Quota 100, Tridico conferma: "Finirà nel 2021". Poi litiga con Giannino

Ospite di "Circo Massimo", su Radio Capital, il presidente dell'Inps Tridico conferma il fatto che quota 100 resterà in piedi fino al 2021. "Meno richieste del previsto? Meglio, c'è un risparmio". Giannino lo bacchetta: "È sempre deficit"

Quota 100, Tridico conferma: "Finirà nel 2021". Poi litiga con Giannino

Battibecco tra il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, e il giornalista Oscar Giannino. Ospite di "Circo Massimo", sulle frequenze di Radio Capital, Tridico è intervenuto sulla questione di quota 100 che il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, ha confermato fino al 2021. "Sono d'accordo con lui. Esiste una fetta di pensionandi che hanno avuto una carriera difficile, o comunque vogliono andare via prima, magari prendendo qualcosa di meno. La loro - ha detto il presidente dell'Inps - è un'opzione. E infatti - ha aggiunto - a oggi a scegliere quota 100 sono stati in 180mila, quest'anno ci fermeremo sotto i 200mila". Infatti, le stime parlavano di 300mila persone pronte a ritirarsi entro la fine di quest'anno. "Stime prudenti. Chi diceva che ci sarebbe costato 15-20 miliardi faceva stime tendenziose. Nel 2019 risparmiamo 2,5 miliardi: siamo contenti", le parole ottimistiche di Tridico.

A quel punto è intervenuto Oscar Giannino, che da questa stagione conduce "Circo Massimo" insieme a Massimo Giannini. "Dovremmo essere contenti dell'aggravio aggiuntivo? È deficit minore, non stiamo risparmiando", ha attaccato Giannino, scatenando la reazione indispettita di Tridico. Il presidente dell'Inps ha provato a ripetere più volte che il tesoretto accumulato quest'anno da quota 100 "è risparmio inserito ad aprile nel decreto Salva-conti", ma il giornalista ha continuato a incalzarlo fino a sentirsi dire: "Con chi sto parlando?". All'inizio Giannino ha preferito non rispondere, continuando a contestare le parole di Tridico, prima di decidersi a rivelare la propria identità. Quindi la discussione è tornata sui binari della pacatezza, con il presidente dell'Inps e il giornalista che hanno nuovamente ribadito le proprie idee. "Non è un risparmio", "Sì che lo è, e l'anno prossimo ci attesteremo sulla stessa cifra. Sono soldi - ha concluso Tridico - che saranno messi in un altro decreto, un decreto Salva-conti-bis, e usati per qualcos'altro".

Commenti