Renzi: "Non si utilizzi il referendum per buttare giù il governo"

Renzi: "Non si utilizzi il referendum in nome del desiderio di buttar giù il governo". E poi: il Ponte sullo Stretto di Messina potrebbe essere "un volano per il Sud, ma non è certamente l'unica cosa perché servono investimenti sulla legalità e sulle infrastrutture, oltre alla trasparenza nelle opere pubbliche

Renzi: "Non si utilizzi il referendum per buttare giù il governo"

"Non si utilizzi il referendum in nome del desiderio di buttar giù il governo. Si manda a casa per sempre la riforma. Quella è un'occasione perduta. È più bello se si potesse votare nel merito e poi scegliere un front runner del centrodestra e dei 5 stelle, che, con Di Maio, credo non se la passi benissimo". Matteo Renzi torna a parlare del referendum. E punta il dito contro coloro che si schierano per il No: "Berlusconi punta a fare un'operazione del tutto legittima che è quella di tornare in campo assieme a D'Alema e a tanti altri che utilizzano il referendum per questo e per fare una bella Bicamerale. A Berlusconi gli faccio gli auguri dal profondo del cuore, così come a Bersani che compie gli anni lo stesso giorno, il 29 settembre. Comunque aspettiamo a giudicare Berlusconi come uomo del passato".

In merito all'Unione Europea e alla flessibilità il capo del governo ha spiegato: "Ci sono regole Ue non condivido ma che rispetto. Abbiamo detto che tutto ciò che serve per il sisma e per l'immigrazione lo togliamo dal patto stabilità. Noi rispettiamo la posizione dell'Ue. Queste regole andrebbero cambiate e lavoreremo per farlo ma finché ci sono vanno rispettate".

Infine, Renzi è tornato sulle dichiarazioni di ieri sul ponte sullo Stretto di Messina spiegando che potrebbe essere "un volano per il Sud, ma non è certamente l'unica cosa perché servono investimenti sulla legalità e sulle infrastrutture, oltre alla trasparenza nelle opere pubbliche. E poi non è che siccome l'ha detto Berlusconi è un'idea sbagliata...Questa è la cultura dell'odio verso il nemico. Se Grllo o Salvini dicono una cosa giusta, anche se nel caso di Salvini è una cosa complicata, ma mai porre limiti alla Provvidenza, perché litigare sempre?".

In merito poi al fatto che nel 2010 e nel 2012 Renzi si era espresso in maniera negativa nei confronti del Ponte il segretario dem ha precisato: "Io alla Leopolda dissi che dovendo scegliere tra la banda larga e il Ponte sullo Stretto ero per la banda larga e che bisognava finire la Sa-Rc e le linee ferroviarie in Sicilia, e lo confermo ma dopo due anni e mezzo di governo la banda larga è a gara in tutte le Regioni, la Sa-Rc si percorre in quattro corsie e il 22 dicembre sarà terminata, in Sicilia i soldi per viadotti e ferrovie sono realtà, e allora, essendo ospite dell'azienda in causa con lo Stato dopo aver vinto la gara, ho detto che se diventa uno strumento per unire da Milano a Palermo si può ragionare".

Commenti