"Dillo...", "Ok lo dico...": la telefonata di Grillo a Mentana in diretta

Chiamata in diretta per Enrico Mentana: dall'altra parte Beppe Grillo, che ha smentito pressioni su Conte per Draghi al Quirinale

"Dillo...", "Ok lo dico...": la telefonata di Grillo a Mentana in diretta

No, Beppe Grillo non ha mai chiamato Giuseppe Conte per parlare di Mario Draghi al Quirinale. Questo è il succo della telefonata che il garante del Movimento 5 stelle ha fatto a Enrico Mentana durante la maratona per l'elezione del presidente della Repubblica, condotta dal direttore del Tg di La7 in questi giorni sull'emittente di Urbano Cairo.

"È Beppe Grillo... Sì", annuncia il giornalista mentre risponde al telefono. Un imprevisto inusuale. Mai era accaduto in precedenza che un leader di partito telefonasse a un giornalista in diretta televisiva per smentire un'indiscrezione durante le votazioni per l'elezione del presidente della Repubblica. "Non ti metto in diretta, va bene Beppe, lo dico... Con Conte vi sentite sempre ma non avete mai parlato dell'argomento di votare Mario Draghi al Quirinale", riferisce ai telespettatori Mentana mentre tiene il telefono attaccato all'orecchio. Un concetto che pare il garante avesse già espresso in diversi messaggi mandati al direttore: "Con Conte ci sentiamo sempre ma non abbiamo mai parlato di votare Draghi al Quirinale, dillo".

Tutto nasce da un retroscena battuto anche dalle agenzie di stampa durante la mattinata durante il terzo turno di votazione, che riportava le voci di fonti interne al M5s secondo le quali Conte e Grillo si sarebbero sentiti telefonicamente per "trovare un candidato autorevole e super partes". Il quotidiano Domani, però, ha riferito che ci sarebbe stata una telefonata tra Luigi Di Maio e Beppe Grillo, durante la quale "il ministro degli Esteri avrebbe chiesto al fondatore di intervenire per portare anche Conte a tornare nello schieramento che sostiene Mario Draghi". E la telefonata di questa mattina nascerebbe proprio da questo.

Beppe Grillo ha comunque deciso di smentire il dialogo su Mario Draghi con la telefonata in diretta a Enrico Mentana. Anche il direttore del tg La7 è apparso piuttosto sorpreso dalla sortita di Beppe Grillo, che non si è limitata a quella telefonata. Il garante e fondatore del Movimento 5 stelle, infatti, ha continuato a tenere i rapporti telefonici con Enrico Mentana anche nei minuti successivi, scrivendo al direttore dei messaggi sul suo telefono cellulare.

"Dice 'vero' riferendosi a una fonte del Movimento 5 stelle", spiega Enrico Mentana, che legge la nota che riporta della telefonata intercorsa tra Conte e Grillo in cui si parlava di "piena sintonia" tra i due sulla trattativa portata avanti dall'ex premier sul Colle, dunque permanenza di Mario Draghi a Palazzo Chigi e ricerca di un candidato autorevole e super partes.

Commenti