La sorella di Kim ora ha delega su Corea del Sud e Stati Uniti

Un altro indizio sul suo potere, che cresce ogni giorno di più, unito alle voci insistenti - ma non ancora confermate ufficialmente - sullo stato di coma del presidente Kim Jong-un

La sorella di Kim ora ha delega su Corea del Sud e Stati Uniti

Un altro indizio sul suo potere, che cresce ogni giorno di più, unito alle voci insistenti - ma non ancora confermate ufficialmente - sullo stato di coma del presidente Kim Jong-un. La sorella del leader nord-coreano, Kim You-jong, sembra avere assunto il controllo di una unità chiave del Partito dei Lavoratori e avrebbe in carico le relazioni con gli Stati Uniti e la Corea del Sud. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa sud-coreano Jeong Kyeong-doo.

Kim Yo-jong avrebbe assunto la guida del dipartimento organizzativo del partito, secondo quanto dichiarato dal ministro all'Assemblea Nazionale, il parlamento sud-coreano, e «sembra vero» che la sorella di Kim abbia in carico anche le relazioni con Seul e Washington.

Nessuna conferma arriva, intanto, riguardo allo stato di salute di Kim Jong-un. Secondo quanto riporta l'agenzia di stampa nord-coreana Korean Central News Agency, Kim ha inviato gli auguri a una anziana connazionale per il suo centesimo compleanno. Appena poche ore prima, per la seconda volta in pochi mesi, lo stato di salute del dittatore nord-coreano Kim Jong-un è tornato sotto i riflettori. L'ultima speculazione sulle sue condizioni è arrivata da un consigliere dell'entourage dell'ex presidente sud-coreano Kim Dae-jung, Chang Song-min: Kim potrebbe essere in coma e la sorella Kim Yo-jong avrebbe in mano il potere, anche se non viene vista come successore del dittatore. Kim avrebbe delegato parte dei suoi poteri ai più fidati consiglieri, pur rimanendo leader assoluto della Corea del Nord.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti