Merkel, avviso di sfratto Cdu terzo partito battuto dall'ultradestra

In Mecklemburgo-Pomerania (ex Ddr) l'AfD sorpassa i cristiano-democratici. Spd prima

Berlino - L'avanzata di Alternative für Deutschland non si arresta e stravolge i rituali della politica tedesca: domenica è stato il turno del Mecklemburgo-Pomerania anteriore. Qua AfD ha strappato il 21,4% dei consensi entrando a gamba tesa nel Parlamento di Schwerin, la nona assemblea statale conquistata in nove elezioni consecutive. Tutti i partiti rappresentati al Landtag hanno pagato il loro contributo di seggi al partito di Frauke Petry ma paradossalmente la sconfitta più bruciante è quella subita dalla Cdu della cancelliera: i cristiano-democratici hanno perso meno di tutti ma sono scivolati al 19,4%, lasciando lo scettro di secondo partito nelle mani di AfD.

La campagna condotta dalla formazione populista si è dunque rivelata vincente, spostando l'attenzione degli elettori del MeckPomm uno dei più poveri e marginali Länder tedeschi sul tema dei profughi. La batosta è tutta per Angela Merkel: era stata lei a dettare un anno fa alla Germania la politica di accoglienza dei rifugiati mediorientali ed è oggi il suo partito a pagare. Ecco dunque spiegate le facce soddisfatte indossate dai socialdemocratici davanti alle telecamere. Un mese fa l'Spd sembrava spacciata, destinata a precipitare da 35 al 22%. Letti i sondaggi, un mese fa il premier socialdemocratico uscente, Erwin Sellering, ha fatto di necessità virtù e si è messo anche lui a sparare contro la politica di accoglienza della Merkel: «La cancelliera ha una grande responsabilità per la crescita di AfD dichiarava a luglio Sellering alla Welt . L'afflusso di oltre un milione di rifugiati è stato sottovalutato. Molte persone hanno gravi preoccupazioni e timori legittimi. È stato ed è un errore enorme agire così, come se questa politica non avesse un'alternativa». Parole che gli hanno permesso di riguadagnare la fiducia degli elettori: scampato il pericolo sorpasso, l'Spd è tornata attorno a quota 30%, mentre la Cdu ha preso due schiaffoni da AfD. Da parte sua il candidato cristiano-democratico Lorenz Caffier ha lanciato una campagna d'estate per vietare il burqa in tutta la Germania: anche lui ha limitato i danni, ma la Cdu è ormai il terzo partito a Schwerin. Se i dati degli exit-poll saranno confermati, il prossimo Landtag si annuncia molto diverso da quello appena licenziato. L'Spd scenderà da 27 a 24 seggi e la Cdu da 18 a 16 mentre AfD balzerà a quota 17. Nettamente ridimensionati i Verdi (dall'8,7 al 5 per cento) e ancora di più la Linke che precipita dal 18 al 12%. Fuori dal Landtag restano poi i neonazisti dell'Npd, scivolati dal 6 al 3%, al di sotto della soglia di sbarramento del 5 per cento.

AfD ha intercettato i voti di tutti: centristi scontenti della politica di accoglienza, socialcomunisti orfani della Ddr, nostalgici del Terzo Reich. Il che non significa che il governo di Schwerin cambierà: la Große Koalition uscente ha ancora i numeri per un governo a guida socialdemocratica né Sellering appare interessato a buttarsi a sinistra con Linke e Verdi; al contrario c'è da attendersi una riedizione dell'amministrazione uscente con una maggiore attenzione ai temi della sicurezza cari alla dirigenza di AfD. «Sellering è il nostro baluardo contro le parole brune», lo ha ringraziato da Berlino il vicecancelliere e leader socialdemocratico Sigmar Gabriel. «È da un anno che lo ripetiamo: con noi nessuno deve avere paura di essere lasciato dietro a nessun altro, neppure dietro a profughi. Noi siamo la costante democratica della storia della Germania». Accanto a lui in diretta tv c'era Michael Müller, sindaco Spd di Berlino: la capitale rinnova il proprio Senato fra due settimane e Müller ha tentato di cavalcare l'onda rossa di Sellering. Meno roboanti i toni del segretario generale della Cdu, Peter Tauber: «È un risultato amaro, soprattutto alla luce del buon governo a Schwerin». Un modo garbato per segnalare che l'origine della sconfitta va cercata a Berlino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Lun, 05/09/2016 - 09:57

Speriamo che sia la volta buona.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 05/09/2016 - 09:59

I cattocomunisti sono una sciagura; anche quando si fanno chiamare socialdemocratici o cristiano sociali.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 05/09/2016 - 10:07

anche in Germania cambierà il vento e allora forse.............

bruno.amoroso

Lun, 05/09/2016 - 10:24

in Italia non corriamo nessun pericolo, finchè la destra è rappresentata da salvini possiamo dormire sonni tranquilli

Blueray

Lun, 05/09/2016 - 10:29

Era ora!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 05/09/2016 - 10:36

Speriamo che un vento di vera destra spazzi via questa feccia socialdemocratica che ci sta portando alla distruzione sociale culturale economica e morale.

Ritratto di sepen

sepen

Lun, 05/09/2016 - 10:39

Non vedo dove siano i motivi di festeggiare per AfD. In fin dei conti la coalizione attuale conserva la maggioranza, seppur scassata, e il 21% va letto al contrario, cioè che il 79% degli elettori si sono espressi a favore del sistema attuale: immigrati, UE, tasse, inefficienze varie (per carità in Germania le cose vanno ben meglio che da noi, a maggior ragione in un Land della ex-DDR), e via malgovernando. Morale: qui è il sistema che non gira, non bastano vittorie elettorali di Pirro, bisogna rivoltare tutto da cima a fondo!

tormalinaner

Lun, 05/09/2016 - 10:50

Accogliete i migranti il più possibile così vinciamo le elezioni e mandiamo la Boldrini in Siria!

renato47

Lun, 05/09/2016 - 11:03

Dunque ora possiamo dirlo che il Nostro Dittatore oltre che agli sportivi porta sfortuna anche ai politici. Guardate cosa capita alla Merkel dopo le ultime frequentazioni con Lui. Farebbe bene la Frau a evitarlo fino alle prossime elezioni del 2017 se non vuole un altro tracollo!" P.S. Scusate le maiuscole ma quando si parla di Tanto Personaggio sono obbligatorie!

Ritratto di boss1

boss1

Lun, 05/09/2016 - 11:27

nell'ex DDR esiste un movimento anti governativo chiamato Pegida anche se non pubblicizzato dai media anzi osteggiato è molto attivo e seguito, AfD di origine liberale ha saputo nel tempo convogliare i consensi dei "populisti" trai quali anche Pegida e di chi è contrario all'ideologia della Merkel. i risultati si stanno vedendo.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 05/09/2016 - 11:29

C'è poco da rallegrarsi: ad un 21% di tedeschi, consapevoli che l'invasione straniera contro la Germania è cosa da prendere terribilmente sul serio, si contrappone ben il 79% di altri tedeschi ai quali quella stessa invasione non preoccupa affatto e va, per questo, messa sullo stesso piano di un comune raffreddore di stagione. Fino a quando i numeri non saranno esattamente il contrario in ogni paese europeo, il disastro demografico, economico, sociale e militare del vecchio continente non sarà scongiurato.

Ritratto di vraie55

vraie55

Lun, 05/09/2016 - 11:34

piccolo incidente di percorso?

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 05/09/2016 - 11:40

Chissà perchè la destra, quando vince democraticamente le elezioni, viene definita "populista" quasi a sminuirne la capacità politica di governare. In realtà i popoli d'europa stanno reagendo ai poteri forti che ci stanno affamando attraverso l'euro: Austria, Inghilterra ed ora anche la Germania stanno reagendo con coraggio. A quando la risossa Italiana?

marcomasiero

Lun, 05/09/2016 - 12:39

vai AFD !!! una speranza come la Brexit come l' Austria come la SLovacchia anche per noi di liberarci da un potere che ha in odio gli autoctoni che ovviamente costano di più e sono più esigenti dei clandestini che stanno distruggendo un continente e la sua cultura

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 05/09/2016 - 12:41

LA: MERKEL STA PAGANDO LA SUA ARROGANZA NEL TRATTARE IL POPOLO TEDESCO COME FÁ RENZI CON QUELLO ITALIANO; É SE IN ITALIA SI POTREBBE ANDARE A VOTARE COME IN GERMANIA; IL PINOCCHIO DI RIGNANO CON LE SUE FATINE BOSCHI;LORENZIN É BOLDRINI DOVREBBERO FARE LE VALIGIE E SPARIRE DALLA SCENA POLITICA.MA; MENTRE IN GERMANIA SI PUO VOTARE; IN ITALIA GLI ITALIANI SONO TRATTATI COME I SCEMI DEL VILLAGGIO; PERCHE SONO OTTO ANNI CHE IN ITALIA NON SI PUO VOTARE É IL NOSTRO POPOLO VIENE GOVERNATO DA UN PARTITO CHE SI CREDE ONNIPOTENTE; MA UN GIORNO ANDREMO A VOTARE É REGOLEREMO TANTI CONTI CON IL PDPCI!.

giginonapoli

Lun, 05/09/2016 - 13:06

Ricordatevi, Popoulismo significa: Voce del Popolo.

MarcoTor

Lun, 05/09/2016 - 13:46

Adesso dovrà andare a spiegare al capo della SPECTRE che, almeno in Germania, l'implementazione del piano Kalergi subirà un rallentamento. Mica facile.