Papà di Lucia Borgonzoni al comitato di Bonaccini: "Non mi dispiace per lei"

Il padre della candidata leghista non ha mai nascosto la sua preferenza per il Pd: "È una democratica gara politica. Ascendenti e discendenti non devono avere le stesse opinioni"

Non ha mai nascosto la sua fede politica, opposta a quella della figlia. Il padre della candidata leghista in Emilia Romagna, Lucia Borgonzoni, non ha mai fatto mistero di voler votare per il dem Bonaccini e durante la campagna elettorale si era espresso più volte in favore del candidato del centrosinistra.

Ieri, le elezioni hanno premiato proprio Stefano Bonaccini che con il 51% dei voti è stato rieletto governatore della Regione. Ed ecco che durante la lunga notte dello spoglio, Giambattista Borgonzoni, padre della leghista Lucia, si è lasciato andare ad un'uscita che ha lasciato a bocca aperta. L'uomo, che si trovava al Comitato per Bonaccini allestito a Casalecchio di Reno, rispondendo alle domande di alcuni cronisti sulla sconfitta della figlia ha dichiarato: "Non è che mi dispiaccia o mi dispiaccia. È una democratica gara politica che finisce in un certo modo. Ma ascendenti e discendenti non devono avere necessariamente le stesse opinioni, se no saremmo dentro a un brutto film fantascientifico".

Una risposta che non lascia spazio alle interpretazioni. In più occasioni l'uomo si era schierato pubblicamente per il governatore uscente Pd. "Non potevo non votare Bonaccini quando mi trovo in Emilia Romagna che per qualità della vita e per servizi è pari ai migliori Lander tedeschi. Per questo ho sostenuto Bonaccini", ha dichiarato Giambattista Borgonzoni. "Comunque farò gli auguri a Lucia - ha poi continuato l'architetto - perché è stata brava quando gareggiò a suo tempo" ed è stata "bravissima ora: mia figlia che è molto 'borgonzoniana' rappresenta l'anima democristiana di proposte inaccettabili". La candidata del centrodestra non aveva avuto il sostegno del padre neanche del 2016 quando era in corsa per il Comune di Bologna. "Ha qualità, ma è sul cavallo sbagliato - aveva dichiarato l'uomo all'inizio della campagna elettorale per la poltrona da governatore della Regione -. Forse non se ne rende conto. Per caratteristica è una persona che sa vivere la politica. Ma ribadisco che voterò per Bonaccini". E così è stato, senza alcun mistero.

Dopo la chiusura delle urne, gli exit poll davano già per vincitore il candidato del centrosinistra. Giambattista Borgonzoni ha aspettato l'esito al Comitato del Pd allestito a Casalecchio di Reno, senza mostrarsi dispiaciuto per la sconfitta della figlia. Non solo. Ai giornalisti che gli hanno chiesto se avesse sentito Lucia ha poi risposto: "No. Non lo facciamo quasi mai, sono questioni familiari".

Commenti

STREGHETTA

Lun, 27/01/2020 - 19:18

Che padre di mer+a!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 27/01/2020 - 19:33

l'ha abbandonata all'età di 5 anni.

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Lun, 27/01/2020 - 19:51

Mah. Ero rimasto che quando si tratta della figlia per un padre non c'è Cristo che tenga, viene prima lei e basta, di qualunque cosa si tratti. Qui non è così; ideologia, pagnotta, o che altro vengono prima. Na il mondo è vario, e forse sbaglio io.

STREGHETTA

Lun, 27/01/2020 - 20:22

Che mer+a di padre!!

porcorosso

Lun, 27/01/2020 - 20:27

Lucia Borgonzoni, gran Donna di fronte ad un padre così meschino che non ha il buon gusto di tacere.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 27/01/2020 - 20:58

Un uomo coerente.

luber47

Lun, 27/01/2020 - 23:22

Questo cosidetto padre é l'esempio più lampante di quanto sia disumana una vita segnata dell'ideologia perché quest'uomo si esprime e purtroppo vive non in sintonia con persone, sentimenti e valori reali ma solo secondo un'idea tra l'altro storicamente perdente. Che delusione.

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Lun, 27/01/2020 - 23:33

Da quanto leggo, pare quindi che i comunisti non hanno cuore manco per i figli, di fronte all'ideologia cieca.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mar, 28/01/2020 - 00:26

padre caprone, astieniti dal fare commenti su tua figlia, ignorante e bestia.

Gianni11

Mar, 28/01/2020 - 01:44

Ma dispiace per lui che e' ancora un patito sinistroide che non ha capito niente.

electric

Mar, 28/01/2020 - 06:44

Questo la dice lunga sul carattere dei sinistri. Avesse almeno il pudore di tacere. Anche se non sei d'accordo con la scelta politica della figlia, non ti esporre così grossolanamente a favore dell'avversario.

buonaparte

Mar, 28/01/2020 - 07:41

questo signore -comunista dimostra come i bimbi e figli non vengono solo maltrattati a bibbiano ,ma anche in altre famiglie emiliano romagnole .tipo quella della lucia. se questo uomo dimostra tanto odio e disprezzo per una figlia apertamente non oso pensare quanto ne ha dimostrato in passato e cosa abbia potuto vivere questa lucia da bambina. parole di mia moglie che è una psicoterapeuta anche infantile.

moichiodi

Mar, 28/01/2020 - 07:48

E il giornale ce lo "svela" solo oggi? Immaginate che cosa non avrebbe scritto il giornale se il padre di bonaccini fosse stato della lega! Quanti articoli e commenti!

VittorioMar

Mar, 28/01/2020 - 08:12

.INDEGNO come UOMO(?) ....

Arslan

Mar, 28/01/2020 - 08:15

Acquachiara (19:51) ...e sei rimasto male, perchè un tempo non era affatto così.Infatti è per principi come i tuoi che i figli oggi sono dei viziati...

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 28/01/2020 - 08:37

A bocce ferme mi ha sempre stupito molto questa faccenda del padre della candidata, in Italia rappresenta quasi un unicum.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 28/01/2020 - 09:32

Un comunista confuso.

FedericoMarini

Mar, 28/01/2020 - 10:55

Padre moderno che rispetta l’opinione dei figli..

Epietro

Mar, 28/01/2020 - 11:54

Anche i nazisti padri e figli si denunciavano tra di loro e talvolta finivano anche nei lager. Qui invec si tratta di comunisti ma non trovo grande differenza.