Romeo: "Mi fidavo di Marra, pentito di averlo portato in M5S"

Il rammarico dell'ex capo della segreteria della Raggi: "Pentito? È un eufemismo"

Romeo: "Mi fidavo di Marra, pentito di averlo portato in M5S"

"Ho lavorato con Marra per tanto tempo. Lui è stato il mio capo di dipartimento, aveva dei titoli, veniva dalla Guardia di finanza. Da quello che sapevo, era una persona a posto". C'è molto rammarico nelle parole di Salvatore Romeo, ex capo della segreteria di Virginia Raggi, che ad Agorà confessa di essere "pentito" di averlo presentato al M5S.

"Pentito è un eufemismo", risponde Romeo alla domanda che gli viene fatta, aggiungendo anche che "le cose per cui oggi è accusato sono precedenti al nostro rapporto di conoscenza, dunque non ne sapevo nulla né le immaginavo".

"Ci stavamo preparando per governare la città, se avessimo vinto le elezioni", spiega ancora Romeo, parlando di "un progetto di squadra". Una squadra di cui facevano ovviamente parte anche lui, Marra e Virginia Raggi.

Romeo potrebbe essere sentito a breve dagli inqurienti, per la sua nomina a capo della segreteria. Intanto è stato rimandato l'interrogatorio di Raffaele Marra, in carcere dallo scorso 16 dicembre.

Commenti