Il problema è lui , non i modi di Renzi

A furia di gridare «al lupo», pare che il lupo stia arrivando e abbia la faccia di Matteo Renzi, che disertando la riunione di ieri sera del Consiglio dei ministri ha di fatto aperto una crisi di governo. È presto per dirlo, ma per un attimo facciamo finta che sia così, che Giuseppe Conte a ore salga al Quirinale per prendere istruzioni sul da farsi. Tre le ipotesi: gettare la spugna e provare a passare la mano a qualcun altro, andare alle Camere e chiedere plasticamente la fiducia sperando in una marcia indietro dei renziani, avviare un rimpasto sostituendo in corsa i ministri (e i parlamentari) di Renzi con un nascente gruppo di responsabili. Tutte e tre le ipotesi ruoterebbero attorno all’obiettivo di provare a salvare la legislatura ed evitare il ritorno alle urne. Ipotesi questa che sbatte però contro il monito più volte lanciato dal presidente Mattarella: «Io vi avviso, dopo questo governo ci sono solo le urne». Gli accadimenti politici degli ultimi anni ci hanno però abituato al mai dire mai e il tentativo di restare in qualche modo in sella non è da escludere. La sola ipotesi però di un terzo governo Conte in meno di due anni è da brividi. Dopo aver fallito prima con la Lega e poi con il Pd è chiaro che qualsiasi cosa il premier si inventi non ci sarà un due senza tre. Altro che Renzi, lui e i Cinque Stelle – le costanti di queste giravolte - sono la mamma di tutti i problemi. Poi viene quello di una sinistra che è ben lontana da aver risolto – tra scissioni, ripicche e vendette - i suoi annosi problemi di compattezza e affidabilità. Chiunque pensi di dare all’occorrenza una mano a Conte e a Bonafede a rimanere in sella ci pensi bene: prolungherebbe solo di qualche mese la sua agonia e non salverebbe né la faccia né la poltrona. Se pateracchio d’emergenza dovrà essere, che almeno nessuna delle disastrose figure protagoniste di questa sciagurata stagione (ieri abbiamo incassato un nuovo record, quello della minor crescita tra i Paesi europei) pensi di poter continuare a far danni come se nulla fosse. Oggi capiremo meglio, ma se dovesse venire giù tutto meglio sarebbe che venga giù fino in fondo e definitivamente. Si torni a votare e incrociamo le dita sul fatto che gli italiani abbiano imparato la lezione e sappiano votare con giudizio

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 14/02/2020 - 17:51

verissimo! e se vogliamo dirla tutta: il vero problema dell'italia non è solo conte e renzi insieme, ma pure TUTTO il sistema della sinistra! compresi, ovviamente, i grulli del M5S!! via, a casa, a stracciarsi le vesti!

Gyunchiglia

Ven, 14/02/2020 - 18:11

Italia al voto

Ritratto di adl

adl

Ven, 14/02/2020 - 18:13

Se il lupo è Matteo Renzi ???..........,direttore lei dimentica la variabile 400 poltrone, comunque, mi ha fatto ricordare, una filastrocca che mi raccontava mia madre mezzo secolo e più or sono: "Con(te)iglietto, scappa scappa che c'è il lupo che ti acchiappa, se ti acchiappa sono guai, coniglietto che farai ?? Io non scappo fa il coniglio e del lupo non ho paura, sono fatto di velluto, sono pien di segatura, e se il lupo mi raggiunge molto mal non mi farà, col coniglio di velluto, anche il lupo giocherà (o si accomoderà ???)"

buonaparte

Ven, 14/02/2020 - 18:29

ci sono 400 piu una carica che comandano veramente al di la di chi prende piu voti e lo dimostra ora il processo a salvini.salvini doveva rimanere in carica con i 5 stelle per fare queste nomine la piu importante è quella del presidente della repubblica perchè al di la delle scemenze in italia decide il presidente della repubblica di piu di un presidente di una società privata..poi ci sono le altre 400 cariche che sono fondamentali per facilitare la vita di chi vince le elezioni. avere contro questi 400 non serve vincere le elezioni. renzi furbescamente vuole una bella fetta di queste cariche..

rigampi1951

Ven, 14/02/2020 - 19:23

Credo che a questo punto dovrebbe prendere posizioni Mattarella e consigliare a Conte di dimettersi, come hanno fatto in altri tempi altri Presidenti della Repubblica, che certamente erano molto piu decisi di Mattarella

necken

Ven, 14/02/2020 - 19:59

ormai Renzi non fà più paura al CDX anzi potrebbe diventare un alleato

carlottacharlie

Ven, 14/02/2020 - 22:25

Si, lei ha ragione, Sallusti. Si confida che gli italiani abbiano imparata la lezione e comincino riflettere sulle persone prima di votarle, comincino pretendere d'essere rispettati dalle istituzioni, Se ci tocca votare ad ogni piè sospinto è colpa di leggi create da ubriachi, per non dir truffatori. Personalmente non ho fiducia, men che meno quella cieca, conosco gli umani che, per la maggior parte deludono; se poi arrivano al soglio v'è certezza che l'hanno varcato i meno adatti al pensiero.

utherpendragon

Ven, 14/02/2020 - 23:04

se riescono a tenere il podice attaccato agli scranni sino al 2023 , questi si portano a casa altri 600.000 euro. In più nei prossimi mesi ci sono da spartire 400 nomine di enti o carrozzoni , che rendono in soldi e consenso. Ve lo vedete Di Maio che torna a vendere bibite allo stadio?

mcm3

Sab, 15/02/2020 - 06:02

Direttore, sanno tutti chedire che Conte ha fallito con la Lega e' una menzogna, una travisazione della realta', e' Salvini che ha fallito con Conte ed e' scppato dalle sue responsabilita' consapevole di aver fatto solo propaganda di cose irrealizzabili, ogg anche Renzi vi e' tornato simpatico..se pero' voteranno a favore cambierete ancora una volta idea, tutta una pagliacciata

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 15/02/2020 - 07:57

Questi Nostri Governanti, soprattutto grillini, non si meritano affatto di starsene sereni; facciano le valigie e se ne tornino a casa con grande piacere: Shalòm.

Gilgamesh1000

Sab, 15/02/2020 - 08:33

Che il problema sia Conte e non Renzi è evidente. L'arroganza di Conte sfiderebbe anche Dio. Peccato che Renzi sia l'unico che gliela sappia far pagare.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 15/02/2020 - 10:10

Sallusti ha parlato bene! Dopo di lui il silenzio! Non se ne parli più.

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 15/02/2020 - 10:45

La verità è che pensavamo, tutti, nessuno escluso, di aver visto già da un po' il peggio della politica. Ho negli occhi ancora ferma l'immagine di Letta, la cui espressione è più esplicita di mille bestemmie, che passa la campanella a Renzi. Ho ancora nella mente la serie infinita di sgarri, compiuti con fredda lucidità dalla massima carica dello stato, nei confronti del centrodestra già dal primo Scalfaro e poi dal lungo regno del viscido napoletano e, per finire (finirà?) dall'attuale salmodiatore professionista. Cos'altro ci può meravigliare, scandalizzare? E' vero che ogni giorno ci riserva una sorpresa ma, fatti i dovuti distinguo, nihil sub sole novum. Che tristezza...

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 15/02/2020 - 12:59

Votate come volete purché non ci troviamo Prodi Presidente della Repubblica

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Sab, 15/02/2020 - 14:08

Il meno è fatto! Ora resta il più (che è ancora da fare). Sulla beata speranza che gli Italiani abbiano imparato la lezione e sappiano votare con giudizio ci andrei molto ma molto cauto. E poi resta sempre l'incognita Capo dello Stato (che farà stavolta???).

clickexange

Sab, 15/02/2020 - 14:57

Bene Direttore, bella linea editoriale la sua, campagna elletorale continua, vede crisi dove non ci sono, vedeva anche la vittoria in Emilia con la Lega al 90%, poi........lo so che scrive solo quello che piace ai suoi lettori che fanno una platea di laureati forse al 0,5 %...

clickexange

Sab, 15/02/2020 - 14:59

elettorale e non elletorale...

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 15/02/2020 - 15:46

clickexange - elettorale e non elletorale...tanto per te fa uguale data la tua incolmabile ignoranza. Tra l'altro la tua inadeguatezza nasce da un problema di dna e, anche qualora ti avessero regalato quel pezzo di carta che gli altri si sono sudati con i sacrifici e le privazioni dei genitori, sarebbe veramente improbo poterti portare sulla buona strada della ragionevolezza e della razionalità. Continua così, che vai bene...Va, va!

Valvo Vittorio

Sab, 15/02/2020 - 16:16

Nella sinistra italiana c'è lo scontro fra due culture quella che risale dai fatti di Livorno: litigiosa e scissionista e quella dei nostri tempi che non procede per dogmi, ma per il potere e solo per questo, farcita dai pentastellati e movimenti "spontanei" dei nostri giorni. Se il tutto si limitasse a un cambiamento spontaneo nulla da ridire, il guaio che questi movimenti sono facilmente manovrabili! In altri termini siamo in una fase di transizione! Ciò che accadrà per il futuro, confesso di non avere la sfera di cristallo cui, fra l'altro, non credo.

Rugantino49

Sab, 15/02/2020 - 17:12

Sì, dopo aver deciso che da un'elezione fatta con una legge che prevedeva le coalizioni, non si poteva dare l'incarico alla coalizione che aceca vinto le elezioni, chi crede ora che Mattarella, che già le aveva minacciate per convincere Di Maio ad imbarcare Zingaretti, faccia ora quello che la Costituzione gli avrebbe dovuto imporre sia all'epoca sia, amaggior ragione, una volta emerso lo scollamento fra il Paese reale e la composizione del Parlamento?

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 15/02/2020 - 19:09

Valvo Vittorio - Nulla si crea, tutto si trasforma. E' un fatto collaudato e la politica non fa eccezione. Ti ricorderai che quando Forza Italia aveva quasi il 40%, all'indomani dell'appoggio al governo Monti, nessuno, tranne il sottoscritto e pochissimi altri, gridarono la loro indignazione e previdero la catastrofe cui stiamo assistendo. Da quelle ceneri molti trassero nuova linfa: lo stesso Renzi, lo stesso Grillo, lo stesso Salvini sono, per certi versi, nati per lo sconquasso conseguente. Così come, per lo svuotamento delle fila grilline, sommato al formarsi di gruppi che si vergognano del partito di riferimento (il PD, tanto per essere chiari), nascono le sardine contraddistinte da una ipocrisia di fondo tutta sinistrorsa, oltre che da una mancanza di democraticità piuttosto preoccupante. Quel che sarà non si sa, ma non vedo niente di buono, anzi, vedo incrementare le schiere dei nemici giurati dell'Italia.

clickexange

Dom, 16/02/2020 - 10:52

dlux...l'ho corretto subito, io sono inadeguato e tu intento soffri....