Recovery Plan, il progetto di Berlusconi: "Agire su Fisco, giustizia e burocrazia per rilanciare l’Italia"

In una lettera a "Il Sole 24 Ore" il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ha indicato quali siano le riforme da attuare per il rilancio del nostro Paese

"Il Recovery Plan è davvero un'occasione irripetibile. Grazie all'Europa disporremo di 209 miliardi, dei quali 82 di sovvenzioni a fondo perduto, per la ricostruzione post Covid". È questo l’inizio della lettera scritta da Silvio Berlusconi a "Il Sole 24 Ore" con la quale il leader di Forza Italia non solo ha spiegato l’importanza di usare bene il denaro proveniente da Bruxelles ma ha anche indicato quali sono le riforme urgenti che il nostro Paese deve compiere per potersi rilanciare.

L’ex premier, facendo un paragone storico, sottolinea che i fondi rappresentano il "Piano Marshall del XXI secolo". Ma Berlusconi evidenzia che su questo tema vi è un problema tutto italiano: ancora non è dato sapere come il governo Conte intenda utilizzare la massa di denaro, "ammesso che il suo percorso continui", anche se tuttavia "è lecito pensare che la strada scelta sia quella della spesa dispersiva e orientata al consenso".

Il progetto di Berlusconi

Per Berlusconi la proposta è quella di "un grande progetto di rilancio del nostro Paese, con una particolare attenzione al Sud". Un piano che si deve basare su "tre grandi riforme strutturali e propedeutiche al resto: riforma della pubblica amministrazione, riforma del fisco, riforma della giustizia". Il leader azzurro ritiene, infatti, che senza uscire “dall'oppressione fiscale, dall'oppressione burocratica, dall'oppressione giudiziaria l'Italia non potrà mai proiettarsi davvero verso la modernità". Secondo il Cavaliere la sfida del Recovery Plan è quella di "coniugare riforme oramai improcrastinabili come pre-condizione dalla quale far discendere i progetti da finanziare con le risorse a disposizione" per "un cambio di paradigma nel rapporto fra pubblico e privato".

Berlusconi pensa ad una riforma della Pubblica amministrazione basata sulla "semplificazione in materia di appalti e di regimi autorizzativi, sulla digitalizzazione, sul risarcimento dei ritardi nei pagamenti". A questa si deve affiancare quella che definisce essere una "rivoluzione fiscale, che da una parte mette alle spalle il sistema passato, attraverso la pace fiscale fra Stato e imprese, dall'altra mette in cantiere il sistema futuro". E per fututo, ha specificato il Cavaliere, "intendiamo uno dei punti identitari contenuti nel nostro programma e cioè il passaggio dalle aliquote attuali a un'unica aliquota (la flat tax) per rilanciare il Paese".

Altro tema importante per ridare slancio all’Italia è quello della giustizia. "È evidente che l'inefficienza del sistema giudiziario, oltre ad essere in sede civile un grave danno soprattutto per le imprese, riduce anche la possibilità in sede penale di ottenere giustizia equa in tempi ragionevoli", ha affermato Berlusconi. Per fare ciò il leader azzurro indica che è necessario puntare sul rafforzamento dell'organico dei magistrati togati, la crescita dell'informatizzazione, gli investimenti funzionali alla creazione di sezioni specializzate. Queste, per l’ex premier, sono le "condizioni essenziali per avere una giustizia più efficiente, più rapida e quindi più equa".

Berlusconi ammette che non tutti questi interventi potranno riferirsi direttamente al Recovery Fund "che ha dei limiti di impiego ben definiti dall'Europa ma fanno parte di un'idea complessiva sul futuro dell'Italia". Pertanto il Cavaliere ha proposto una forte "governance attuativa" per “non perdere un solo centesimo nel rigoroso rispetto del cronoprogramma imposto dall'Ue". Si tratterebbe, ha proseguito Berlusconi, di un meccanismo di vigilanza "sui progetti con l'immediato subentro dell'autorità centrale in caso di ritardi".

L'invito ad agire velocemente

Queste sono le proposte di Fi. Berlusconi ora attende che gli altri, "a partire dal governo e dalle forze di maggioranza, facciano la loro parte". Ma le decisioni devono essere prese nel più breve tempo possibile "mettendo da parte le tattiche di sopravvivenza politica. L'Italia e l'Europa non possono aspettare".

L'ambiente

L'ex premier non dimentica anche la questione-ambiente: "Poniamo un grande accento sulla sostenibilità ambientale. Essa non è in contrasto con un modello di sviluppo armonico, che comprenda innanzitutto un coraggioso e ambizioso piano infrastrutture (con la centralità del Ponte sullo Stretto di Messina), un piano edilizia e periferie, oltre a un piano casa, ma anche una scelta senza esitazioni per l'economia circolare in ogni ambito di possibile applicazione. A questo è strettamente legato un grande impegno per l'agroalimentare e per il turismo".

La questione della natalità

Berlusconi, infine, conclude il messaggio affrontando anche un altro delicato problema che affligge il nostro Paese: il calo delle nascite. "Non c'è futuro senza natalità", ha sottolineato il leader di Fi che ha aggiunto come da questo punto di vista "l'Italia è in profonda crisi demografica" da cui "deriva il crollo del sistema previdenziale, del welfare, dei consumi, del sistema sanitario nazionale". Per permettere di invertire la rotta è necessario un netto cambio di passo e sostegni concreti da parte dello Stato. Berlusconi ha annunciato che Forza Italia ha pensato "ad un piano di almeno 30 miliardi per rilanciare la natalità".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Mer, 06/01/2021 - 10:16

Caro Berlusconi, per salvare l'Italia vanno sfoltite e semplificate leggi e norme, ma soprattutto va azzerata la giurisprudenza! Il Paese è strangolato da interpretazioni e complicazioni di legge ben oltre la soglia patologica, che vanno ad alimentare un sottobosco di avvocati sfruttati o strapagati alla ricerca dell'interpretazione perfetta.. La parola chiave è "semplicità", ma anche nel centro-destra non è chiaro cosa significhi...

cir

Mer, 06/01/2021 - 10:54

manca il vero toccasana delle riforme .Nessuno deve avere piu' di una televisione e meta' di questa deve essere comproprietario lo STATO.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 06/01/2021 - 11:04

Siamo tutti lieti del “ritorno” di Silvio, vittima di un sistema politico, superato dai fatti, che aveva cercato di farlo fuori per via giudiziaria. Però una persona intelligente come lui deve andare piano, almeno fino a quando la grande maggioranza del centro destra continuerà a seguire Salvini e Giorgia Meloni, politicamente in crescita. L’unione fa la forza, gli “uniti” sono tre, ma in testa ci deve essere un accordo totale, rispettando i fatti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 06/01/2021 - 11:12

Ad ogni modo la proposta di Berlusconi è la migliore in assoluto perché i benefici se ne avvertiranno tutti, compresi i babbei comunisti grulli:-)

wania

Mer, 06/01/2021 - 11:14

3 punti per salvare l'Italia ???Eccoli ! 1° punto: berlusconi; a casa ! - 2° punto:berlusconi; a casa ! - 3° punto: berlusconi; a casa ! - ottima premessa per ripartire.Naturalmente anche senza il comunista conte e il suo governo.

ex d.c.

Mer, 06/01/2021 - 11:15

Queste sono riforme serie, in contrasto con l'attuale Governo

Ritratto di Smax

Smax

Mer, 06/01/2021 - 11:16

Praticamente le cose che ha sempre promesso e quando governava non ha mai fatto. Io come prima riforma proporrei che dagli 80 anni in su non si è più eleggibili ne avere posizioni di governo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 06/01/2021 - 11:17

@cir - ritorna in Unione Sovietica, magari in Siberia. Lì mediterai suoi tuoi principi assurdi del komunismo reale.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 06/01/2021 - 11:20

Carissimo persidente Berlusconi, ottima la sua frase: "Agire su Fisco, giustizia e burocrazia per rilanciare l’Italia". Sono tre punti per cui la sinistra, mantenendo lo status quo, continua a (s)governare, in modo pseudo-dittatoriale, il paese. Senza una maggioranza forte sarà dura intervenire su questi 3 punti essenziali per una vera democrazia.

schiacciarayban

Mer, 06/01/2021 - 11:38

Sono 3 punti ovvii, se ne parla da decenni e nessuno ha mai fatto nulla, compreso Berlusconi.

cir

Mer, 06/01/2021 - 11:40

berlu... chi ti conosce ti evita.

nerinaneri

Mer, 06/01/2021 - 11:45

...la giustizia, strano...

flip

Mer, 06/01/2021 - 11:46

Smax...i saggi sarebbero quelli come te????????? POTREBBE ESSERE GIUSTO MA CI VUOLE ANCHE UN SACCO DI ESPERIENZA POLITICA,ECONOMICA E SOCIALE PIù QUALCHE COSA D'ALTRO...........CJE NASCE DALLA CULTURA E DAL CUORE........

marco1965

Mer, 06/01/2021 - 11:50

Ha avuto quasi trent'anni per attuare il programma, fallendo sempre.Il solito leitmotiv della pubblica amministrazione, dimenticando che i ritardi sono dovuti all' applicazione di leggi votate da Parlamento e dal Senato. A solo titolo di esempio, il codice dei beni culturali, art. 2 conservazione dei documenti e a seguire linee guida che accomunano la conservazione di un appunto ad un manoscritto del '500, Ministra....Gelmini, governo Berlusconi.

Iacobellig

Mer, 06/01/2021 - 11:58

Investire, investire, investire, se si vuole rilanciare il paese, non potrà essere Conte & C., ma un governo che uscirà dalle prossime votazioni. Mattarella se ne dovrà fare una ragione!

Ritratto di skuba2017

skuba2017

Mer, 06/01/2021 - 12:04

Buongiorno Pesidente, lei ha delle ottime idee, ma c'è un problema, che sono i personaggi di cui si circonda. Abbiamo visto che ci sono troppi personaggi in Forza Italia m non solo che per i soldi venderebbero la loro madre. Gente gretta, pusillamine, gente inconsapevole della loro ignoranza, arroganti. Chi ha valori morali preparazione e vede questi personaggi che con lusinghe e mi fermo qui vanno avanti, si disinnamora e perde ogni interesse. Lei quando era al governo ha avuto la possibilità di fare tante cose, ma praticamente ha fatto niente a causa di questi personaggi che hanno annullato le riforme che andavano fatte. Se no fà pulizia dentro Forza Italia nel momento che lei dirà basta perchè stanco, la sua creatura morirà.

cir

Mer, 06/01/2021 - 12:10

per il bene dell' italia lei dovrebbe strasene a casa.

WSINGSING

Mer, 06/01/2021 - 12:15

Tutte riforme che possono interessare a lui soltanto. Mi meraviglio come non sia saltato fuori il progetto della abolizione della tassa di successione.

necken

Mer, 06/01/2021 - 12:22

belle parole di circostanza ma tra il dire ed il fare c'è di mezzo "l'oceano" questo è il problema per tutti i governi

xgerico

Mer, 06/01/2021 - 12:27

E si Silvio con la riforma della giustizia e flat-tax mette in pari il bilancio dello stato! Però ha dimenticato le pensioni promesse a tutte le casalinghe!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 06/01/2021 - 12:35

ma proprio non sapete fare altro che lamentarvi, lamentarvi, lamentarvi, lamentarvi, babbei comunisti grulli? qualunque cosa sia, non vi va mai bene! ma ci avete rotto le scatole, lo sapete? :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 06/01/2021 - 12:37

ripeto: le proposte di berlusconi sono miliardi di volte migliori di quelle che propongono la sinistra! è come scegliere tra farsi curare da un veterinaio (per di piu abusivo) o da un esperto chirurgo (anche se abusivo) .... :-)

Totonno58

Mer, 06/01/2021 - 12:48

E'troppo tenero...ripete le stesse cose che aveva promesso nel 94...ne manca qualcuna però...il ponte sullo Stretto di Messina, la vita prolungata fino a 120 anni...forse con l'età aumenta la saggezza e si ragiona un po'più con i piedi per terra!

lorenzovan

Mer, 06/01/2021 - 13:29

tuttoveto e tutto giusto..ma mi permetta cavaliere.se non l'ha fatto vent'anni fa..quando era ancora in forza ..e con le maggioranze assolute che aveva in parlamento..pensa di farlo ora ?? mi permetta...qyalche dubbio...

titina

Mer, 06/01/2021 - 13:45

L'aliquota unica favorirebbe i ricchi, almeno tre aliquote.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 06/01/2021 - 14:26

Come dargli torto. D'accordo con @Titina a @Skuba2017. Bene anche per la scelta della signora Moratti per la Lombardia anche se per cio' che e' riuscita fare con l'Expo per Milano la vedrei bene come Presidente del Consiglio per portarci fuori dal fango dove ci hanno portati Conte-PD-grillini con il regista Renzi.

Helter_Skelter

Mer, 06/01/2021 - 15:30

Semplificazione appalti = no controllo Flat tax = i ricchi pagano di meno Riforma giustizia = prescrizioni a go go Queste proposte non ci servono.

Calmapiatta

Mer, 06/01/2021 - 15:33

Riforme.... Già, come tutte quelle che aveva promesso di fare quando governava e che, ovviamente, non ha fatto. L'Italia è ridotta in questo stato abietto anche perché il Cavaliere, invece di governare, ha sempre e solo fatto chiacchiere. Ora basta, per favore la finisca, ci basta Renzi.

cir

Mer, 06/01/2021 - 15:36

ma ci spiega perche' non si e' mai pronumciato sull' immigrazione ??

paco51

Mer, 06/01/2021 - 16:14

la più importante è la giustizia . cambio di tutto ! allora si che si riparte!

Ritratto di manasse

manasse

Mer, 06/01/2021 - 16:26

a tutti questi buoni propositi ne consiglierei un altro che è alla base della società la riformo scolastica ad iniziare dagli asili infantili dove insegnar per prima cosa la lingua inglese che è la lingua internazionale degli affari e poi anche qualche altra visto che i bambini le imparano facilmente nelle elementari una vera EDUCAZIONE CIVICA che produca dei cittadini VERI ma ci devono essere insegnanti capaci di trasmettere il loro sapere perche non basta il diploma o la laurea per essere tali

cir

Gio, 07/01/2021 - 14:27

manasse Mer, 06/01/2021 - 16:26 : la lingua inglese deve essere proibita .

Ritratto di manasse

manasse

Ven, 08/01/2021 - 17:02

cir che non ti piacciano gli inglesi posso anche essere d'accordo ma la lingua che c'entra gli affari nel mondo si fanno con la lingua inglese o americana se ti piace di più

cir

Ven, 08/01/2021 - 17:42

manasse Ven, 08/01/2021 - 17:02 :sappi che i subalterni dovranno sempre studiare la lingua del padrone.Gli affari si fanno con i soldi. I brasiliani hanno rimandato negli usa vagonate di prodotti che non avevano le istruzioni in portoghese.In Francia se parli in inglese giustamente sei mal visto .