"L'educazione dipende dal ceto". Ed è bufera sull'Amaca di Serra

Per il giornalista di Repubblica gli alunni di Lucca che hanno "bullizzato" un professore sono vittime del loro ceto sociale. L'ira di Salvini e della sinistra

"L'educazione dipende dal ceto". Ed è bufera sull'Amaca di Serra

Fa ancora discutere l'aggressione portata avanti da 6 alunni di un istituto tecnico di Lucca verso il loro professore. Non una 'bravata' qualsiasi ma una vera azione di bullismo che è stata stigmatizzata anche da un radical chic come Michele Serra.

Serra, nella sua 'Amaca' di ieri, ha scritto: "Non è nei licei classici o scientifici, è negli istituti tecnici e nelle scuole professionali che la situazione è peggiore, e lo è per una ragione antica, per uno scandalo ancora intatto: il livello di educazione, di padronanza dei gesti e delle parole, di rispetto delle regole è direttamente proporzionale al ceto sociale di provenienza". Frasi con cui l'editorialista di Repubblica si è attirato critiche anche del suo mondo, quello della sinistra, sia proletaria sia radical chic. Sui social c'è persino chi, da sinistra, minaccia di non voler comprare più Repubblica o di essere intenzionato a disdire l'abbonamento per l'on line e della nuova app gli smartphone.

Matteo Salvini, invece, ha attaccato Serra su Twitter. "Per alcuni 'intellettuali' di sinistra i ragazzi che vanno agli Istituti Tecnici o Professionali, i figli del popolo e non dei ricchi, sono più violenti e ignoranti, più spesso fanno i bulli a scuola. Questo è vero razzismo, questa è vera ignoranza", ha scritto l'editorialista.

Commenti