Salvini contro il vescovo per i tortellini halal

L'ex ministro dell’Interno contro Matteo Maria Zuppi, promotore dell’iniziativa di accoglienza culinaria verso gli islamici

Salvini contro il vescovo per i tortellini halal

A Bologna, per non turbare gli islamici in occasione della festa di San Petronio, patrono della città, arriveranno i tortellini halal di pollo. Niente carne di maiale, insomma, perché vietata dall'Islam. Nel capoluogo emiliano è ovviamente scoppiata la bufera, vista l’importanza "sacra" del piatto tipico della cucina bolognese. Un'iniziativa fortemente caldeggiata dal vescovo Matteo Maria Zuppi, tutt’altro che nuovo a iniziative di integrazione, nonché promotore dell'accoglienza sempre e comunque. Una trovata, questa, però aspramente criticata da Matteo Salvini: "Vi rendete conto che stanno cercando di cancellare la nostra storia, la nostra cultura? E giustamente i bolognesi sono insorti: mamme, papà, nonne, nonni, parroci, suore. I tortellini senza carne per non offendere chi arriva a Bologna…".

Dunque, il capo politico della Lega ha aggiunto: "Per me, uno può mangiare l'insalata, ma negare la nostra storia è semplicemente una follia. È come se qualcuno di noi volesse andare nei Paesi arabi a insegnare a loro cosa debbono fare, cosa debbono mangiare, cosa debbono bere, come devono pregare…".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti