Una passeggiata nello spazio La prima volta per sole donne

Fuori dalle stazioni hanno sempre «camminato» uomini. Adesso tocca a Christina Koch e Jessica Meir

Una passeggiata nello spazio La prima volta per sole donne

Ora si farà. Mentre Jim Bridenstine, amministratore della Nasa, annuncia che la prima donna e il prossimo uomo andranno sulla Luna nel 2024 e sono state presentate le nuove tute spaziali Artemis, oggi o domani potrebbe aver luogo la prima spacewalk tutta al femminile. L'agenzia spaziale americana ha annunciato su Twitter che la passeggiata spaziale extra veicolare, che era stata inizialmente programmata per lunedì 21 ottobre, sarà anticipata a questa settimana.

«Christina Koch e Jessica Meir», scrive la Nasa in una nota, «si avventureranno fuori dalla stazione spaziale alle 7:50 di giovedì 17 ottobre o venerdì 18 ottobre». La passeggiata durerà circa 6 ore e mezza. Le passeggiate spaziali, iniziate quando il defunto astronauta sovietico Alexey Leonov, morto lo scorso 11 ottobre a 85 anni, uscì dalla sua capsula spaziale e realizzò la prima passeggiata spaziale della storia e stette 12 minuti e 9 secondi a volteggiare nello spazio legato a un cavo lungo 5 metri, segnano svolte storiche. A pochi giorni dall'addio di Aleksey Loonov, primo essere umano ad avventurarsi nello spazio aperto, durante la missione Voschod 2 del 18 marzo del 1965, questa passeggiata segnerà un traguardo importante per le donne. Perché questa sarà la prima EVA (attività extraveicolare) di due donne, senza compagni maschi. Koch e Meir faranno la storia: solo 15 donne hanno condotto una passeggiata nello spazio e tutte lo hanno fatto con un astronauta di sesso maschile.

Quest'anno ricorre anche il trentacinquesimo anniversario di un'altra storica camminata spaziale: quella di Svetlana Savitskaja, eroina dell'Unione Sovietica, seconda donna nello spazio e prima donna che ha effettuato una spacewalk nel 25 luglio del 1984. Dopo Svetlana altre astronaute hanno affrontato lo spazio aperto. Come Kathryn Sullivan, prima donna americana a camminare nello spazio, e Peggy Wilson, famosa per aver fatto ben 10 EVA.

Le due astronaute usciranno insieme dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per sostituire un'unità di alimentazione difettosa (BCDU). La passeggiata, serve a ripristinare un elemento del sistema energetico della stazione. Le BCDU regolano la quantità di carica immessa nelle batterie che raccolgono energia dagli array solari della stazione. «L'alimentazione generale della stazione, che è alimentata da quattro serie di batterie e array solari, rimane sufficiente per tutte le operazioni. Tuttavia, l'unità di alimentazione difettosa impedisce a un set di batterie installate all'inizio di questo mese di fornire una maggiore potenza della stazione», scrive la NASA. I lavori alle batterie della stazione spaziale sono iniziati con serie di passeggiate spaziali nel 2017. Per mantenere la stazione operativa ai massimi livelli di efficienza, la NASA sta sostituendo le batterie originali con più efficienti modelli agli ioni di litio. La passeggiata al femminile era stata inizialmente prevista per lo scorso marzo. A farla sarebbero state Koch e Anne McClain. Ma c'era stato un problema per le dimensioni delle tute spaziali perché solo una delle tute disponibili a bordo della stazione in quel momento era configurata con una sezione superiore del busto di medie dimensioni. Cambiare e riadattare le tute avrebbe richiesto tempi troppo lunghi.

Questa sarà la quarta passeggiata spaziale per Koch e la prima di Meir. Christina Koch è diventata la quattordicesima donna a camminare nello spazio e Jessica Meir sarà la quindicesima. Ma non sarà il primo primato per Astro Christina: infatti, oltre alla spacewalk al femminile, l'astronauta sta registrando la più lunga permanenza nello spazio per una donna. Quando, il prossimo febbraio, tornerà a Terra, avrà trascorso un totale di 328 giorni nello spazio. Soltanto 12 giorni di distanza dal record di permanenza di Scott Kelly.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti