La proposta di Razzi: "Totti, vieni al Pescara. Ti pago lo stipendio"

Il senatore di Forza Italia invita il capitano giallorosso a non smettere di giocare e trova una soluzione per il futuro

La proposta di Razzi: "Totti, vieni al Pescara. Ti pago lo stipendio"

Il giorno dopo il commovente addio di Francesco Totti alla sua amata Roma, in molti hanno voluto esprimere il proprio pensiero sul capitano della squadra giallorossa.

Tra questi anche il senatore Antonio Razzi. Ai microfoni di Radio Cusano Campus, il senatore di Forza Italia non solo invita Totti a non smettere di giocare a calcio ma va oltre e sogna in grande: "Francesco Totti, vieni al Pescara. Se vieni lo stipendio lo pago io". Insiste Razzi nella speranza che il suo appello possa essere ascoltato: "Ieri mi sono commosso vedendolo. Anche se non sono della Roma, adoro Totti, la Capitale, adoro sia la Lazio che la Roma. Totti deve continuare a giocare almeno altri due anni, deve venire al Pescara, sarebbe una stella assoluta, gli pagherei io lo stipendio se venisse a giocare a Pescara. Con lui a Pescara lo stadio adriatico si riempirebbe ogni partita".

Nell'intervista rilasciata a Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, il senatore tocca anche altri temi. Razzi ci tiene a sottolineare che il lavoro di politico lo impegna molto di più rispetto a quello di operio che svolgeva da ragazzo e che poco importa dello stipendio: "Io ho fatto un sacrificio per l'Italia, amo talmente tanto il mio Paese che non mi interessa quanto prendo, non me ne frega niente. Voglio produrre, voglio far del bene al mio Paese, non guardo a quanto mi entra in tasca". E poi, a poche ore dal lancio di un nuovo missile, si propone come interlocutore tra l'Europa e la Corea del Nord.

Commenti

Grazie per il tuo commento