Prescrizione, bocciato il lodo Annibali dei renziani: ora Bonafede accelera

I renziani falliscono l'assalto alla riforma: la maggioranza tiene e boccia la proposta di Italia Viva sulla prescrizione per nove voti

La maggioranza tiene, Matteo Renzi incassa un'altra sconfitta e la riforma della prescrizione procede nel suo iter. È infatti fallito il secondo assalto alla riforma in Commissione Affari costituzionali e bilancio della Camera dei deputati, dove Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Liberi e Uguali e altri membri del Gruppo Misto hanno bocciato con 9 voti di scarto – 40 i voti favorevoli rispetto ai 49 contrari – il cosiddetto lodo Annibali, che prende il nome dalla deputata (ex Pd) di Italia Viva Lucia Annibali.

Così, insomma, la maggioranza giallorossa respinge la proposta renziana sulla prescrizioni, facendo felice il ministro delle Giustizia Alfonso Bonafede, che si è già lasciato andare a dichiarazioni di soddisfazione: "Adesso basta mediazioni: domani andiamo in consiglio dei ministri con l'accordo di maggioranza". Entrando infatti a Montecitorio per il "Question Time", il Guardasigilli ha così parlato ai giornalisti che lo hanno intercettato: "Non ci sono ulteriori mediazioni, l'accordo nella maggioranza riguarda il cosiddetto lodo Conte-bis e stiamo continuando a valutare il veicolo normativo migliore".

Italia viva esce, come era previsto, sconfitta dalla votazione sul lodo renziano, emendamento al Milleproroghe che mirava a rinviare di un anno la riforma Bonafede sulla prescrizione. Con Italia viva hanno votato a favore tutte le forze di centrodestra: Forza Italia, Lega, e Fratelli d'Italia. E a proposito dei partiti di opposizione, gli azzurri di Silvio Berlusconi hanno presentato un emendamento al dl intercettazioni sulla prescrizione che ripristina la riforma Orlando, cancellando di fatto la Bonafede. La proposta è a firma della senatrice azzurra Fiammetta Modena. Alle 19.30 è fissata la seduta della commissione Giustizia.

L'amarezza di Lucia Annibali

"È stata una lunga e lenta agonia rispetto a questo lodo, si saranno anche organizzati per essere sicuri. Continuiamo a ritenere che sia stata una scelta di poco buon senso", il commento amaro della stessa Lucia Annibali, parlando proprio della bocciatura del suo lodo sulla prescrizione, da parte delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera. La renziana ha infine aggiunto: "Ci sembra una scelta irragionevole, perché continua ad andare in una direzione che non possiamo seguire per una questione di diritto, di merito, di principio". La Annibali, peraltro, è stata vittima di insulti e minacce sulla sua pagina Facebook a causa di aver proposto il rinvio dello stop alla prescrizione. Durissimo, a tal proposito, il compagno di partito Michele Anzaldi (e fedelissimo di Renzi), che su Facebook ha tuonato: "Insulti e minacce a Lucia Annibali sulla sua pagina facebook, per la proposta che porta il suo nome di rinvio dello stop alla prescrizione, sono indecenti e gravissimi. La Polizia postale intervenga subito per identificare i responsabili. Serve una risposta esemplare per rapidità e durezza. Mi auguro che due donne come il ministro dell'Interno e il capo della Polizia postale valutino l'importanza di intervenire subito".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/02/2020 - 18:41

e mattarella , zitto zitto, non dice niente.... neanche nel CSM che è pure presidente ! e poi i babbei comunisti si lamentano della poca democrazia :-) vorrei vederli quando si sentiranno spiati, e condannati , anche senza prove! poi ne riparleremo....

Calmapiatta

Mer, 12/02/2020 - 18:48

Riforma inutile, futile e antidemocratica. L'Italia ha bisogno di altro, i cittadini guardano attoniti questo minuetto e si domandano da dove vengano questi tizi!

bernardo47

Mer, 12/02/2020 - 20:29

renzi ora ogni giorno, gradisce un cazzottone nei denti! auguri!

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 12/02/2020 - 21:01

Renzi ha perso. Sperava tanto di poter rilanciare la "Prescrizione", ma non ha trovato appoggio neppure a sinistra. Poverino.

Arnyarny

Mer, 12/02/2020 - 21:58

Il giullare fiorentino è poco meno di un pagliaccio circense,fallito nato e morirà fallito.

Iacobellig

Gio, 13/02/2020 - 06:34

Incompetente, buffone, fallito! Vai via non fare altri danni.

VittorioMar

Gio, 13/02/2020 - 07:44

..anche BONAFEDE,per il caso Gregoretti,E' da considerarlo COMPLICE E CORREO....

uberalles

Gio, 13/02/2020 - 08:58

Il povero (si fa per dire) Frottolo da Rignano ha fortuna che, a Roma, il ritiro della nettezza procede a rilento. Diversamente sarebbe già stato scaricato a Malagrotta o in qualche inceneritore del nord, come "rifiuto ingombrante". Non gli resta che aggrapparsi a qualche partito della destra, sempre che sia accettato, ipotesi sulla quale nutro seri dubbi...

Morion

Gio, 13/02/2020 - 09:40

Quanto è dura fare in modo che la legge possa essere uguale per tutti. Grazie a Dio c'è gente come Bonafede, Dio lo protegga e preservi!

Iacobellig

Gio, 13/02/2020 - 09:48

Renzi cosa aspetta a far cadere questo inutile governo e con lui togliere di mezzo Bonafede e il M5S/PD?