La Toscana studia il "super ticket" per i ricchi

Il governatore vuole tassare anche il ceto medio: "Si può chiedere qualcosa in più a chi ha i soldi"

La Toscana studia il "super ticket" per i ricchi

È sempre il solito vecchio vizio della sinistra. Fedeli allo slogan "Anche i ricchi piangano", gli (ex) comunisti sono sempre pronti a inventarsi tasse, balzelli e imposte per tassare i beni degli italiani. "La Toscana sta studiando un super ticket per i ricchi", annuncia in un'intervista a Sky Tg24 il governatore Enrico Rossi. Pur di non combattere gli sprechi della Regione che presiede, l'esponente piddino è pronto all'ennesima caccia alle streghe.

"Si può chiedere qualcosa in più a chi ha i soldi". Nelle mire di Rossi non c'è solo il ceto alto, ma anche quello medio. Il governatore della Toscana punta a far passare il super ticket con la scusa della spesa sanitaria. "Non bisogna guardare al profitto - dice ai microfoni di Sky Tg24 - ma alla salute dei cittadini". "In questo quadro si possono fare ulteriori salti importanti per la razionalizzazione dei servizi", continua il governatore annunciando che, nei prossimi giorni, presenterà al consiglio regionale una proposta per passare da 16 a 3 aziende di area vasta. "Una soluzione - sottolinea - che consentirà di abbattere molto i costi senza tagliare ai cittadini".

Commenti