"Una miracolata da bocciare..." ​Ecco chi è davvero la Azzolina

Non passa giorno che la ministra grillina Lucia Azzolina non sia al centro di una polemica, una contestazione o che non venga criticata pr le sue famose gaffes

Concorsone sì, classi-pollaio no, plexiglass in forse fino all’ultimo. Il ministro Lucia Azzolina, dal giorno della sua nomina, si è fatta notare soprattutto per le sue numerose gaffe e ha suscitato polemiche la scelta di non riprendere le lezioni prima di settembre.

"Una miracolata da bocciare"

Da insegnante a ministro dell’Istruzione in soli due anni. Originaria di Siracusa, la Azzolina entra alla Camera nel marzo 2018 dopo essere stata candidata nel collegio di Biella, città dove insegnava dal 2014. “Devo tutto alla scuola e il mio amore per essa deriva anche da questo. Ho deciso, dopo la prima laurea in Storia della Filosofia, di impegnarmi subito per realizzare il mio sogno: fare la docente. Dopo due anni di scuola di specializzazione mi sono trasferita, ho lasciato i miei affetti. All’inizio piangevo: poi ho costruito pezzo dopo pezzo la mia vita, cambiando due volte città pur di insegnare”, dichiarava la Azzolina, appena nominata sottosegretario al Miur nel settembre 2019. Una carriera politica a dir poco fulminea. “È una miracolata perché è stata eletta col ‘sistema dei resti’ diversi giorni dopo il 5 marzo. È divenuta sottosegretaria solo perché era nemica della Lega e del governo gialloverde e ha avuto la fortuna che Lorenzo Fioramonti si è dimesso”, ha detto a ilGiornale.it il deputato leghista Paolo Tiramani, sindaco di Borgosesia a cui la Azzolina ha impedito l’uso degli edifici scolastici di proprietà di ministero per avviare il suo progetto di assistenza ai bambini dei genitori che rientravano a lavoro. "Anche quando era un deputato semplice non sono mai riuscito a parlare con lei, nonostante provenga dal mio stesso territorio, in quanto persona arrogante e altezzosa”, aggiunge il deputato leghista che definisce il ministro “una miracolata da bocciare”.

I disastri durante il lockdown

Sin dal suo insediamento al dicastero dell’Istruzione, la Azzolina si è contraddistinta per le polemiche che l’hanno investita. Prima è stata accusata di aver copiato la tesi di laurea, poi, una volta terminato il lockdown, ha tergiversato sul ritorno in classe demandando la decisione finale al Comitato tecnico-scientifico. Risultato? Solo i maturandi sono tornati tra i banchi di scuola per sostenere gli esami orali. “Negli ultimi mesi ad essere inadeguata non è stata tanto la Azzolina, ma l’intero governo”, ci dice Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera. “Studenti e famiglie sono stati abbandonati, la didattica a distanza non ha funzionato, non hanno avuto il coraggio di riaprire le Aule per le ultime settimane di lezione e adesso, di fatto, manca ancora un piano per la ripartenza di settembre”, attacca l’ex ministro del Miur del governo Berlusconi. Tra mille polemiche, però, il ministro Azzolina ha trovato la forza per opporsi (inutilmente) al finanziamento delle scuole paritarie. Ma non solo. Ha insistito perché, nonostante l’opposizione di una parte di Pd e LeU, si svolgesse il concorsone per la stabilizzazione dei docenti precari. In Transatlantico c’è chi maliziosamente ci ricorda che la grillina sia una grande amante dei concorsi: “Lei è diventata preside mentre era deputata. In quel periodo, in realtà, non faceva la parlamentare, ma trascorreva tutto il tempo a studiare”, ci dicono. Ora che il tempo stringe e la politica dovrebbe prendere il posto delle polemiche, ecco che il ministro viene commissariato. “Si sono persi mesi importanti, nei quali si potevano adeguare gli istituti e si potevano prendere contromisure per garantire la sicurezza. Nulla di tutto questo è stato fatto. E adesso il governo decide di commissariare la Azzolina con Domenico Arcuri, quello del disastro mascherine. Una nuova calamità per i nostri ragazzi", attacca ancora la Gelmini.

Le critiche del mondo della scuola

Le critiche non arrivano solo dalle opposizioni, ma anche dal mondo della scuola. “Le linee guida finalmente ci sono, ma sono solo panoramiche, mentre noi ci aspettiamo che ci siano indicazioni più precise”, ci dice Mario Rusconi, presidente dell’associazione presidi Roma e Lazio che, a tal proposito, aggiunge: “Il Comitato tecnico-scientifico in questi giorni ha detto che la distanza tra i banchi deve essere di un metro statico, mentre se i ragazzi si muovono è importante che indossino la mascherina. Ma non c’è ancora nulla di definito”. Per quanto riguarda l’edilizia scolastica “non è stato fatto nulla, soprattutto nel Centro-Sud. Il Lazio, la Campania e la Sicilia sono molto indietro da questo punto di vista”, ci conferma il presidente dell’ANP di Roma e Lazio. “C’è un ritardo consistente, soprattutto in alcune Regione come il Lazio, da parte degli enti locali che sono proprietari dei locali scolastici e, in quanto tali, dovrebbero fornire i materiali, e dare gli incarichi alle ditte per fare i lavori di ‘edilizia agile’”, spiega Rusconi che sottolinea: “Se si rompe un tubo, il preside non può chiamare l’idraulico perché deve farlo il proprietario dell’edificio”. Secondo Rusconi “il Covid è una specie di grande pettine nei cui denti si stanno raggruppando nodi che si sono conglomerati da almeno 30 anni: l’edilizia scolastica, le classi-pollaio, la mancanza di device…Tutte cose che noi presidi abbiamo sempre denunciato e che i governi hanno fatto finta di non sentire o vedere”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 10/07/2020 - 10:19

a settembre, quando riapriranno le scuole, sarà il caos. fra l'altro, visto che le scuole sono state riaperte normalmente in tutta Europa, non si capisce perché noi si debba insistere con queste idiozie. il virus si è esaurito e ci sono le cure

Ritratto di HARIES

HARIES

Ven, 10/07/2020 - 10:59

Ridateci la Mariastella Gelmini!!! Per lei la stampa nostrana (specialmente LA STAMPA) e i media internazionali si erano sprecati in trattazioni spaziali criticandola per la velocità del neutrini. Come se tutta la popolazione sarebbe stata gravemente truffata dall'errato calcolo dei 60 nanosecondi. Invece, per la Azzolina & Co che stanno compiendo disastri scolastici alla velocità della luce, NULLA! I super media si guardano bene nel criticare. Solo IL GIORNALE fa il suo dovere!

Avi28

Ven, 10/07/2020 - 11:08

Con l’Europa che spadroneggia è detta legge in Italia e tutti questi “commissari” mi domando perché continuare a pagare ministri e sottosegretari, specie se di questa bassa statura

kallen1

Ven, 10/07/2020 - 11:13

A me sembra che tutto il governo e buona parte del Parlamento siano dei miracolati da bocciare

gianf54

Ven, 10/07/2020 - 11:27

La voglio proprio vedere tutta, a settembre. Tra l'Azzolina e Arcuri (0+0=0) ci sarà il casino più totale, considerato anche che....settembre è fra un mese e mezzo, mica tanto lontano, e con i problemi cronici della Scuola, soprattutto con la mancanza di locali idonei, DOVE metteremo gli studenti?

BENNY1936

Ven, 10/07/2020 - 11:47

Ma a noi non servono i miracolati, bensì i capaci con competenze e buon senso. Finché avremo persone mediocri, ancorché volenterose ma foriere di far danni, andremo sempre peggio. Ma è così difficile avere persone competenti oggi? Annibale Bormida

mister_B

Ven, 10/07/2020 - 12:26

Tiramani è lo stesso condannato in appello nel 2018 a 1 anno e 5 mesi per aver le spese pazzi regione piemonte trazione leghista? promosso!

Malacappa

Ven, 10/07/2020 - 12:31

Chi e'....NESSUNO

Mordechai

Ven, 10/07/2020 - 12:33

Da che pulpito viene la predica!! Dalla Gelmini, che ha distrutto con miliardi di tagli la scuola pubblica regalandoci le classi pollaio, le cattedre vuote, la mancanza di risorse, il disastro che abbiamo oggi. E dai suoi alleati di governo, la Lega, la Meloni, i berlusconiani. Azzolina ha fatto degli sbagli, ma si è trovata e si trova a gestire una situazione eccezionale e difficilissima; l'assedio continuo contro di lei è vergognoso. Vengono i brividi a pensare a gente come il leghista Bussetti, suo predecessore, alle prese con l'emergenza.

RolfSteiner

Ven, 10/07/2020 - 12:44

In effetti, non abbiamo bisogno di miracolati ma di fede in un grande miracolo. Solo quello ormai puo' salvare questa Nazione.

Raffaello13

Ven, 10/07/2020 - 13:02

Ho ascoltato attentamente l'intervista della Azzolina su "la 7" fatta da Telese e Parenzo, e, nonostante la bonomia dei conduttori, non ho sentito alcun elemento di padronanza nella gestione delle problematiche complesse del mondo della scuola, solo chiacchere e l'assurda spesa volta a sostituire i "banchi" con aggeggi tipo poltroncina futuribile di plastica con leggìo, che oltre a sperperare milioni di Euro inutili, gli alunni DEMOLIRANNO subito! Mentre nel 99% delle scuole che ho visto vi sono tavolini individuali con piano in melaminico (più igienico della plastica) e gambe di ferro di altezza adeguata alle età dei ragazzi o bambini. Idem le sedie, sempre con scheletro di acciaio! Lo stesso gli Alunni delle superiori ne demoliscono una quota ogni anno. Io le facevo riparare in officina dagli Allievi Meccanici.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 10/07/2020 - 13:04

Beppe Grillo e la Casaleggio & Associati hanno riempito i due rami del Parlamento con loro cloni completamente incapaci. Peggio ancora aver fatto Ministro della Pubblica Istruzione questa miracolata senza alcuna esperienza. Ma è possibile che in Italia si debba sprofondare sempre di più, che la politica ci riempia i dicasteri di perfetti incapaci? A partire dal premier che invece di fare riforme e prendere provvedimenti seri per il futuro del Paese gioca a fare lo statista, in pratica assecondando i desideri dei poteri forti UE e temporeggiando. La politica italiana delude sempre di più, compagine governativa fatta di inetti allo sbando.

jaguar

Ven, 10/07/2020 - 13:09

Da diversi anni abbiamo il triste primato degli studenti più somari d'Europa, con la Azzolina ci giochiamo il titolo mondiale.

barbarablu

Ven, 10/07/2020 - 13:10

TRANQUILLI adesso è affiancata da arcuri... se tanto mi da tanto (attendiamo ancora respiratori, mascherine e reagenti!) le scuole riaprono nel settembre sì, ma 2050

Ilsabbatico

Ven, 10/07/2020 - 13:55

Jaguar ... Purtroppo e tristemente hai ragione...

hectorre

Ven, 10/07/2020 - 14:33

guardando la foto, siamo sicuri che sia la azzolina?????...a me ricorda la guzzanti in una delle sue imitazioni...povera scuola...con la fedeli pensavo si fosse toccato il fondo..ed invece

Happy1937

Ven, 10/07/2020 - 15:52

In un Governo di cialtroni puo`aver trovato merito per fare il Ministro perfino una cosi`.

ItaliaSvegliati

Ven, 10/07/2020 - 16:14

È tutto il governo da BOCCIARE...

musampakiki

Ven, 10/07/2020 - 16:22

La azzolina si è ritrovata a gestire un'emergenza mai verificatasi, e viene criticata da chi non ha saputo amministrare l'ordinario, peraltro senza nessuna proposta valida o attuabile, un po' pochino...

Stegolo

Ven, 10/07/2020 - 16:58

Se paragonata alla Gelmini, la Azzolina è veramente un'ottima ministra. Almeno lei non ha polverizzato la scuola pubblica.

maurizio50

Ven, 10/07/2020 - 17:12

Non credo glielo abbia detto il medico curante di fare il Ministro. Viste le sue ultime foto in spiaggia ha una carriera davanti come indossatrice di costumi da bagno!!!!

maurizio-macold

Ven, 10/07/2020 - 17:13

La scuola italiana da decine di anni e' amministrata da governi inetti che risparmiano sulla cultura. Ai problemi di sempre quest'anno si aggiungono quest'anno i problemi derivati dal corona virus ed il compito della Azzolina e' veramente difficile. La ministra andrebbe aiutata nel suo compito e l'aiuto dovrebbe venire da tutti, governo ed opposizione, perche' a rimetterci sono i nostri figli e quindi il futuro della nostra nazione.

Rugantino49

Ven, 10/07/2020 - 17:34

Tranquilli, che a settembre quelli che non potranno andare in classe potranno essere assistiti a casa dai genitori rimasti senza lavoro, quindi a scuola andranno solo i figli dei dipendenti pubblici...

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Ven, 10/07/2020 - 18:20

Per l'accoppiata Azzolina Arcuri, tutto sarà sistemato per la riapertura della Scuola a Settembre. Sarà tre volte Natale e luce tutto il giorno,anche i muti potranno parlare mentre i sordi già lo fanno. Cordialità

hectorre

Ven, 10/07/2020 - 19:05

maurizio-macold.....aiutata??????....quando un ministro è incompetente e quotidianamente lo dimostra, deve avere la dignità di dimettersi....per il bene dei nostri figli!!!...dopo la fedeli pensavo non si potesse andare più in basso...ed invece