Quando la Lezzi assunse la figlia del compagno

Il ministro per il Sud

Quando la Lezzi assunse la figlia del compagno

Attivista grillina, deputata, paladina no Tap, contro il gasdotto in Puglia. E ora ministro di una colonna portante per il Movimento cinque stelle, seppur ridotta a poche righe nel contratto di governo.

La leccese Barbara Lezzi, classe 1973, è neoministro per il Sud nel governo giallo verde. Lontane, eppure non troppo, le polemiche che l'avevano pochi mesi fa fatta finire inizialmente nell'elenco dei furbetti dei rimborsi per non aver restituito parte dello stipendio al fondo per il microcredito: un solo bonifico che «non mi ero accorta che non fosse partito». Perdonata.

Anche quando nel 2013 aveva assunto la figlia del suo compagno perché secondo lei

«non c'era niente di male».

Famosa soprattutto per un video pubblicato su Facebook nell'agosto scorso, in cui per contrastare il trionfalismo renziano sul Pil, attribuiva la ripresa al caldo e al consumo dei condizionatori.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica