C'è una voragine nel governo. I giallorossi ora saltano in aria

I giallorossi litigano (ancora) sul fondo salva-Stati. Crimi replica a muso duro a Zinga: "Mes è strumento inadeguato"

Quando mancano ormai pochissimi giorni alle Regionali e al referendum confermativo sul taglio dei parlamentari, appuntamenti elettorali decisivi per la maggioranza giallorossa, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico, come da prassi, tornano a battibeccare. L’oggetto dell’ultimo ed ennesimo scontro tra i due partiti (teoricamente) alleati di governo è il controverso Mes.

Da un lato i dem spingono per l’attivazione del meccanismo europeo di stabilità, dall’altro i pentastellati continuano a opporre resistenza. Perché loro il fondo salva-Stati, proprio non lo vogliono.

Nei giorni scorsi il segretario del Pd Nicola Zingaretti è tornato a battere con forza sulla necessità del Mes. Nello studio di Porta a Porta, ospite di Bruno Vespa, il capo politico piddì ha infatti dichiarato: "Dire no al MES significa dire no a qualcosa che c’era in passato. Ma qui parliamo di una linea di credito da cui l’Italia può guadagnare e che investe sulla sanità". Ma non solo, visto che nel prosieguo della chiacchierata con il padrone di casa, Zinga ha proseguito tirando una frecciatina non così velata agli "amici" grillini: "Noi non arretreremo e nessuno può permettersi di dire 'capitolo chiuso'. C’è una maggioranza, c’è un governo, c’è un dibattito politico e non è chiuso nulla. Noi daremo battaglia senza alcun dubbio, con la forza degli argomenti. Qualcuno spiegasse in chiave non ideologica perché rinunciare a questa grande opportunità".

Insomma, per il segretario non ci sono dubbi: il "sì" al Mes è totale e sostanzialmente incondizionato. Al suo fianco si sono schierati diversi big del partito, come il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il ministro degli Affari Regionali e Autonomie Francesco Boccia, Graziano Delrio e numerosi parlamentari, tutti concordi nell’abbracciare il Mes senza troppe remore.

Ecco, quest’oggi, però, Vito Crimi ha ribadito il "no" del suo Movimento 5 Stelle al meccanismo europeo di stabilità, bollandolo come "strumento inadeguato". Intervenendo ai microfoni di SkyTg24, infatti, l’attuale reggente della compagine penastellata, si è così espresso: "Per noi il Mes è uno strumento inadeguato e che non va utilizzato. Questa è la posizione del Movimento 5 stelle. Grazie alla nostra ferma posizione, il premier Giuseppe Conte è riuscito a ottenere dall’Europa molto di più, quasi 100 miliardi a fondo perduto. Abbiamo ottenuto l’acquisto da parte della Bce dei nostri titoli, che è strumento più potente del Mes. Pensiamo a quello che abbiamo ottenuto finora". Una chiusura tanto netta quanto dura, non priva di conseguenza per la stabilità già precaria di questo governo.

Più morbido, invece, il titolare della Farnesina Luigi Di Maio; intervenuto questa mattina su Rai Uno, l'ex capo politico del M5s ha cercato di smorzare i toni: "Lavoriamo sui 209 miliardi di euro che sono quelli che abbiamo e stiamo decidendo come spenderli. Non ci sono altri Paesi che ne hanno di più, non possiamo già chiedere all'Europa che ne vogliamo altri. Anche perchè non è che i soldi del Mes sono gratis, sempre debito sono. Le posizioni del M5S sul Mes sono ben note, il tema vero all'interno della coalizione è che se alimentiamo questo dibattito non facciamo altro che creare le tensioni all'interno della maggioranza...".

Le tensioni e gli attriti tra i giallorossi sono innegabili. E quasi in contemporanea con le parole di Di Maio sono arrivate anche quelle dello stesso Zingaretti, tornato a ribadire la necessità di procedere con l'agenda di governo: "Se l'esecutivo fa le cose si va avanti, ma se il governo si ferma...cade". E ancora: "Con Italia Viva, LeU e Movimento 5 Stelle abbiamo scelto un anno fa di governare insieme finché ci sono cose da fare, e ne abbiamo fatte".

Da un lato Zingaretti & Co., dall’altro Crimi e i suoi. Nel mezzo un presidente del Consiglio in difficoltà, chiamato a trovare una sintesi tra due posizioni però agli antipodi. Né il Pd né il M5s, su questo punto, non sembrano intenzionati a cedere, compiendo l’ennesima giravolta. I risultati delle Regionali e il referendum potrebbero essere perciò decisivi, dal momento che dalle urne del 20 e 21 settembre potrebbe uscirne una maggioranza ulteriormente indebolita e che rischia di crollare, come un castello di carte, sullo snodo del Mes.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 18/09/2020 - 11:15

è assodato: a furia di stare con quei babbei grulli, si finisce per diventare scemi! zingaretti lo sta dimostrando sul MES.... ahahahahah :-) ormai è certo che il governo salterà. prima o poi! ma salterà con un botto che farà tremare mezzo mondo....

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 18/09/2020 - 11:17

Mah...voi scirvete tre volte al giorno da un anno che stanno per saltare, fate questi titoli così perentori, poi invece tutto prosegue normalmente, nessuno nel governo e nella maggioranza che lo sostiene, che metta in discussione il proseguimento di questo governo.A che pro allora far credere ciò che non è? Badate, non si tratta di essere pro o contro il governo, si tratta solo di scrivere e raccontare le cose come stanno, ed oggi stanno esattamente all'opposto di ciò che scrivete.

rudyger

Ven, 18/09/2020 - 11:23

Sono contrarissimo al MES anche per le modifiche che si vorrebbero apportare. Tuttavia, la Signora UE, qualora si decidesse di accettare, lei dovrebbe dirci quali sono le condizioni alle quali sottoporci a garanzia del debito: entrate dei nostri porti, aeroporti, ferrovie ecc. come avvenuto in Grecia ? o perchè siamo belli, qualche museo, qualche litorale, qualche isoletta ? Questi PD sono semplicemente ANTITALIANI !

mediano

Ven, 18/09/2020 - 11:34

Oramai siamo nella fase 4 che si diventa psicopatici, bisogna essere proprio rovinati completamente per fidarsi.

Calmapiatta

Ven, 18/09/2020 - 11:37

Tranquilli. Il governo non cadrà. Nessuno di questi occupatori di poltrona seriale, vuole abbandonare la sede. Faranno di tutto, accetteranno di tutto, giustificheranno tutto, pur di mantenere potere e benefit. Visto che a sx piace tanto parlare di fascismo, ricordo che l'occupazione del potere è solo il primo passo. I

antoniopochesci

Ven, 18/09/2020 - 11:39

Ma è mai possibile che le sorti dell'economia italiana e non solo debbano essere appese alle bizze di questi signori? Possibile che ci dobbiamo sorbire le loro sceneggiate? Possibile che la loro inazione, i loro veti incrociati, i loro reciproci ricatti, debbano essere pagati dagli Italiani? Qui non c'è l'orco Salvini, qui non c'è lo spettro dell'antifascismo di maniera da agitare davanti agli occhi degli sprovveduti e dei talebani dell'odio ideologico ( e direi archeologico ) per illudersi di nascondere le loro responsabilità e di rinviare sine die le decisioni, giuste o meno. Il tempo sta per scadere, il redde rationem bussa alla porta. Dei seggi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 18/09/2020 - 11:47

non ci saranno modifiche dopo, sul MES! è come un mutuo che hai contratto con la banca, credi che la banca voglia imporre modifiche senza il consenso del cliente sul contratto? :-) ma come fate a non ragionare???????

Fjr

Ven, 18/09/2020 - 11:57

Siamo l’unico paese al mondo e forse nell’universo che ha una maggioranza e un’opposizione interna a una maggioranza, un nonsenso politico a cui andrebbe dato un senso e l’unico vero senso è A CASA!!!!!

rudyger

Ven, 18/09/2020 - 12:14

Sig. mortimermouse lei fa un ragionamento tutto ragioneristico. Intanto il MES è un organismo distaccato dalla UE ma da esso costituito alla stregua delle scatole cinesi. Non mi risulta che dopo la Grecia ci siano stati altri Stati che abbiano utilizzato i suoi fondi che sono l'apporto dei soli Stati che usano l'Euro (19 su 27). In secondo luogo le chiedo di vedere la composizione di questo carrozzone fatto apposta per tenere in subordine quegli Stati che da parte della Germania e Francia e Benelux sono pressappoco considerati al pari di paesi sottosviluppati. Altro motivo, i fondi sono sempre soldi versati dagli Stati membri per foraggiare questa greppia . Con un buon governo l'Italia può farcela da sola !

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Ven, 18/09/2020 - 12:15

Il MES è un boccone avvelenato che ci sta tirando la UE. È da evitare!

g.barnes

Ven, 18/09/2020 - 12:17

La sinistra dopo aver smantellato e svenduto l'industria statale italiana e il lavoro ora vuole darle il colpo di grazia con il Mes, tanto chissenefrega, pagano gli italiani. Ma Zingaretti è consapevole che esiste una BCE ... Ma dove caxxo li trovano questi geni.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Ven, 18/09/2020 - 12:19

Mes SI, Mes NO: ne riparliamo dopo le regionali? ehehehe .. Questi con il loro temporeggiare, litigare ad ogni piè sospinto, pur di tenere duro per lo meno fino all'elezione del nuovo P.d.R., stanno mettendo a repentaglio la nostra economia, il mondo del lavoro, nella giustizia chi ci capisce qualcosa è bravo, idem immigrazione, sicurezza.. Il Re.Fu. arriva il prossimo anno inoltrato, sempre che questo governo faccia il "bravo" (es. porte aperte ad un'immigrazione incontrollata? E beh..). La palta sale sempre più di livello ma chi ci rimette di più sono i più deboli, egregio conticchio! Basta con balle tipo potenza di fuoco e altro: al massimo son scoppiettati "raudi"..

ectario

Ven, 18/09/2020 - 12:45

Appena ci affibbieranno questo MES (perchè ci riusciranno), partiranno dalla buona Europa vagoni di cravatte a collo stretto. La strategia dei cosidetti comunisti - affaristi (parolona!), razzisti, buoni solo a sfruttare e odiatori,nel tradizionale "stile" comunista sovietico - è lasciare pozzi avvelenati, perchè il danno non li riguarderà. Che infamia!!

Giorgio Rubiu

Ven, 18/09/2020 - 12:46

Sul MES qualcuno cederà le armi. M5* o PD o Iv, non so, ma qualcuno alzerà bandiera bianca o, tutti insieme, troveranno un compromesso e Renzi, il parolaio, si farà in quattro per spiegare "le ragioni per cui" senza menzionare l'amore per il potere e, soprattutto, per la poltrona e le prebende che ne conseguono.

magnum357

Ven, 18/09/2020 - 12:54

Solo una testa vuota avrebbe potuto avallare un governo come il nostro !!!!!

magnum357

Ven, 18/09/2020 - 12:56

Saltino pure tutti !!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 18/09/2020 - 13:10

Passerà alla storia come il “Governo degli incapaci”. Farne l’elenco non è possibile, troppo lungo, ma comunque li conosciamo quasi tutti, con in testa un avvocato.

ItaliaSvegliati

Ven, 18/09/2020 - 13:12

Si prendono a calci si sputano in faccia ma non mollano la poltrona!!! Al voto e basta!!!

Triatec

Ven, 18/09/2020 - 13:16

Passate le elezioni regionali, il tanto controverso MES verrà fatto ingoiare, senza batter ciglia, ai grillini. Stanno facendo esattamente il contrario di quello promesso e stravincendo le elezioni 2018 con il 38% dei voti. Nonostante l'affezione la poltrona la potrebbero mollare, ma difficile, anzi impossibile rinunciare ai 15.000 euro/mese per gente che, per la maggior parte, non aveva nessun reddito. Sono disposti a mandar giù qualsiasi boccone amaro.

2milan

Ven, 18/09/2020 - 13:35

La pervicacia con cui il PD vuole rovinarci accedendo al MES è quasi ammirevole. Non ricordo molti casi nella storia di una così forte determinazione nel perseguire un obiettivo. Comunque sì son d'accordo con chi dice che dopo le elezioni i 5 Stelle approveranno anche questa

Mborsa

Ven, 18/09/2020 - 13:35

In realtà è il PD che sta conducendo una battaglia ideologica sul Mes: già l'Italia non riuscirà ad impegnare e spendere i 209 mld del Recovery Fund in sette (?) anni, aggiungere altri 37 mld da investire in due anni significa volere fare indigestione di debito, prescindendo dalla capacità di progettazione e spesa dello stato.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Ven, 18/09/2020 - 14:08

IL MES CERTO CHE E' CONVENIENTE PER TUTTI COLORO CHE HANNO INVESTITO IN PRODOTTI FARMACEUTICI O COMUNQUE CHE FANNO PARTE DELLA STRUTTURA SANITARIA, PER TUTTI GLI ALTRI E' UNA MES IN C....

pardinant

Ven, 18/09/2020 - 14:15

Facciamo un paragone ove il mes e un finanziamento proposto da una banca, la sanità sono spese alimentari e l'Italia una famiglia. In questa famiglia scarseggiano i soldi e sono stati fatti sacrifici riducendo le spese alimentari. Una banca propone un mutuo agevolato per rimpinguare dette spese che comunque dovrà essere rimborsato e come potrà, questa famiglia, fare a rimborsarlo se non aveva la possibilità di spendere prima e la situazione finanziaria per giunta è peggiorata?

maurizio-macold

Ven, 18/09/2020 - 14:31

Signor MORTIMERMOUSE (11:15), questa volta le devo dare ragione, questo governo prima o poi cadra', e' certo. E sara' nel 2023 quando torneremo a votare. Mettetevi il cuore in pace, i litigi sulla TAV, sul MES, ecc, sono tutta moina.

batpas

Ven, 18/09/2020 - 14:35

Sono piu0 furbi che incapaci. non salteranno anche perchè c'è chi non vuole vedere. intanto un bel NO al referendum di Dimaio e amen.

scurzone

Ven, 18/09/2020 - 16:09

C'è poco da commentare: il peggior parlamento e i due peggior Governi degli ultimi 70 anni; provvedimenti assurdi antieconomici! Una tragedia per tutti.

il gatto nero

Ven, 18/09/2020 - 17:33

Colpa di chi li ha votati. Ma soprattutto di chi, esternamente, ha voluto portare l’Italia a questo punto per depredarne tranquillamente le aziende, i ns fiori all’occhiello e probabilmente i ns grandi e appetiti risparmi. Non abbiate le fette di salame sugli occhi e non seguite le panzane che vi dicono sui giornali o in TV. Lasciate perdere le discussioni su monopattini o bici. Pensiamo a salvare l’Italia. CHE E’ NOSTRA

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Ven, 18/09/2020 - 17:50

Vedo che i contrari al MES si scagliano solo contro il PD e Zingaretti. Provino a chiedersi perché un uomo che, visti i suoi trascorsi e indipendentemente dal credo politico, di economia ne sa parecchio è favorevole. Per coloro che non avessero capito mi riferisco a Silvio Berlusconi.

Ritratto di DVX70

DVX70

Ven, 18/09/2020 - 17:51

La poltrona di Conte è sicura per il momento.... ma la questione del MES si sta trascinando da troppo tempo oramai senza che si arrivi ad un accordo tra le due parti, almeno apparentemente. Se la prossima domenica dovessero prendere la classica mazzata sui denti (come spero), è la volta buona che il banco salta !!!!

marco.savarino@...

Ven, 18/09/2020 - 17:53

ma i giornalisti palesemente schierati li assumono solo se sono anti governo?

scurzone

Dom, 20/09/2020 - 12:11

Si i grillini e Salvini dicono di non prendere i soldi del MES logicamente dobbiamo prenderli.