Con il tesoretto accantonato dai boss si potrebbe saldare il debito pubblico

Nei forzieri delle mafie ci sarebbero tremila miliardi di euro

Nei forzieri delle mafie c'è un tesoretto. Se con una bacchetta magica si riuscisse a trasferirlo nei conti pubblici, il nostro debito monstre di 2.600 miliardi sparirebbe d'incanto. Anzi, resterebbe anche un bel gruzzoletto per tagliare le tasse e rilanciare le infrastrutture. Sono i calcoli della Fondazione che porta il nome di Antonino Caponnetto, nume tutelare e mentore di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. «Siamo di fronte a un'Italia divorata dalla mafia», ha detto il presidente della Fondazione Salvatore Calleri, come scrive Michele Inserra sul Quotidiano del Sud di ieri, che ha calcolato in 3mila miliardi i soldi nascosti dalla criminalità organizzata.

Quando si discute di lotta alle mafie, ci si impicca al boss che vota a destra o a sinistra, come se a loro interessasse davvero. Mafia, camorra e 'ndrangheta stanno con chi vince, annusano il vento, si muovono sottotraccia per tutto l'arco istituzionale, grillini compresi. Spesso ci si dimentica il cuore del problema, travolti dalle polemiche interne alla magistratura. Come è successo dopo le parole del Procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, a difesa delle sue inchieste e sulla più volte evocata questione morale dentro la magistratura calabrese e nazionale - una materia su cui il Csm non potrà certamente sottrarsi neppure dopo la replica di Gratteri («Convinti dalle indagini della bontà delle nostre richieste»). Questo Paese è inchiodato al palo dal malaffare che ogni anno drena risorse pubbliche e private, ma è altrettanto vero che una parte di questi soldi viene immesso nuovamente sul mercato. Basti pensare all'imprenditore che si vantava di poter riciclare 500 miliardi di euro con qualche clic da un conto in Afghanistan a uno in Danimarca. Soldi da spendere attraverso operazioni speculative come gli 'ndrangheta bond scoperti quest'estate dal Financial Times, investimenti immobiliari, creazioni di nuove imprese per rilevare ristoranti e negozi, fiaccati dalle strampalate misure anti Covid e ingolositi dal contante di cui dispongono i faccendieri delle cosche, che in questi mesi stanno andando su e giù per lo Stivale. Una sorta di Prodotto interno sporco, di cui lo Stato beneficia perché una piccola parte finisce nelle casse pubbliche. E che crea welfare parallelo in alcune zone del Paese (anche in Europa) che impedisce al disagio di scoppiare con fragore. Non stupisce che alcuni politici locali treschino con imprenditori in odore di mafia. Il cuore del problema è l'impatto che l'economia sommersa ha sulla pace sociale, l'unica cosa che ai nostri governanti interessa davvero. I 3mila miliardi potrebbero saldare il nostro debito pubblico, ma a che prezzo? Se il Sud non esplode è perché - come dice la Dia - i boss tengono la rabbia al guinzaglio. Un guinzaglio fatto di lavoro nero, corruzione, favori. Se lo Stato funzionasse, se il disagio avesse delle risposte, i boss farebbero la fame. Poi si dovrebbe discutere dei tempi biblici della giustizia, dei processi monstre con centinaia di imputati, delle ordinanze di migliaia di pagine di riscontri, intercettazioni e ricostruzioni che friggono i pesci piccoli nella stesso olio nel quale si sciolgono le carriere dei politici, corrotti e no.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

amedeov

Dom, 24/01/2021 - 10:05

Se la magistratura avesse messo lo stesso impegno a combattere le mafie al pari dell'impegno per massacrare Berlusconi, le mafie sarebbero scomparse o perlomeno molto ridimensionate

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 24/01/2021 - 10:15

A parole è tutto facile. Nei fatti siscatenerebbe una guerra civile. Non penso che mafiosi ed affiliati si facciano portare via il tutto dalla politica. E no nè detto che i politicanti non siano dalla loro parte, magari da sempre.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 24/01/2021 - 10:15

A parole è tutto facile. Nei fatti si scatenerebbe una guerra civile. Non penso che mafiosi ed affiliati si facciano portare via il tutto dalla politica. E non è detto che i politicanti non siano dalla loro parte, magari da sempre.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 24/01/2021 - 10:17

ma stranamente, la sinistra ogni volta che va al governo, non intraprende MAI la lotta al crimine, però fa una crociata all'evasione fiscale! wow.... certo che siete veramente FUUUUUUUURBBIIIIIISSIMIIIIIIII!!!!!!!!! :-) solo nel centrodestra e con berlusconi, si sono visti tentativi di combattere la criminalità e la mafia! ma poi, che cassolo ne sapete voi,BABBEI COMUNISTI GRULLI? dare la colpa a berlusconi perchè uno stalliere qualunque è stato un mafioso, non vuol dire che automaticamente lo sia anche lui!!! è come se de benedetti assumessi un manipolo di mafiosi senza che lui lo venisse a sapere, giustamente, perchè non può controllare tutto e tutti!! ma allora BABBEI COMUNISTI GRULLI, statevene zitti, che è meglio!!! :-)

Epietro

Dom, 24/01/2021 - 10:18

Per sanare il debito pubblico si cerca o si suggerisce sempre la via più difficile,quando è sotto gli occhi di tutti che in Italia vi sono innumerevoli categorie di privilegiati, specialmente ammanicati con la politica o con professioni che lasciano il tempo che trovano, che lavorano molto poco ed incassano sempre troppo a spese di ciò che versano al fisco gli italiani. Secondo me sarebbe molto più facile e redditizio per lo Stato intervenire su costoro anziche sui beni della mafia.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 24/01/2021 - 10:20

Le procure antimafia aumentano ogni giorno il loro potere, gli annessi procuratori sono dei veri e propri divi, perfino in politica dove si parla sempre di contrastare le mafie. Eppure le mafie diventano sempre più ricche e più potenti. E' un rompicapo oppure in tutto questo c'è una logica?

VittorioMar

Dom, 24/01/2021 - 10:21

...alcune MAFIE dedite allo Spaccio e alla Prostituzione proliferano per Leggi superate (Merlin) e per tolleranza alle DROGHE, il tutto esentasse...poi cercano gli evasori..Eccoli..

Ritratto di Smax

Smax

Dom, 24/01/2021 - 10:45

La magistratura è troppo impegnata a far politica contro Berlusconi, ora Salvini domani la Meloni. Intanto la demolizione della struttura produttiva del paese da parte del governo dei guitti giallofuscia non fa altro che favorire la mafia. A fine pandemia, se la faranno finire, altro che 3000 miliardi, ne avranno 6000.

Angel59

Dom, 24/01/2021 - 10:52

Mussolini era in grado di fare una cosa del genere mentre i burattini di oggi sono solo capaci di scodinzolare al cospetto dei vari boss. La mafia &c. ormai è diventato lo stato principale della nostra repubblica, relegando ad un ruolo secondario e innocuo tutti coloro che si fregiano del titolo di onorevoli e senatori e sfaccendati vari e noi popolaccio imbelle sopportiamo tutto senza batter ciglio! ABBIAMO CIO' CHE MERITIAMO.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 24/01/2021 - 10:52

Il dottor Gratteri avrebbe la bacchetta magica per risolvere i problemi sociali del Paese, ovvero la soluzione per "donare" ai cittadini la dignità al netto delle vessazioni, purtroppo il "sistema legalizzato" gli impone di deporre la bacchetta magica.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 24/01/2021 - 10:55

Sono decenni che i Cittadini auspicano una "mano forte" da parte dello Stato nei confronti della criminalità organizzata e degli evasori milionari ma politici e magistrati hanno sempre remato contro.

bernardo47

Dom, 24/01/2021 - 11:45

Purtroppo non è così semplice la faccenda...temo che il debito ce lo dobbiamo sorbire noi.....

stefano.f

Dom, 24/01/2021 - 11:47

SAREBBE INTERESSANTE UNA VOLTA PER TUTTE SAPERE DOVE VANNO A FINIRE TUTTI QUESTI MILIARDI SEQUESTRATI E POI CONFISCATI !!!!! OLTRE A VARIE PROPRIETA'!!! MA DI FATTO...............NON SE NE E' MAI SAPUTO NULLA......CHE STRANO!!!

ROUTE66

Dom, 24/01/2021 - 11:50

Vogliamo il tesoro delle mafie e NON siamo nemmeno in grado di CAMBIARE il sistema della MAGISTRATURA. E sì che con il guaio innescato da PALAMARE, SERVITO SU UN PIATTO D"ARGENTO si poteva intervenire. Ma anche stavolta,sembra tutto andare in fumo

ziobeppe1951

Dom, 24/01/2021 - 12:21

Forse c’è un nesso tra ciò che dicono Stefano e ROUTE66...a pensar male si fa peccato.....

stefano.f

Dom, 24/01/2021 - 12:27

Flex:imprenditori evasori milionari qui allo stato attuale manco l'ombra.Tutti intelligentemente da tempo al estero. Gli evasori milionari fanno capo alla criminalita organizzata.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 24/01/2021 - 12:30

e gia'..ma esiste la volonta' politica di fare qualcosa?? a giudicare di come sono gestite le cose confiscate a questi..direi di no.e cmq sarebbe la strada giusta per risanare i conti pubblici..basta volerlo fare!!

killkoms

Dom, 24/01/2021 - 12:30

mortimermouse,quando ci sono quelli le uniche azioni contro la mala sono quelle con risvolti politici!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 24/01/2021 - 12:32

ah,dimenticavo:molto piu' facile mandare all'asta i beni di qualche piccolo artigiano/commerciante..alle prese con il covid,e quindi impossibilitato a saldare i debito.li' lo stato cè..esite..in tempi anche rapidi

killkoms

Dom, 24/01/2021 - 12:43

Il problema di questo tesoro,a parte scoprirlo,è come esigerlo!Non credo siano solo soldi.

Jon

Dom, 24/01/2021 - 12:49

Basta procedere con un Esproprio..ma la magistratura troppo Democratica, non lo concederebbe..MAI.. E chi di loro lo Proponga, farebbe la fine di FALCONE E BORSELLINO..!! Facile da Capire..come appunto dicevano: NON c'e' Mafia SENZA POLITICA..!!

agosvac

Dom, 24/01/2021 - 12:50

Ma che bella scoperta!!! Vorrei , però, vedere come farebbero a trovare questi bei soldini e poi a sequestrarli. Forse sfugge ai più che le mafie hanno appoggi politici ad alti livelli. Spesso sono i capi mafia a fare eleggere determinati politici.

Ilsabbatico

Dom, 24/01/2021 - 12:56

amedeov 10:05 ...sono assolutamente d'accordo! Sarebbe bastata anche solo la metà dell'impegno utilizzato per Berlusconi.

necken

Dom, 24/01/2021 - 13:09

bisognerebbe cominciare a contrastare i paradisi fiscali... comunque in bocca al lupo a Gratteri per il grande lavora che sta facendo sacrificando famiglia e tempo libero

ST6

Dom, 24/01/2021 - 13:14

Ne' al cdx ne' al csx interessa mettere in pratica quanto Gratteri dice da decenni, vedi ad esempio la bellissima riforma sul processo da lui proposta.

stefano751

Dom, 24/01/2021 - 13:47

Cosa aspettano a fare Calleri Presidente della Repubblica? Evidentemente ci sono interessi di tanti politici dietro la criminalità. Le forze dell'ordine fanno tanto, ma tante inchieste finiscono nel dimenticatoio degli archivi dei tribunali.

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 24/01/2021 - 14:11

Nooooooo, vi siete accorti solo ora e quale uccellino ve lo ha detto. Chi vi scrive, ha lavorato in quattro banche estere e contribuito in una di queste a realizzare un sistema di controllo simultaneo con 42 stazioni, chiamato (TELECHEK ANLAGE). Unico per quanto ne sappia in Europa, anche la Banca di Parigi lo voleva. Credo di avervi già scritto che l'Italia non ha bisogno di soldi da nessuno, basta svuotare le Banche nei paradisi fiscali i patrimoni Italiani e non solo quelli della Mafia.

Ritratto di navajo

navajo

Dom, 24/01/2021 - 14:17

Come diceva un mio amico, se avessi 5 sfere sarei un flipper.

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Dom, 24/01/2021 - 14:39

Con il tesoretto della mafie costruite industrie farmaceutiche e industrie chimiche e acciaio! Altro che buttarli nel debito italiano! Ma ancora l'Italia deve dipendere dalle industrie farmaceutiche straniere?

killkoms

Dom, 24/01/2021 - 14:40

Jon la sini stra sa fare solo gli espropri proletari.

killkoms

Dom, 24/01/2021 - 14:45

rutte66 se al pot/ere ci sono e chi ha tenuto a battesimo quel sistema e chi crede che la categoria sia fatta da perfetti!

Ritratto di navajo

navajo

Dom, 24/01/2021 - 14:49

Amedeov, concordo in pieno e applaudo.

Ritratto di pulicit

pulicit

Dom, 24/01/2021 - 14:51

Se lo sanno perchè non lo trovano o meglio perchè non lo scoprono dov'è? Mistero Italiano. Ma i politici dovrebbero vergognarsi se fosse vero.Regards

killkoms

Dom, 24/01/2021 - 14:55

Italia libera,abbiamo costruito un sistema economico-giudiziario che non attira le grandi industrie! p.s. la vuole sapere una cosa?la deprecata cassa per il mezzogiorno, abolita dopo l'€ disastro del 1992,aveva fatto attecchire un po' di industrie chimico-farmaceutiche tra le province di Roma,Latina e Frosinone.industrie che da allora stano lentamente smobilitando.tra quelle già andate via,l'altra filiale europea di Pfizer,che a Latina tra l'altro produceva il via gra!il sito di Latina della Pfizer è stato rilevato da un terzista tedesco!

marco1965

Dom, 24/01/2021 - 15:00

vi sono due considerazioni da fare: si parla di nuovo di 2.600 mld di debito pubblico, partendo da 2.100 mld consegnati al primo governo Renzi, poi ci si accorge che 'ndrangheta guadagna mld sulle spalle degli italiani, sia imprenditori che drogati. Piccolo dettaglio, le attività di riciclaggio alimentano e ridistribuiscono ricchezze, perché è COMODO riciclarle, perché esistono modi insospettabili, dalbar gestito dall' irreprensibile barista, al pensionato a cui sono offerti fondi immobiliari a rendita a 1 cifra percentuale. Vi siete mai chiesti come mai si costruiscono ancora immobili, che restano invenduti? per far marciare l' indotto? Per favore, Italia paese di grulli che si sentono furbi.

Happy1937

Dom, 24/01/2021 - 15:06

E allora cosa aspettano il Governo e la Magistratura a muoversi? Almeno che, come al solito, non si indovini pensando male.

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Dom, 24/01/2021 - 15:20

@>killkoms..concordo! Ma sarebbe il caso che si ricominci a fondare una new-economia italiana protetta difendendoci da tutti questi attacchi di mafie interne e predominio estero su tutte le nosytre industrie! L'Italia primeggia sempre come nazione di trasformazione delle materie prime,e sarebbe ora di utilizzare capitali per il lavoro e non per dare colazione pranzo e cena a tutti i richiedenti di Reddito di cittadinanza a tutto il mondo! Politiche di fame per la patria!

maxxena

Dom, 24/01/2021 - 15:41

facile a dirsi..pardon, a scriversi.. in realtà i legami tra la malavita ed il potere non sono mai facilmente definibili e sfumano e mescolano in mille rivoli nei quali non si distingue più tra il bene e il male la politica ed il malaffare. Bisogna tenere conto, per esempio, di quanti favori vengono richiesti in fase elettorale, magari trattative nate in buona fede con persone che poi usano l'arma del ricatto politico..solo i bambini e le persone ingenue vedono la realtà in due colori distinti e netti.Sarebbe molto bello usare quei denari , ma non sarà così.

ex d.c.

Dom, 24/01/2021 - 16:32

Brutto a dirsi ma forse gli spendono meglio loro. Nessuno come il nostro Stato riesce a sperperarli

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 24/01/2021 - 16:33

Leggi troppo permissive, sconti,depenalizazioni,svuotacarceri,ecc ecc!!! Cosa altro potrebbero ottenere!!!AUGH.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 24/01/2021 - 17:01

Evidentemente le mafie sono più ricche dello stato, dimostrando sia il loro grande potere che l’incapacità del governo di far fronte al sistema mafioso. Un governo serio avrebbe già fermato lo sviluppo delle organizzazioni mafiose. Ciò deve cambiare, anche se si corrono dei rischi.

peter46

Dom, 24/01/2021 - 17:21

alejob...una voce in più fa sempre bene,comunque...chiedilo ai vari amedeov-navajo ed nuovo passeggero del trenino,il sabbatico,come mai chi avrebbe potuto non ha voluto,e loro rimangono lo stesso 'improsciuttati'?