Salvini: "La copertina di Famiglia cristiana? Infame"

Il ministro dell'Interno: "Dopo quella infame copertina parecchio comunista ho ricevuto tanti messaggi che mi dicevano non mollare"

Salvini: "La copertina di Famiglia cristiana? Infame"

A distanza di giorni, il ministro dell'Interno Matteo Salvini risponde alla copertina di Famiglia cristiana, apparsa il 27 luglio scorso, in cui veniva paragonato a Satana: "Mi avevano detto tante cose, ma Satana mai. Dopo quella infame copertina poco cristiana e parecchio comunista ho ricevuto tanti messaggi di preti, frati e suore che mi dici vai avanti e non mollare".

Quella copertina aveva creato parecchio scalpore e, soprattutto, aveva spaccato il clero italiano, tra chi difendeva il ministro dell'Interno e chi, invece, lo accusava di violenze inaudite contro i migranti. In quell'occasione, un sacerdote di Bologna, don Alfredo Morselli, difese Salvini spiegando come la sua politica non fosse contraria al vangelo. Anzi: "non è contro l’accoglienza dei migranti tout-court, ma vuole semplicemente cambiare il modo con cui il problema dei flussi migratori è stato gestito in Italia. E in questo si pone contro i poteri forti, che come gli alchimisti giocano sulla sostituzione della civiltà cristiana, e i loro utili idioti (nel senso leninista, specifica don Alfredo, ndr): chi ci 'mangia sopra' e anche chi, in un modo un po' ingenuo, sostiene questi progetti mondialisti senza rendersi conto della loro portata".

Commenti