Il Pd sale sulla Sea Watch: al via la "staffetta democratica" sulla nave dei migranti

Prende il via oggi la "staffetta democratica" a bordo della Sea Watch, ormeggiata al largo di Siracusa

Il Pd sale sulla Sea Watch: al via la "staffetta democratica" sulla nave dei migranti

Dopo Nicola Fratoianni, Stefania Prestigiacomo e Riccardo Magi, anche il Pd ha annunciato che salirà a bordo della Sea Watch, lanciando l'iniziativa della "staffetta democratica" a bordo della nave ormeggiata al largo di Lampedusa.

Il segretario del Partito Democratico siciliano, Davide Faraone, è in città con il primo gruppo di parlamentari dem per chiedere l'immediato sbarco, a partire dai minori, dei 47 migranti. Con Faraone, Maurizio Martina, Carmelo Miceli, Matteo Orfini, Fausto Raciti, Valeria Sudano e Francesco Verducci. Secondo il ministro dell'Interno Matteo Salvini (intervenut a Rtl 102.5), sulla Sea Watch, però, non vi sarebbero nè donne nè bambini.

Ma a fermare il tutto è stata la Capitaneria di porto di Siracusa, che ha bloccato la navigazione intorno alla Sea Watch: "Stop alla navigazione nello specchio d'acqua all'interno della Baia di Santa Panagia, per un raggio di mezzo miglio dalla posizione di ancoraggio della nave SeaWatch 3". Nell'ordinanza, pubblicata anche sul sito della Capitaneria, si legge che "è interdetto, anche ai fini della tutela dell'ordine pubblico e sanità pubblica, alla navigazione, ancoraggio e sosta con qualunque unità, sia da diporto che ad uso professionale e ogni altra attività connessa agli usi civili del mare non espressamente autorizzata, lo specchio d'acqua nella Baia di Santa Panagia e per un raggio di 0,5 miglia nautiche dalla posizione della Sea watch". Insomma, niente sfilata per i dem.

Sea Watch: Martina attacca Salvini e governo

L'ex segretario reggente Maurizio Martina, arrivando al porto di Siracusa, è andato all'attacco del vicepremier Matteo Salvini e dell'esecutivo in toto, in un collegamento con Agorà su Rai Tre: "Sono qui per tenere alta l'attenzione e cercare di dare una mano, assieme alle tante associazioni che stanno lavorando su questo fronte. La cosa fondamentale è mettere in sicurezza questa persone ed evitare che si giochi sulla loro pelle un altro tempo di questa campagna sbagliata che il governo ormai ha armato da mesi. Chi sta violando la legge è il governo italiano". E ancora: "Nave in Olanda? Prima di tutto dobbiamo far attraccare queste persone che sono a pochi metri da noi e far curare i casi più delicati sulla nave. Non accetto che qualcuno al governo anziché preoccuparsi di come stanno queste persone, giochi a risiko. Non è così che si risolve la vicenda".

In precedenza, in occasione di un'intervista al Corriere della Sera, Martina aveva dichiarato: "È nostro dovere essere a Siracusa, come siamo stati nei giorni della Diciotti a Catania, perché si sta commettendo un grave errore e un atto inaccettabile. Ci sono persone e minori che devono essere fatti scendere subito. Ci sono prerogative dei parlamentari che vanno rispettate. Non credo affatto che abbiano violato la legge. Questo governo continua a fare propaganda sulla pelle di bambini e donne, persone".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti