Raccomandazione alle Questure: nascondete i crimini dei profughi

Necessario "tutelare" i richiedenti asilo, anche se delinquono. È discriminazione al contrario

La gogna non è uguale per tutti. Le Questure italiane, e i comandi dei carabinieri, hanno ricevuto una strana raccomandazione, un consiglio disceso da molto in alto, una sorta di velina a uso interno. Se un profugo, un richiedente asilo, viene denunciato o addirittura arrestato mentre sta commettendo un reato non dovete raccontarlo a nessuno. Acqua in bocca. Omertà. Silenzio. Niente comunicati stampa, nessuna soffiata ai giornalisti. L'obiettivo è tutelare il migrante. Se, infatti, uno sta chiedendo aiuto allo Stato perché magari è perseguitato in patria significa che la sua vita è in pericolo. Nome, cognome e residenza sarebbero informazioni pericolose, notizie che i «regimi» potrebbero usare per colpire lui o la sua famiglia.

Uno viene a sapere una cosa del genere e pensa: bello, uno Stato garantista. Non c'è più il mostro in prima pagina. Solo che il principio vale solo per gli ospiti. Gli italiani devono solo pagare le tasse. Niente garantismo, nessuna tutela, neppure uno straccio di presunzione di innocenza. Anzi, quando poi si va a processo c'è la gara a far scappare dalle procure notizie, intercettazioni, frullati di vita privati, perfino di chi è capitato in quelle carte per caso, senza neppure essere indagato. E c'è anche una strana regia che calcola e razionalizza i tempi politici delle indiscrezioni. Questo è il Paese dove la condanna arriva per mezzo stampa prima dei processi e dove la carcerazione preventiva viene usata come arma di ricatto e addirittura di tortura.

Per gli italiani, insomma, il garantismo è un lusso che non si possono permettere. Siano essi personaggi famosi o sconosciuti, potenti o povera gente. È una forma di democrazia della gogna. Ora perché i profughi vengono risparmiati? Non per bontà. A quanto pare il governo non vuole turbative alla linea politica sull'immigrazione. Non parlate dei delitti dei profughi perché siccome accogliamo tutti, senza alcun controllo, pubblicizzare le loro malefatte potrebbe intaccare il consenso del governo e portare voti a chi critica le maglie larghe di Alfano e company. Meglio nascondere la realtà e continuare a raccontare agli italiani che tutto va bene, che tutto è sotto controllo. E se una notizia scappa dalle Questure, nessun problema, ci penserà Renzi a coprire Alfano. La colpa sarà stata di un gufo. Magari profugo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maleo

Ven, 23/10/2015 - 14:27

Questo comportamento svela,se ce ne fosse ancora bisogno,la stoffa fascista di questo governo .Tutti i cittadini si rendono conto della enorme bufala dell'accoglienza indiscriminata di tutta la feccia del mondo,ma dobbiamo ditre che va bene così!Neanche al tempo del Duce si viveva nella menzogna sociale come oggi.

fcf

Ven, 23/10/2015 - 14:39

Gli italiani sono stati messi alla berlina da chi protegge e difende chi ci sta sputando addosso ,gli immigrati!

Ritratto di pietrom

pietrom

Ven, 23/10/2015 - 15:24

@maleo: "la stoffa fascista di questo governo". Anche lei segue la moda in voga da decenni di utilizzare l'aggettivo "fascista" come il prezzemolo, quando invece e' al governo una sinistra dalle solide radici COMUNISTE!

Lino1234

Ven, 23/10/2015 - 16:08

#pietrom. Mi hai tolto le parole di bocca. Condivido al 100%. Saluti. Lino.

BLUHAWK1

Ven, 23/10/2015 - 16:25

Penso che sarebbe più logico e, forse , più intelligente informare che "chi delinque perde il o status di rifugiato"!

pgbassan

Ven, 23/10/2015 - 16:35

pietrom: e io sottoscrivo al centoun per cento. Lo dico da una vita.

manente

Ven, 23/10/2015 - 18:13

"Oscurare" sui media i crimini commessi dagli immigrati, equivale ad infondere in costoro la convinzione di poter delinquere impunemente, ancorché a mantenere i cittadini all'oscuro dei pericoli che corrono. La Boldrina "coccodè" che impone "ope legis" ai giornalisti di mentire, va trascinata in Tribunale per rispondere di reati quali abuso di potere, istigazione a delinquere e quant’altro, con richiesta di interdizione perpetua dai pubblici uffici in quanto soggetto “incapace di intendere e di volere” con un grado di pericolosità sociale molto elevato.

fisis

Ven, 23/10/2015 - 18:59

@lino1234 e altri. Se permettete, nè fascisti, nè comunisti, ma semmai cattocomunisti.

Barbadifrate

Ven, 23/10/2015 - 20:22

Come sarebbe... Ora si devono proteggere chi viene a delinquere? Non fare sapere che ci stanno distruggendo? Qui deve iniziare la disubbidienza civile. Questi bastardi ci stanno mettendo non uno ma dieci bavagli sulla bocca. Non date più retta ai delinquenti che stanno al potere!

Luigi Farinelli

Ven, 23/10/2015 - 21:16

pietrom: mi associo. Stavo per scrivere un commento simile, poi ho letto il suo. E la matrice comunista si nota ormai chiaramente quando si vogliono imporre messaggi ideologici fatti passare per "lotta alle discriminazioni e all'omofobia" attraverso una propaganda di regime (o, come in questo caso, silenziando fatti non politicamente corretti) per estirpare le "infezioni culturali": un processo di rieducazione per imporre aborto, omosessualismo, i frutti amari del radical-femminismo, la lotta alla famiglia naturale, la distruzione del patrimonio culturale dei popoli; proprio come hanno saputo fare molto bene Stalin, Mao e Pol Pot. Mancano solo i campi di rieducazione per chi difende i principi naturali, le tradizioni e il buonsenso ma basta avere pazienza, fra poco ci arriveremo.

sorciverdi

Ven, 23/10/2015 - 21:28

E poi c'è ancora qualche povero di spirito che si ostina a non credere che questo è lo "stato" di 1984 oppure il Mondo Nuovo di Huxley! Quanto a MALEO, pregatelo per favore d'informarsi meglio: questo "governo" (virgolette di rigore dati i brillanti risultati che ottiene e il modo in cui ha preso il potere) è composto da comunisti e democristiani di sinistra, cioè da una massa immonda di CATTOCOMUNISTI che altro non è che il veleno che da settant'anni ammorba l'Italia!

nunavut

Sab, 24/10/2015 - 00:24

Se continua di questo passo nessuno potrà salvare l'Italia che abbiamo conosciuto da giovani, poveri figli e nipoti siete fot@@ti

maleo

Sab, 24/10/2015 - 08:14

Riscrivo il messaggio.Con il termine FASCISMO ovviamente mi riferisco all'unico regime antidemocratico che l'Italia ha conosciuto nei tempi moderni.Gli Italiani,sino ad oggi,non avevano sperimentato altri regimi.Poi potete chiamarlo come vi pare,che differenza c'è ?Solo la denominazione cambia,speravo che gli illuminati bloggisti del Giornale ,che seguo con interesse,avrebbero capito il concetto base.

sorciverdi

Sab, 24/10/2015 - 12:48

@ maleo: le sembra che gli ultimi tre governi siano "democratici"? Capirei se lei dicesse che il termine "Fascismo" ormai è entrata in certo lessico per descrivere qualcosa con valore negativo, allora capirei il senso del suo commento ma, per favore, non mi venga a dire che l'Italia è una democrazia. Oddio, al massimo è un'imitazione come quella paccottiglia di accessori con firme finte ma a volte abbastanza somiglianti che i vuccumprà offrono sulle spiagge in estate, ovviamente senza fare lo scontrino fiscale. Devo ricordarle che in Italia si ignorano i referendum dagli esiti sgraditi, che i governi si fanno e si disfano nella sede di un ben preciso partito, che la giustizia non di rado valuta l'appartenenza politica prima inquisire o a addirittura di emettere sentenza? Continuo o può bastare?

elena34

Sab, 24/10/2015 - 18:03

Quanto siamo umani!!!! Ma a quale razza apparteniamo?

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 24/10/2015 - 18:29

Lasciamo da parte i riferimenti a Mussolini e al Fascismo che sono fuori luogo nella fattispecie visto che fu proprio Lui a volere l'Impero formato da questa feccia (Eritrei, Somali, Abissini e Libici) che oggi viene qui a presentarci il conto: "Faccetta Nera". VAFFA A lUI E AI SUOI SIMILARI EREDI ROSSI PURE FILOISLAMICI (LA SPADA DELL'ISLAM DONATA A MUSSOLINI DAI BEDUINI)STATALISTI ED AFFINI.

elena34

Sab, 24/10/2015 - 19:36

La verita' soprattutto i cattocomunisti la dicono sempre. Infatti quelli che arrivano da noi sono tutti onesti. Non dobbiamo avere timore. Accoglienza ,accoglienza. Sono veramente vere risorse, ha ragione la terza carica dello stato. C' e' ancora posto . Avanti. Siete la vergogna di questo paese.

maricap

Sab, 24/10/2015 - 23:06

Non farsi trovare impreparati quando comincerà la riscossa. Certo quando la misura sarà colma traboccherà. e allora saranno azz.. per i traditori della patria.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 25/10/2015 - 01:08

Non è che questi fasciocomunisti si comportano come ai tempi del ventennio fascista che PROIBIVA LA PUBBLICAZIONE DI FATTI DI SANGUE PER NON TURBARE L'OPINIONE PUBBLICA? L'orrenda raccomandazione alle questure è la prova che viviamo in una repubblica democratica fatta di sole chiacchiere. La realtà è che ci troviamo in un regime voluto dal comunista Napolitano, il quale per realizzarlo ci ha privati del diritto di voto. QUESTE SONO LE NEFASTE E INFAMI CONSEGUENZE.

seccatissimo

Dom, 25/10/2015 - 02:37

Un popolo che, come quello di Schifitalia, tollera senza un minimo di ribellione un governo sconcertante, inqualificabile, tirannico, incapace, arrogante, presuntuoso, dannoso, pazzoide, ixxxxxxxe come quello del cialtrone nazionale, merita di sprofondare nel Mediterraneo!

fecb

Dom, 25/10/2015 - 09:13

gentile sig. Maleo: i termini hanno un significato. Ed usare quelli sbagliati mistifica la realtà. Lei può parlare quanto vuole di analogie, o argomentare che "l'unico regime antidemocratico che gli italiani hanno conosciuto ... etc" . Ma la circolare di cui parliamo viene da un governo composto da componenti ex democristiani, ed ex pci.

fecb

Dom, 25/10/2015 - 09:15

Gli uni e gli altri non hanno mai abiurato le ideologie di provenienza, nè condannato, o denunciato , gli abusi (creazione di un sistema corruttivo istituzionale, centri di potere collusi con la criminalità, utilizzo di ogni mezzo per scalare il potere) per i primi, ed i crimini (distribuzione di ricchezze e potere alle nomenklature , abusi di ogni genere, stragi di milioni di persone, MANIPOLAZIONE COSTANTE DELL'INFORMAZIONE, dai quotidiani, ai documenti storici-guarda caso, spostando sulla parte politica invisa le colpe e le definizioni delle loro efferatezze) per i secondi. La continuità anche di metodo non vediamo perchè debba essere artificialmente spostata nel campo opposto. A ciascuno, addebitiamo il proprio; e non pretendiamo di dire che "per farci capire" lo addebitiamo al comportamento di altri.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 25/10/2015 - 11:05

BLUHAWK1 16:25 – In Francia stanno aggiornando/perfezionando le leggi in materia nel senso da lei descritto.

Anonimo (non verificato)

laziale65

Mer, 18/09/2019 - 21:47

Io sono già armato da un pezzo