Quella sinistra attrazione che lega i grillini ai chavisti

Per Di Battista Maduro "è un democratico", per Cabras "in Venezuela c'è libera stampa". Di Maio fa il gaffeur

Se il reddito di cittadinanza non dovesse funzionare, non c'è da scoraggiarsi, il Movimento ha già pronta una soluzione di riserva: emigrare in Venezuela.

Caracas, vista con gli occhi dei grillini, fa venire voglia di preparare le valigie. Intanto è un Paese che «attraversa una profonda fase di trasformazione, che ha permesso di raggiungere importanti obiettivi» (nero su bianco in una risoluzione parlamentare a primo firmatario l'attuale sottosegretario agli Esteri, il pentastellato doc Manlio Di Stefano). Quali obiettivi? Intanto, a dire di Alessandro Di Battista, ha «un governo democraticamente eletto», quello di Nicolas Maduro. Lo stesso che nell'estate del 2017 ha represso la rivolta di piazza facendo 120 morti e migliaia di feriti. Punti di vista. Infatti, per Alessandro Di Battista, «entrambi gli schieramenti fanno molti errori», come dire che il disastro bolivarista in Venezuela e la politica estera di Stati Uniti ed Europa «pari son».

Del resto, scandiva un'altra deputata grillina, «anche in Italia si sta male, ci sono tanti giovani senza lavoro a causa delle scriteriate politiche del governo Renzi». La stessa deputata, Ornella Bertorotta, si premurava di aggiungere che in Venezuela «ci sono anche cose buone come il programma di musica nelle scuole». Canta che ti passa, magari una cantata farà dimenticare ai venezuelani l'inflazione al 10 milioni per cento, la malnutrizione, la repressione del dissenso degna di un regime. Ma guai a dare del «dittatore comunista» a Nicolas Maduro come ha fatto il 23 gennaio il deputato Andrea Delmastro Delle Vedove (Fdi). L'espressione ha mandato su tutte le furie il grillino Pino Cabras, secondo cui in Venezuela «la stampa gode di un'ampia libertà», e «il sistema elettorale è tra i migliori al mondo», pur ammettendo a malincuore «alcune carenze dell'assetto istituzionale».

Cabras è certamente tra i fan più scatenati, ma la fascinazione per il bolivarismo è da anni una costante, soprattutto per l'ala movimentista dei Cinque stelle, i cui protagonisti sono al centro dei reportage di Alessandro Di Battista dall'America latina. E come dimenticare il pellegrinaggio sulla tomba di Hugo Chavez a marzo 2017, quando una delegazione di parlamentari M5s, composta da Manlio Di Stefano, Ornella Bertorotta e Vito Petrocelli, si recò in visita ufficiale in Venezuela sfilando a fianco dell'imbarazzante Maduro che commemorava il suo mentore.

Il tema risulta particolarmente imbarazzante per la coalizione gialloverde. E infatti la Lega tiene un profilo bassissimo, limitandosi a qualche sporadico tweet di «attenzione» alla situazione di Caracas e anche i pentastellati soffocano l'appoggio aperto all'amico Maduro, invocando semplicemente che si eviti la violenza e si fermi qualunque ingerenza straniera.

Ma i grillini negli anni non sono stati semplici simpatizzanti a chiacchiere di Maduro. In Parlamento hanno sempre fatto muro davanti a ogni tentativo di prendere posizione contro il regime venezuelano. Due giorni fa in commissione esteri il muro si è nuovamente alzato contro la proposta di Fdi di chiedere all'ambasciatore italiano di disertare ogni appuntamento pubblico con Maduro. E ieri Di Stefano ha aspramente criticato Macron per essersi schierato contro Maduro: «La Rete lo ha asfaltato».

Risultato: il governo italiano non si schiera. C'è chi ironizza: perché non sanno dov'è Caracas. E ricorda una vecchia gaffe di Luigi Di Maio, secondo cui «Renzi è come Pinochet in Venezuela». Invece sanno benissimo dov'è. Purtroppo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

donzaucker

Ven, 25/01/2019 - 08:51

Anche il vostro idolo Putin appoggia Maduro, ma questo non lo scrivete perché poi ai vs lettori va in corto il cervello.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 25/01/2019 - 10:37

DONZAUCKER, putin fa solo gli interessi della russia, sia pure attraverso alleanze contradditorie con maduro. la sinistra si allea con gli hezbollah che sono dei terroristi che attaccano un giorno si e l'altro pure Israele e la costringe pure ad alzare il muro per difendersi dagli attacchi. non dite niente però sui vostri pornogiornali comunisti :-) come mai? e viene pure a fare la morale qui? :-)

sonny901

Ven, 25/01/2019 - 10:38

Trump si è innamorato del leader nord coreano...ognuno ha i suoi amori.

steacanessa

Ven, 25/01/2019 - 11:48

I comunisti distruggono i paesi in cui imperano, gli italioti 5s distruggono l’i.

batpas

Ven, 25/01/2019 - 12:07

dove la novità: sono ultrasinistra.

Dani55

Ven, 25/01/2019 - 12:21

Il populista Chavez lo riconosce persino il sito della CIA World factbook (vedere per credere), era riuscito a far uscire dalla miseria il 50% delle famiglie povere venezuelane, e ad abbozzare un embrione di sanità e scuola pubblica, facendo in modo con le nazionalizzazioni dell'industria estrattiva, che i proventi del petrolio non prendessero la via di Miami come in passato ma venissero reinvestiti per interessi collettivi. Poi però la corruzione del ceto politico-militare, l'eccessiva dipendenza dalla "monocoltura" del petrolio (con i prezzi artatamente manovrati dalla longa manus americana in Arabia Saudita) e la mediocrità di Maduro, unite alle sanzioni internazionali hanno mandato a quel paese il Venezuela, e adesso tutti stanno effettivamente molto peggio di prima.

bengaltiger

Ven, 25/01/2019 - 12:47

Dani55: il 50% delle famiglie povere SECONDO CHI? Secondo i dati ufficiali del governo! In realtà Chavez ha iniziato lo sfacelo di questo paese, distruggendo il tessuto economico attraverso politiche ridicole e di espropriazioni selvagge che non hanno portato che disastri. Ha regalato petrolio a tutti i suoi vicini, incluso Cuba, invece di reinvestire in infrastrutture e progetti a lungo raggio, per rafforzare la sua immagine e folle visione di bolivarianismo. Altro che interessi collettivi, ma dove???? Inoltre, le sanzioni internazionali poco hanno a che fare con la situazione che è precipitata già da diversi anni. Senza parlare di tutto il resto.... sempre a partire da Chavez.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 25/01/2019 - 13:04

Sono comunisti mascherati. L'ho scritto pochi giorni fa. Mi ricordano i Verdi di Pecoraro Scanio: sono come le angurie; verdi fuori e rossi dentro.

gigetto50

Ven, 25/01/2019 - 13:18

...Putin….ma il Venezuela.....non gli ha concesso qualcosa di militare..o sbaglio?

greg

Ven, 25/01/2019 - 13:21

SONNY901 - E' chiaro che non sai leggere, oppure tu l'ABC lo hai imparato in cellula, da bravo comunista/grillino. Trump circa un anno fa ha fatto la voce grossa con Cicciobello, che stava minacciando mezzo mondo con i suoi missili e le sue bombe atomiche. Gli ha fatto capire che il Pulsante Atomico degli USA è infinitamente più grande di quello del dittatore nordcoreano e che se avesse tentato di lanciare un missile intercontinentale contro gli USA, gli USA avrebbero spianato tutto il Nord Korea, dove non ci sarebbero rimaste neppure le lacrime per piangere. E Cicciobello ha ceduto ed ha capito che gli conveniva darsi una calmata. Quindi SONNY901, piantala di fare propaganda comunista/grillina

greg

Ven, 25/01/2019 - 13:23

Diciamolo molto chiaramente: i grillini sono il nuovo partito comunista militante

maurizio-macold

Ven, 25/01/2019 - 14:00

Signor/a STEACANESSA (11:48), lei dimentica che la Cina e la Russia sono insieme agli USA le prime tre potenze mondiali, eppure Cina e Russia sono comuniste. Invece la nostra "italietta" e' stata governata per lunghi decenni da fascisti e forzisti ma MAI dai comunisti, eppure abbiamo le pezze al sedere. Come se lo spiega ?

cir

Ven, 25/01/2019 - 14:24

maurizio-macold " Ven, 25/01/2019 - 14:00 : condivido perfettamente anche se sono di destra. Ps: non e' vero che l' italia sia stata governata solo da quelli che hai elencato. e' stata governata dai" sinistri" che del comunismo hanno nemmeno l' ombra. Ma sono il peggio del capitalismo colorato di rosa...

cir

Ven, 25/01/2019 - 14:29

greg . allora sono benvenuti. almeno sono persone degne di discussioni accademiche sul destino dell' umanita'.

greg

Ven, 25/01/2019 - 15:39

MAURIZIO-MACOLD - ho letto il suo commento ed ho riso fino alle lacrime. Ma lei quanti anni ha? 10, 15, 18?? Nel 1963 Amintore Fanfani, che lei forse neppure sa chi fosse, fece il primo governo DC/PSDI/PRI con appoggio esterno del PSI. Lei non so sa ma allora il PCI era il maggior partito comunista dell'occidente. Il PSI di Nenni, allora, era molto legato al PCI, la scissione del 1921 era moooolto lontana e Nenni aveva tante nostalgie del comunismo socialista, il PSDI aveva molti componenti interni che avevano scelto la socialdemocrazia per evidenti motivi di potere (con la DC), ma il suo cuore batteva sempre a sinistra. Poi un bel giorno, anni 70, nacque il Compromesso Storico, sotto egida Aldo Moro, che significava che i governi erano a maggioranza DC, ma con il silenzio/assenso del PCI, che da allora ha condizionato sempre più la politica italiana. Quindi se non fu zuppa.....fu pan bagnato. Il PCI ha sempre condizionato, perversamente, la vita politica italiana

sonny901

Ven, 25/01/2019 - 22:27

Greg non t'agitare,faccio propaganda quando voglio,odio i grillini ed ho solo riportato una frase imbarazzante del tuo Trump...e smettila di vedere filmetti made in USA, ti fanno male.

greg

Sab, 26/01/2019 - 09:52

SONNY901 -E' evidente che sei suonato come l'idolo da cui hai derivato il tuo nomignolo. Dimmi quale sarebbe la frase imbarazzante di Trump, perchè io ho invece un'altra idea: che sia tu quello che crei imbarazzo, con la tua presenza, fra la gente normale, quella che lavora e produce, Quanto al grillino, la tua fretta nell'affermare che odi i grillini, .....è la conferma che sei un grillino di sinistra al massimo livello . Filmetti made in USA. Mah, sei sempre più suonato, io sono abituato a guardare Focus, che per lo meno mette in rete scienza e notizie seria. Sei tu che ti esalti leggendo Diabolik e Tex Willer. Non sforzare i tuoi pochi neuroni rispondendo, qualsiasi cosa ti possa replicare, è talmente scontata da risultare solo ridicola

sonny901

Sab, 26/01/2019 - 23:24

Greg, " non sforzare i tuoi pochi neuroni rispondendo",tipica frase di chi ha paura del confronto,infarcita di vili e infantili offese. Sarà merito o colpa di focus ?

greg

Dom, 27/01/2019 - 16:17

SONNY901 - Se io dovessi avere paura di un confronto con lei, allora SI' che dimostrerei veramente d'assere infantile. NO, stia sereno, lei rappresenta il nulla della società italiana, mentre io so di rappresentare la cultura, quella cultura che voi grullini e di sinistra neppure sapere dove stia di casa