe poi così male, alle elezioni Lega 36%, FdI 5% ed insieme fanno la maggioranza in parlamento.

rigampi51

Sab, 09/03/2019 - 10:23

Ha ragione Elvissso, potrebbe benissimo essere una trappola, quando il dormiente si sveglia potrebbe fare danni, in caso contrario , se fosse vero, Mattarella guadagnerebbe in popolarità

pier1960

Sab, 09/03/2019 - 10:25

complimenti agli autori dei commenti...è proprio vero che non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere...in questi ultimi anni i governi che si sono alternati hanno soltanto impoverito gli italiani onesti, tagliando servizi essenziali quali sanità e istruzione e costringendoci a lavorare oltre 70 anni per mantenerli nel lusso, nei privilegi e permettere loro di continuare a svendere l'italia ai soliti amici (vedi autostrade, ilva ecc.)...ma forse i commentatori fanno parte della casta, degli illuminati autoreferenziati che si elevano rispetto ai comuni mortali......

alex82

Sab, 09/03/2019 - 10:25

Ci mancherebbe altro! L'alternativa alle elezioni sarebbe una maggioranza pasticciata e senza bussola chiara...Dio ce ne scampi e liberi! Sono necessarie elezioni prima dell'estate che diano pieno mandato al centro-destra di applicare il programma già votato nel 2018.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/03/2019 - 10:25

Benissimo. Si vada a votare subito, così cambieranno le percentuali in Parlamento, dove i grillini perderebbero oltre la metà dei voti e ci sarebbe il boom della Lega e del cdx. Così pure alle europee. Potrebbe essere un'occasione farle in contemporanea per non spendere denaro, ma fare pulizia al Parlamento, anche dei vecchi tromboni PD e di sinistra. Di Maio e grillini, dovrebbero uscire dalla scena, visto che hanno nel loro regolamento non più di due legislature. Saranno fedeli a quanto scritto di loro pugno, oppure.... al solito... come tutti gli altri...come sempre...

tonipier

Sab, 09/03/2019 - 10:28

" SE FOSSE VERO SIAMO SULLA BUONA STRADA"

steacanessa

Sab, 09/03/2019 - 10:30

Ne farebbe, finalmente, una giusta. L’altra sarebbe andare al csm a esercitare la funzione di presidente.

pier1960

Sab, 09/03/2019 - 10:31

happy1937 lo sai i governi precedenti cosa hanno fatto per gli italiani? in ogni legge di bilancio hanno tagliato fondi per sanità, istruzione, insomma per tutti i servizi pubblici...tanto la casta ha la sanità privata, scuole private, vive scortata, a spese del popolo bue che tanto disprezza... questo governo pur con tutti contro, dai cattocomunisti, dagli industriali, a tutta la ue timorosa di perdere potere e privilegi, ha tolto i vitalizi, ridotto i privilegi della casta, rinegoziato la cessione dell'ilva a favore degli italiani, modificato la fornero fissando una età pensionabile equa anche per permettere ai giovani di trovare un lavoro, bloccato l'invasione dei clandestini che arricchiva coop e onlus cattoliche..sta bloccando non certo le opere utili ma le mangiatoie già decise dai poteri forti a carico degli italiani (olimpiadi di roma, tav ecc.). ma tu da che parte stai?

pier1960

Sab, 09/03/2019 - 10:33

strano che non riproponga il suo amichetto cottarelli...ma già ora lo scenario è cambiato: governissimo con PD ripulito (????) forza italia riabilitata (???) e lega che non ha potuto governare per colpa dei 5 stelle (???)...questo gli italiani vogliono e si meritano...

cameo44

Sab, 09/03/2019 - 10:38

Tutti questi luminari della politica dal PD a FI non hanno capito nulla questo Governo è duro a morire e troveranno sempre un compro messo per durare sono in carica da solo otto mesi e non hanno matura to nessun diritto motivo per cui sono vane le speranze e gli auspici delle opposizioni che cada salvo qualche catastrofe da quando è in carica hanno avuto dei dissapori e delle divergenze ma hanno trovato sempre la soluzione con la complicità di Conte che non disdegna di sedere su quella poltrona

lolafalana

Sab, 09/03/2019 - 10:43

Non ho capito, se Napolitano a caduta di Governo impone motu proprio governo tecnico o insedia Monti senza elezioni NON VA BENE, se Mattarella a caduta di Governo non ha piano "B" e correttamente rinvia ad elezioni NON VA BENE LO STESSO, insomma non vi va bene comunque, ma che volete allora? Fate pace con il cervello, banderuole...

DRAGONI

Sab, 09/03/2019 - 10:46

BENE.SI OTTERREBBE UNA DRASTICA RIDUZIONE DELI ELETTI PENTASTENTALI E SOPRATTUTTO UN RICAMBIO DEGLI ATTUALI"NO A TUTTO", A FINE DEI DUE MANDATI!!

Papilla47

Sab, 09/03/2019 - 10:48

Il presidente non solo dovrebbe avere un paino B ma tanti alti fino alla Z. Non si era mai visto attivo come in questo periodo si vede che col precedente governo non aveva diritto a visibilità.

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Sab, 09/03/2019 - 10:57

Cero, l'ipotesi del voto anticipato è ottima; tuttavia POTREBBE accadere QUALCOSA (qualsiasi cosa), per cui ... ahimé ci serve un governo tecnico o l'orgasmo mattarelliano.. .un governo 5 stelle- PD rinnovato. scommetterei sulla seconda ipotesi

mcm3

Sab, 09/03/2019 - 10:59

Non penso il governo cada ma se siodovesse tornate al voto Forza Italia non raggiungerebbe nemmeno il Quorum, verreste cancellati per sempre

Cheyenne

Sab, 09/03/2019 - 10:59

CHE FINALMENTE ABBIA IMPARATO CHE LA DEMOCRAZIA E' VOTARE E NON COTTARELLI??

Duka

Sab, 09/03/2019 - 11:00

Lo doveva fare un anno fa: ORA ABBIAMO PERSO FACCIA E SOLDI - Quando si assume un incarico occorre farsi prima un esame di coscienza e chiedersi se si è in grado di farlo.

Valvo Vittorio

Sab, 09/03/2019 - 11:01

Il piano B non esiste con le forze in campo stabilite dalle recenti elezioni nazionali! Mattarella, durante gli incontri per la formazione di un governo, si rese conto che una maggioranza di sinistra non era possibile e tentò un governo breve che portasse a nuove elezioni. Le idee comuniste mal si conciliano con quelle liberal-democratiche! Adesso, qualora non si pervenga a una soluzione ragionevole, il voto anticipato è un percorso obbligato.

flip

Sab, 09/03/2019 - 11:02

anche il quirinale è nel caos?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 09/03/2019 - 11:21

Se quanto riportato nel pezzo corrisponde al vero, a parte il tifo comprensibile de Il giornale "pro Salvini e pro Silvio", la situazione per me prende una piega molto delicata. Se Salvini tiene il punto, i pentastellati rischiano di schiantarsi: 1. Se fanno retromarcia (perdendo faccia e ulteriori voti); 2. Se fanno saltare il governo (alleanze pro Pd non gioverebbero al programma dei %s) e si va al voto. L'unica soddisfazione che possono togliersi prima di rendersi ininfluenti nel prossimo quadro politico, è di mandare (tipo muore Sanso9ne con tutti i Filistei) Salvini a processo (non è detto che venga condannato). In questo caso le perdite elettorali dei 5s per me aumenterebbero ulteriormente. Cerchino una terza via, piuttosto..

gpetricich

Sab, 09/03/2019 - 11:53

La Costituzione non prevede alcun piano B. Quando un governo cade è previsto che il Presidente sciolga le camere ed indìca nuove elezioni. Per inciso, il malvezzo anticostituzionale adottato da presidenti sinistri di procedere ad alchimie e reimpasti per consegnare il paese ai compagnuzzi è una negazione del parere espresso dal popolo e quindi della democrazia e della libertà.

MEFEL68

Sab, 09/03/2019 - 12:07

@@@ Happy1937 - Esaggggerato!!! Alla sinistra avete perdonato tutti i danni che ha fatto e all'attuale coalizione non perdonate niente. Al primo stallo la volete spazzare via. E' l'incoerenza che dà fastidio.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 09/03/2019 - 12:13

Speriamo !!!!!

MEFEL68

Sab, 09/03/2019 - 12:13

Se dovesse cadere il Governo, perchè dovremmo subito votare? Salvini potrebbe tentare con altri alleati. Ricordo che quando è caduto il governo del non eletto Monti, il Presidente della repubblica ha dato l'incarico a Letta; caduto Letta l'ha dato a Renzi; caduto anche lui, l'ha dato a Gentiloni. Ben quattro tentativi fino ad arrivare alla scadenza della legislatura. Perchè 2 pesi e quattro misure??? Non è democrazia questa!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 09/03/2019 - 12:13

Non e' che nuove elezioni siano la panacea dei problemi, anzi stando alle intenzioni di voto sarebbero un vero disastro. Lega e FdI non raggiungono la maggioranza ed ogni altro accorpamento sarebbe deleterio. Quindi avremmo ancora gli stessi problemi attuali. Non si vede chi potrebbe unirsi per un governo serio. No FI ne PD che hanno portato al fallimento il paese e ci hanno fatto invadere per schifosi 30 denari. M5S sono bravi a brontolare ma non sanno porre in essere rimedi seri e poi in 7 mesi si sono mangiati un 13% proprio da principianti piuttosto incapaci a costruire, abilissimi nel harakiri.

giovanni951

Sab, 09/03/2019 - 12:22

e meno male visto che i piani B ci hanno sempre rifilato governi non eletti.

agosvac

Sab, 09/03/2019 - 12:34

Decisione molto responsabile! Se cade questo Governo, si torna alle urne. Con questa decisione del Presidente, forse i grillini potrebbero rinsavire perché elezioni significherebbero la loro completa sparizione dal Governo.

Ritratto di Mona

Mona

Sab, 09/03/2019 - 13:29

Mattarella ha un piano B ma non è quello del dare la parola al popolo. Il suo piano B è quello di FICO: PD+M5S per i prossimi tre anni con DiMaio-Zingaretti come vice premier. e Conte che resta premier.

carlottacharlie

Sab, 09/03/2019 - 13:37

Meno male, caro Presidente. Se manterrà la rotta corretta salirà nella considerazione degli italiani che ne han visti troppi di Presidenti senza nerbo e rettitudine.

Malacappa

Sab, 09/03/2019 - 13:48

Mgari cosi la lega governera'da sola senza sti inutili grillini

maurizio-macold

Sab, 09/03/2019 - 14:17

Salvini non fara' cadere il governo perche' ha PAURA !!!! Ha paura per il caso Diciotti ed ha paura che il M5S possa allearsi con il PD, ma cosi' si e' messo in un vicolo cieco e dovra' accettare le proposte del M5S sulla TAV e sulle autonomie regionali facendo una figura da dilettante allo sbaraglio. Sta per finire anche il periodo d'oro di Salvini, e questo e' un bene per il paese.

elpaso21

Sab, 09/03/2019 - 15:08

Ma non si doveva fare il Governo dei Trombati?

Duka

Sab, 09/03/2019 - 16:15

NON ha il piano B e il fallimento, prevedibile, del piano A è sotto gli occhi di tutti.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 09/03/2019 - 16:42

Cade il governo? Governo pd 5s. Garantito.

mifra77

Sab, 09/03/2019 - 16:53

Una bella mossa da comunista! La Lega potrebbe essere tentata ed i cinquestelle, scaricati, decimati e zittiti. In alternativa, i cinquestelle che sanno di aver perso consenso e di essere praticamente decimati e ricacciati all'opposizione, con le naturali conseguenze che seguiranno ai loro provvedimenti, decidano di sottomettersi e mantenere le poltrone. Niente elezioni e lasciare che Zingaretti abbia il tempo di cucinarsi nel suo brodo e riportare il PD nel caos.

Reip

Sab, 09/03/2019 - 17:08

Non e’ vero! Assolutamente no! Non converrebbe alla sinistra... Se il Governo cade ci sara’ un Governo tecnico di sinistra e le elezioni ve le dimenticate!!!

Gianca59

Sab, 09/03/2019 - 17:29

Si vota ? Speriamo he cada.

arkangel72

Sab, 09/03/2019 - 17:41

Qualche giorno fa l'agenzia Fitch, i cui membri nessuno conosce..., ha detto che in Italia potrebbero esserci elezioni anticipate. Ovviamente tutta la stampa fa da grancassa quando si tratta di obbedire ai "poteri" forti e sopratutto occulti! Il Quirinale non è che non ha un piano B, ma attende ordini per attuare un piano B!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 10/03/2019 - 00:12

gpetricich - 11:53 Se ben ricorda, in caso di governo dimissionario/sfiduciato, il P.d.R. incarica (non è vietato dalla costituzione) un parlamentare "esploratore" per constatare se esiste in parlamento una maggioranza diversa da quella sfiduciata/dimisionaria. Se esiste il P.d.R. nomina un p.d.c. che prova a formare un governo e mandarlo in parlamento per ottenere la fiducia, altrimenti si va al voto.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 10/03/2019 - 00:22

maurizio-macold - 14:17 Sicuro? E con quale programma politico, visto che M5s e Pd sono antitetici sulla quasi totalità del programma concordato con la Lega? Sarebbero daccordo sul r.d.c. sulla quota 100, sul Tav, sugli inchini fatti da Renzi e Gentiloni ai governi franco-tedeschi, sul riaprire lo stargate immigrazione ben sapendo, come disse Minniti nel giugno del 2018 che "L' immigrazione è un tema cruciale per tutte le democrazie e non solo per l' Italia. Il Pd ha perso le elezioni perché non ha saputo rispondere a due sentimenti profondi, la rabbia e la paura. (..) «La sinistra riformista ha fatto un sacco di cose al governo e ha ottenuto dei risultati ma ha trattato con supponenza la rabbia e la paura dei ceti più deboli.» Al posto suo sarei scettico, penserei piuttosto ad un rinsecchimento progressivo di M5s che è quello che vuol fare Zingaretti.

flip

Dom, 10/03/2019 - 10:39

ma il "vate" napolitano, questa volta, non ha niente da suggerire al non eletto? pdr?