Tribunale di Napoli: "No alla sospensione di De Magistris"

Il Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso del sindaco contro la sospensione. Adesso De Luca spera per la Regione

Tribunale di Napoli: "No alla sospensione di De Magistris"

Il Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso del sindaco di Napoli Luigi de Magistris contro la sospensione dalla carica disposta in base alla legge Severino. Lo ha reso noto il presidente del Tribunale di Napoli, Ettore Ferrara. Di fatto il sinadco non sarà sopseso dall'incarico come prevede la Severino. Di certo la sentenza del Tribunale partenopeo potrebbe avere dei riflessi sul caso De Luca, condannato in primo grado per abuso d'ufficio, e a rischi sospensione dopo essere stato eletto governatore della Campania durante le ultime amministrative.

Il verdetto su De Magistris arrivato questa mattina conferma di fatto quanto il Tar aveva stabilito qualche mese fa, prima che la Cassazione annullasse il verdetto indicando un nuovo giudizio del tribunale civile. Ma la sentenza, come detto, riguarda molto da vicino il caso, ben più caldo, di De Luca. Per il neogovernatore la sospensione dovrebbe scattare subito dopo la nomina di un vice e di una giunta per garantire l'attività amministrativa e istituzionale della Regione. Renzi e il suo governo vorrebbe preparare un decreto per integrare la Severino, una sorta di assist per De Luca. Ma su questo punto è scontro aperto con l'opposizione. Intanto De Magistris prova a smarcarsi da De Luca: "La decisione della prima sezione civile del tribunale di Napoli di bloccare la sospensione del prefetto per effetto della legge Severino non è un provvedimento erga omnes, ma riguarda Luigi de Magistris". "Questa vicenda riguarda Luigi de Magistris", ribadisce.