Giovanardi: "Povertà della Chiesa? Allora Mattarella non dovrebbe vivere al Quirinale.."

Giovanardi sul caso Vatileaks: "È l'eterna lotta tra bene e male che colpisce anche la Chiesa"

Giovanardi: "Povertà della Chiesa? Allora Mattarella non dovrebbe vivere al Quirinale.."

"C'è un detto modenese che dice 'tagli a metà, tagli a metà e poi non è vero niente". Il senatore Carlo Giovanardi, intervistato dal giornale.it, è alquanto scettico sulla veridicità degli scandali rivelati col secondo Vatileaks.

Prima l'outing di monsignor Charamsa, poi la lettera dei 13 cardinali e infine Vatileaks. Secondo lei c'è un disegno per screditare il Papa?

No, non c'è nessuna relazione. Il monsignore che ha fatto outing si è squalificato da solo quando ha detto di aver rispettato il voto castità perché non hai mai toccato una donna, ma ha un compagno. La Chiesa ha fatto bene mandarlo via. Su Vatileaks ci sono decine di situazioni affastagliate che risultano malevoli e non credibili, mentre tra quei cardinali che hanno scritto quel documento vi sono dei grandi personaggi, come monsignor Cafarra, che hanno soltanto reso noto alla luce del sole il loro punto di vista al Papa. I pistaroli che parlano di congiure o complotti a me fanno scappare dal ridere.

Questo scandalo non potrebbe essere un pretesto per "cacciare i mercanti dal tempio"?

Prima di tutto si deve identificare chi sono questi mercanti e poi si deve capire che per i credenti nel mondo esiste una continua lotta tra il bene e il male. E questa lotta esiste anche dentro la Chiesa dove la stragande maggioranza dei preti e dei cardinali sono bravi ma vi sono anche quelli che tradiscono la propria missione.

E cosa ne pensa del caso dell'appartamento del cardinal Bertone?

Bertone dice che l'appartamento l'ha pagato lui. Se è vero l'accusa cade e chi l'ha fatta dovrà risponderne. Il terrazzo condominiale è diventato un superattico e tra un po' verrà fuori che ogni appartamenti è grande ettari. Sono palazzi storici perciò sono grandi ma dentro sono spogli. Potrebbero pure ristrutturarli e fare case da 80 metri quadri ma poi l'archivio, la biblioteca e le suore che aiutano il cardinale dove le mettiamo?

Ma la Chiesa non dovrebbe essere povera?

Se ci sono casi specifici di ruberie e sprechi vanno combattuti, ma non creiamo polveroni. Se parliamo di povertà della Chiesa, allora i musei Vaticani e la Pietà di Michelangelo non ci dovrebbero essere. Sono beni storici e sono ben contento che i Papi del passato abbiano chiamato Michelangelo e Raffaello a lavorare per loro. Allora perché un uomo solo come il Presidente della Repubblica deve stare al Quirinale? L'ha visto lei il Quirinale?

Crede che Bergoglio, a seguito di questi scandali, possa dimettersi?

Non lo so, Ratzinger in coscienza sa i motivi per cui non poteva più svolgere il suo compito ma l'errore più comune è pensare che il Papa sia il sostituto di Cristo. Si guarda più al rappresentate che al rappresentato. A me che il Papa sia Giovanni Paolo II, Ratzinger o Bergoglio mi lascia indifferente. Tutti hanno pregi e difetti, ci sono stati papi indegni tipo i Borgia ma i papi passano, Cristo rimane. Se devo dire una cosa che non mi piace di questo Papa è che parli con Scalfari, il quale, poi, interpreta il suo pensiero e il Vaticano è costretto a fare le smentite.

Commenti