Una bomba migranti sull'Italia

Scontri: chiuso l'aeroporto, la "settima brigata" in marcia verso la Capitale. E Serraj proclama lo stato d'emergenza

Gli scontri di queste ultime ore a Tripoli stanno preoccupando e non poco l'intelligence italiana, che ora teme possibili attacchi terroristici nel nostro Paese. Gli alert sono e restano al livello massimo, ma gli occhi sono tutti puntati su possibili obiettivi, mentre si studiano, soprattutto attraverso la rete, i canali di scambio di informazioni tra gruppi estremisti. Lo scenario politico fa pensare, infatti, a due diverse opzioni. Fonti accreditate parlano di disordini dovuti a motivi economici interni, in un contesto governato da realtà tribali, ma allo stesso tempo ci sarebbe malcontento per le troppe ingerenze europee sulla Libia, a partire da quelle francesi. Parigi, infatti, vuol mettere lo zampino nelle elezioni di dicembre prossimo. In buona compagnia c'è la Gran Bretagna, che ha essa stessa interessi. L'Italia è protagonista in quella terra, con gli accordi per bloccare i flussi, che in caso di caos potrebbero riprendere a ritmo serrato, per la gioia di quella parte d'Europa che ancora ci considera un campo profughi.

Certo, i sospetti di un disegno contro il nostro Paese sono forti. Prima un razzo che parte e che colpisce l'hotel Al Wadan di Tripoli, sembra diretto alla sede della nostra ambasciata, poi attacchi mediatici che si fanno sempre più intensi e che sono corredati da fake news diffuse ad arte. Su alcuni siti libici è uscita la notizia che l'Italia avrebbe aiutato con mezzi aerei l'attacco di Al Serraj contro i ribelli a Tarhuna. Al contempo si sarebbe parlato di un veloce avvicendamento dell'ambasciatore italiano Perrone in favore di un uomo che sia ben visto anche dal generale Haftar. Notizie che la Farnesina ha dovuto smentire direttamente. «L'ambasciata d'Italia in Libia rimane aperta spiegano dalla sede diplomatica - Continuiamo a stare a fianco dell'amato popolo libico in questa difficile congiuntura». Secondo il sito Al Mutawasset i dipendenti dell'ambasciata si erano diretti verso l'aeroporto di Tripoli per tornare in patria, ma visto l'intensificarsi degli scontri si è presa una diversa decisione.

Se da una parte il sospetto che dietro alle bufale sul nostro Paese ci siano ancora una volta i francesi di Macron, dall'altra è quello che qualche cellula terroristica dormiente si stia risvegliando e stia provando a seminare il caos. Sul magazine online Report Difesa si cita testualmente che dietro agli scontri di questi giorni possa esserci l'ombra dell'Isis. Insomma, di nuovo una situazione esplosiva in Nord Africa, il cui già fragile equilibrio va a sommarsi a quello praticamente compromesso della Siria. Sui siti dei ribelli libici e sulle pagine social escono notizie aggiornate che parlano dell'aeroporto di Tripoli preso dai miliziani irregolari, tanto che i voli sarebbero stati dirottati su Misurata. Si racconta anche di un centro turistico assediato e si riportano news che fanno pensare al caos più totale nella capitale della Tripolitania. «Il consiglio presidenziale si legge su una pagina Facebook annuncia l'emergenza a Tripoli. Significa che il presidente sta cadendo a pezzi davanti alle forze dell'esercito». E ancora: «Siamo pronti a entrare a Tripoli, attendiamo gli ordini del generale Haftar». Al Serraj ha dichiarato lo stato di emergenza a causa dei violenti scontri tra milizie. La misura, dicono i media arabi, sarebbe diretta a fermare lo spargimento di sangue, ridurre le perdite materiali e le vite umane, tutelare la sicurezza dei civili, le strutture pubbliche e private.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Gheenne

Lun, 03/09/2018 - 14:55

Sussistendo un conflitto, il blocco navale è giusto giustificato ed attuabile. Un intervento diretto, radicale e meno soft a tutela della "libertà e della democrazia" in libia per limitare i danni della inevitabile Emergenza Umanitaria, nonché a tutela degl' interessi Italiani. In alternativa apriamo i porti, eliminiamo il governo, il parlamento e cediamo il controllo direttamente all'eliseo.

alex_53

Lun, 03/09/2018 - 14:55

Questo è il momento di attivare il vero blocco navale, in una situazione del genere è assolutamente necessario ma farlo velocemente proprio per prevenire danni.

Ritratto di pigielle

pigielle

Lun, 03/09/2018 - 14:55

La Francia, Macron, ....ma qualcuno vuole dire ai nostri beneamati "governanti" che ci hanno dichiarato guerra????

APPARENZINGANNA

Lun, 03/09/2018 - 14:58

Blocco navale. Mi pare fu fatto ai tempi di Prodi in caso analogo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 03/09/2018 - 15:02

Certo che gli interessi economici sono tanti, soprattutto contro l'Italia e a favore di alcuni italiani. (che stavano guadagnando bene).

Divoll

Lun, 03/09/2018 - 15:02

Qui ci vuole la marina militare e l'ordine di sparare prima per avvertimento e poi (se non bastasse a far invertire rotta ai barconi) anche per colpire. Altrimenti e' la fine. Questi sono milioni e assatanati, non capiscono che non c'e' piu' posto, che non c'e' futuro ormai nemmeno per noi, figuriamoci per loro.

venco

Lun, 03/09/2018 - 15:03

In ogni caso questi essendo profughi non vanno integrati, vanno mantenuti in campi chiusi fin che si normalizza la situazione nei loro paesi d'origine, dopodiché vanno rimpatriati.

i-taglianibravagente

Lun, 03/09/2018 - 15:07

chissa' come godono a sinistra...

signornessuno

Lun, 03/09/2018 - 15:08

dov'è il capitano? dov è quello del prima gli italiani?' dov'è quello che si è fatta facile propaganda a costo zero sulla pelle di 100 disgraziati africani??? ORA c'è da mostrare le palle...ora c' è da far vedere se ce l'hai duro..ora c'è da scontrarsi con MACRON ? però adesso taci vero ,capitano dei miei stivali……….scusate lo sfogo..ragionamdo con calma come mio costume,tutto questo dimostra che noi non siamo in grado di fare i bulli con la francia e dimostra altresì che noi abbiamo bisogno di un'italia forte ma in un'europa unita..che affronta le questioni trovando gl i utili compromessi e dimostra anche che -se vogliamo restare in serie A- la partita si gioca con la FRANCIA e la GERMANIA non con l'UNGHERIA.(che gioca in serie B)…

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 03/09/2018 - 15:08

Ora arriveranno i grossi calibri: decine e decine di barconi al giorno con migliaia e migliaia di "migranti". I nostri collaborazionisti interni stanno alzando il tiro, i vertici del progetto invasione sono troppo in alto per poterli ancora anche solo sfiorare.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 03/09/2018 - 15:08

Ma de che... felpini le blocca tutte, una ad una e le respinge tutte con la racchetta della demagogia. Staremo a vedere, ma se con solo due navi ha beccato 3 denunce, mica lo so come finisce. Piuttosto si diano da fare a parare non le navi, ma le bordate di Macron che, potrà anche essere antipatico come la fame e brutto come la morte, ma quello che deve fare lo sa fare molto bene al contrario di quello che dovremmo fare noi ma che con questi pagliacci al governo, ci perdiamo dietro due barchette e qualche centinaio di migranti.

roberto zanella

Lun, 03/09/2018 - 15:10

--------------------BLOCCO NAVALE ------------------------------------ EMERGENZA NAZIONALE :IMMIGRAZIONE IN MANO AI MILITARI

Stregatta

Lun, 03/09/2018 - 15:14

Navi armate della Marina Militare Italiana schierate a difesa della acque territoriali. E a necessità si spara. Shalom

steluc

Lun, 03/09/2018 - 15:17

C’è più di un motivo per un blocco navale, per blindare le coste( non credete a chi afferma che non è possibile, si può eccome) , per mettere in campo portaerei e forze speciali, cosa che Conte si è affrettato a smentire. Altro che spread, qui è in ballo il nostro deretro.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 03/09/2018 - 15:19

Onefirsttwo dice : E se invadono la Sicilia ? STOP La Sicilia e la Libia sono vicine STOP In tal caso , che farete ? STOP Quale opzione sceglierete ? STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

lavitaebreve

Lun, 03/09/2018 - 15:20

SVEGLIATE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA !!! DITEGLI DI PRENDERE CONTATTI CON I PRESIDENTI DELLE ALTRE NAZIONI EUROPEE. IN CASO RICOMINCIASSERO GLI SBARCHI, VISTO QUELLO CHE STA ACCADENDO IN LIBIA, DI MANDARE IN ITALIA AEREI CIVILI E/O MILITARI E DI RIDISTRIBUIRE LE PERSONE ANCHE NEGLI ALTRI PAESI.

Ritratto di matteo844

matteo844

Lun, 03/09/2018 - 15:22

Sospetti ?!? Ahahah amici miei non sono sospetti sono realta' fondate. Dietro Haftar c'e' la Francia,una nazione da sempre sopravvalutata che ha vinto le guerre perche elemosina aiuto agli anglo-americani.Da sempre invidiosa dell'Italia.Se non ci svegliamo (segretario di stato U.S.A. e' Mike Pompeo italianissimo) la Libia ci sfugge.

manson

Lun, 03/09/2018 - 15:32

ma è ovvio che dietro all'instabilità della Libia ci sono il gerontofilo e la chiattona. La Libia stabile dove l'Italia fa accordi commerciali e di blocco clandestini all'Europa governato da questi due loschi figuri servi delle lobby non va bene. Ci faranno invadere da parassiti impestati che senza un governo stabile in libia stanno già saltando su barconi e gommoni sognando pocket money e hotel con piscina a spese nostre. Tutto già visto quando fecero crollare Gheddaffi. Questa volta però chiudiamo i porti, facciamo retrocedere la guardia costiera che deve respingere con ogni mezzo, altro che raccattare

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 03/09/2018 - 15:33

Attenzione, perchè ora i pidioti e gli stupidi radical-chic come la boldra diranno: accogliere ancora di più perchè scappano dalla guerra.

marygio

Lun, 03/09/2018 - 15:37

atomix49 fatti un riposino cazzaro

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Lun, 03/09/2018 - 15:38

O blocco navale, o intervento militare in Libia. E` assolutamente imperative tagliare le ali ai francesi e proteggere I nostri interessi. L'Egitto di Sisi non rimarra` con le mani in mano davanti all'opportunita` di dare una mano all'Italia. Si creano alleanze laddove I rapport con l'Egitto sono gia` buoni. Avanti senza indugi.

Dyn11

Lun, 03/09/2018 - 15:40

Sembra veramente che ci sia un disegno per remare contro l'Italia a tutti i costi. Forse ne sa qualcosa Macron?

Giorgio5819

Lun, 03/09/2018 - 15:42

Basta semplicemente sbattersene e fare quello che decidiamo sia meglio per la nostra nazione... NON ENTRA PIU' NESSUNO ! vadano i comunisti a sistemare la situazione in Libia, una bella spedizione con barconi , tutti in maglietta rossa , e vanno a manifestare in Libia !!! Mxrdeeee!

HappyFuture

Lun, 03/09/2018 - 15:42

Secondo me voi portate JELLA! Fatevi benedire.

HappyFuture

Lun, 03/09/2018 - 15:45

Voi portate JELLA! Fatevi benedire, per il bene dell'Italia.

Dordolio

Lun, 03/09/2018 - 15:48

Questo è un abile colpo del gerontofilo franciuto che con una sola smazzata di carte pensa di farci fuori dalla piazza libica con quel che ne consegue (ENI....). Sa che il nostro governo ha solo due mesi di vita, non si è ancora stabilizzato e non domina i gangli vitali in mano a uomini della sinistra. I media sono TUTTI in mano all'opposizione (questo giornale compreso) e danno peso anche a cespugli inesistenti e con un avvenire di irrilevanza come se ancora rappresentassero qualcuno... FORZA: navi in mare, DURI AI BANCHI e fuoco a volontà contro chi non vuole mettere la prua del gommone verso dove è partito.

martinsvensk

Lun, 03/09/2018 - 15:49

Più le cose si fanno difficili per l'Italia sul fronte immigrazione più i Sinistri godono nell'annunciare l'arrivo di navi nelle sconfinate terre italiane e nella denigrazione di Salvini che fa quello che può per arginare quella sarebbe la fine dell'Italia. Mi chiedo percé lo facciano. O non vivono in Italia o potrebbero iscriversi al prossimo corso di masochismo o ci guadagnano talmente tanto dai nuovi arrivi che non gli importa della rovina del proprio pese e dei propri connazionali.

QuebecAlfa

Lun, 03/09/2018 - 15:52

Lo stato italiano ha risorse per gestire l'arrivio di milioni di persone che migrano. La seconda ipotesi illustrata dall'utente Gheene è alquanto interessante e suggestiva. Ovvero far gestire il tutto da Palais de l'Élysée. Personalmente approvo.

Royfree

Lun, 03/09/2018 - 15:53

E' venuto il momento di blindare i nostri confini. Dell'Europa ce ne infischiamo anche visto il disegno bellico della schifosa Francia. Navi e motovedette pesantemente armate. Nessuno deve entrare! Rischiamo che alla schifosa feccia parassita se ne aggiungono altre centinaia di migliaia ancora peggio.

11071962

Lun, 03/09/2018 - 15:56

ulteriore prova che l'Unione Europea non esiste più. aveva un senso durante la guerra fredda, quando era limitata a 12 paesi, ma ora non più. E dobbiamo prendere atto che Francia e Inghilterra, come a fine 800, ci stanno scavando la terra sotto i piedi, in Libia come in tutti i campi dell'economia

Paolobbb

Lun, 03/09/2018 - 15:59

Ovviamente komunisti e sinistre varie (quelli che ci "avrebbero" liberato) se lo augurano con tutto il cuore...hanno perso il potere e scatenano tutto il loro odio (quelli che contro l'odio tanto ci si riempiono la bocca) possibile contro Salvini...insomma per i kompagni, che muoia Sansone (Italia) con tutti i filistei (italiani)...e questi erano quelli "patrioti"!

Aegnor

Lun, 03/09/2018 - 15:59

Oltre a micron, ne sanno sicuramente qualcosa i sinistrati nostrani

strade-italiane

Lun, 03/09/2018 - 15:59

TERRORISMO è un termine che noi semplici cittadini identifichiamo con un solo tipo di fenomenno.... LE RETI DI AFRICANI GIA' sul vecchio continente che attendono nuovi sbarchi, e poi ancora nuovi sbarchi di gente dal loro continente TUTTI MASCHI e GIOVANI (pochi annziani abbiamo visto sui gommoni) QUESTE RETI che organizzano le sistemazioni dei nuovi con casa, soldi, cellulari...per di piu' a nostre spese. TRAI I GIA' PRESENTI E QUELLI CHE VERRANNO, ripeto super organizzati e collegati, QUANDO SARANNO ABBASTANZA DA MUOVERSI PER LE NOSTRE CITTA' minacciando, colpendo beni e persone, non vogliamo CHIAMARLO TERRORISMO MIGRATORIO????

Libero 38

Lun, 03/09/2018 - 16:00

Sembra essere ritornati nel caos in Libia di quando la triade criminali di guerra obama-sarkozy-cameron organizzarono la guerra in Libia per uccidere Ghaddafy.Questa volta nella guerra fratticita in Libia ci sara' sicuramente lo zampino del presidente francese macron che cerchera' di mettere in dificolta' l'odiato Salvini sul caso migranti.

zen39

Lun, 03/09/2018 - 16:02

Solo l'Onu può risolvere il problema ma essendo anch'esso membro del NWO alzerà un dito solo per favorire le nazioni il cui capo è anch'esso un aderente. In questo caso la favorita è la Francia che già ha messo del suo in abbondanza. Siccome come armamenti facciamo ridere ovvio che l'Italia è destinata ad essere invasa salvo che qualcuno si faccia un gita in Russia per sentire che aria tira. Ormai è chiaro: la voce del popolo da fastidio. I populisti malvisti persino dalla sinistra che dal popolo proviene sono una razza da eliminare e per far ciò ben vengano anche le guerre. All'estero si fregano le mani nel vedere che in Italia molti tifano per establishment; con noi possono permettersi ogni tipo di vessazione. Grazie sinistra per il bene che stai facendo all'Italia.

strade-italiane

Lun, 03/09/2018 - 16:03

SE E' IN GUERRA LA LIBIA....GIOCOFORZA UN POCHINO LO SIAMO ANCHE NOI.....o sono centinaia di migliaia i nuovi falsi migranti che sgattaioleranno nelle nostre vie, case, stazioni, ospedali....NON ABBIAMO PIU' SOLDI tra terremoti, alluvioni, lavoro perso, sanità al collasso...SIAMO GIA' IN GUERRA.

Dordolio

Lun, 03/09/2018 - 16:04

@signornessuno. Il Capitano certo sta valutando la situazione. Se nell'imbarazzo propagandistico dei buonisti avesse mai apparenti difficoltà a trovare chi ha voglia di tirare un grilletto credo non avrebbe al dunque e nel reale che la difficoltà di reperire armi a sufficienza da distribuire, vista la folla dei richiedenti. Abbiamo capito tutti che questo di oggi è il colpaccio preparato apposta per far saltare il tavolo. E se non stiamo attenti siamo FI-NI-TI, travolti da un'Africa che ci sostituirà dopo averci depredato. Forse visti gli assetti politici potrebbe essere addirittura un'ultima battaglia.

Nick2

Lun, 03/09/2018 - 16:04

I poteri forti, le élite, i mercati, le multinazionali, la Merkel, Macron, i globalisti, i terzomondisti, i vaccinisti, i bergoglisti, i boldrinisti, Soros, tutti insieme complottano contro il governo del cambiamento, che vuole il bene degli italiani. Quando saremo nel baratro i nostri buffoni avranno il nome dei colpevoli del loro fallimento... e pure gli imbecilli che crederanno alle loro fandonie...

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Lun, 03/09/2018 - 16:10

Certo che esiste un disegno, ed è anche ben fatto, con delle linee guida ben precise. Questo governo, parliamoci chiaro, dà fastidio a molti, quindi bisogna creare i presupposti per ribaltare il tutto e, anche se l'elettorato ha votato in una maniera, è necessario per il bene di qualcuno, far cadere questo governo e far salire una sinistra disfattista, che sa proporre solo dall'opposizione, ma quando è al governo, non fa assolutamente nulla (per gli italiani), ma fa molto per gli amici degli amici. Sicuramente anche questo commento, come tutti gli altri non sarà pubblicato, grazie comunque.

cgf

Lun, 03/09/2018 - 16:12

andate a Parigi ad arrestare Macron, tipo incursione armata della gendarmeria francese a Bardonecchia, è legale, lo hanno stabilito gli stessi francesi. Vedrete che poi Tripoli non darà problemi.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 03/09/2018 - 16:14

Nessuno chiama in causa l'inquilino dell'eliseo che usa le migrazioni per farci fare quello che a lui conviene? Ultima risorsa per noi? Il blocco navale, altro che menar la viola con Salvini, felpini, felpato, ex frequentatore di centri sociali e altre ca@@ate del genere.. Se sto governo non ci arriva, allora "la situazione politica in Italia è grave ma non è seria" ( virgolettato preso a prestito da Flaiano). Ditelo anche a Dibba..

MOSTARDELLIS

Lun, 03/09/2018 - 16:14

Ancora una volta grazie ai france si e ai loro alleati. La morte di Gheddafi ce l'hanno sulla coscienza e il caos di oggi è sicuramente supportato e alimentato dai servizi segreti francesi, sia per accaparrarsi la Libia, sia per andare contro l'Italia.

Paolobbb

Lun, 03/09/2018 - 16:18

martinsvensk@ la seconda che hai detto...i sinistri sanno benissimo che dietro agli africani cè un guadagno spaventoso, di contro dell'Italia, delle violenze e del degrado non gle ne può fregar di meno, anzi ci godono pure...lo dimostra il fatto che hanno difeso la Russia fino a quando questa gli ha passato la pappatoia, mentre oggi: "kompagni, contrordine, la Russia è dittatoriale e omofoba", e abbracciano gli yankees (lato "democratici", per non sembrare sfacciati) fino a ieri tanto imperialisti...se un giorno non mangeranno più con gli africani sicuro dichiareranno che loro non li hanno mai voluti e che è stata tutta colpa di un certo cattivone di nome Salvini!

Cantor

Lun, 03/09/2018 - 16:18

Che fine ha fatto la 'cabina di regia' Italia-USA sulla Libia? Il premier Conte, che si sarebbe lamentato dell'attivismo in politica estera di Salvini, dimostri la sua autorevolezza e richiami Trump. Tanto Moavero sarà in attesa di direttive da Bruxelles.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Lun, 03/09/2018 - 16:19

Da norvegese, dico che la regia è sempre la stessa, ossia di coloro che sono contro la bella Italia perché una economia potenzialmente fatale agli interessi di altri Stati UE, specie ora che il Bel Paese sembra riaffermare la propria sovranità: Soros, Macron e compagni di clubs.

zen39

Lun, 03/09/2018 - 16:22

X signornessuno. Per troppi anni siamo stati schiavi della Francia e della Germania il cui interesse è sempre stato quello di offenderci e provocarci dei sensi di colpa per il loro esclusivo interesse. Se il rispetto si basa solo sulla potenza economica e militare allora questa UE non aveva ragione d'essere tanto è vero che non si mai voluta un'Europa politica. Non è il populismo recente che ha cambiato le cose saremmo stati sempre dei subordinati. Il populismo gli ha irritati e forse un po' spaventati ma solo i loro governanti. Molti popoli europei forse tirano un sospiro di sollievo nel vedere che c'è qualcuno che tiene a bada l'invasione. Chi ci vede male è l'establishment perchè la voce del popolo rappresenta un ostascolo al diabolico progetto al quale putroppo la povera sinistra italiana si illude ancora di poter partecipare.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 03/09/2018 - 16:22

"Sospetti di un disegno contro il nostro paese"? Siamo ancora fermi ai "sospetti"? Ma voi ci fate o ci siete?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 03/09/2018 - 16:32

mettere la legge marziale in Italia e tutto si sistemerà ormai siamo in guerra contro i musulmani..

27Adriano

Lun, 03/09/2018 - 16:32

Di squilibrati africani e terroristi, oltre ai nostrani dei centri sociali, antagonisti, PiDioti e delle procure etc, ne abbiamo già. Basta solo che qualcuno dia il via.

Daniele Sanson

Lun, 03/09/2018 - 16:37

@ signornessuno 15,08 se si calma un pó e continua con i ragionamenti forse ci arriva da solo a darsi delle risposte concrete . @ Gheenne 14,55 Lei ha ragione da vendere . DaniSan

Ritratto di Ninco Nanco

Ninco Nanco

Lun, 03/09/2018 - 16:37

Stavolta siamo chiamati in causa direttamente. Non possiamo restare a guardare.

Italiano_medio

Lun, 03/09/2018 - 16:40

Blocco Navale forse impossibile. I migranti hanno la scusante di fuggire da una guerra quindi potrebbero essere considerati tutti richiedenti asilo. Grazie Francia. Fortunatamente ora non ci sono i PDioti al governo che cascherebbero alla trappola con tutte le scarpe.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Lun, 03/09/2018 - 16:41

La manina della Francia non c’entra per niente?

sergio_mig

Lun, 03/09/2018 - 16:48

QUI CÈ LO ZAMPINO DELLA DI MACRON.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Lun, 03/09/2018 - 16:50

@signornessuno - 15:08 Con tutto il rispetto....ma Francia e Germania giocano nell'altra squadra. E ci hanno sempre giocato contro, da almeno 1600 anni.

VittorioMar

Lun, 03/09/2018 - 16:55

...BOICOTTARE CON FORZA E DECISIONE TUTTI I PRODOTTI E AZIENDE FRANCESI !!

Michele Calò

Lun, 03/09/2018 - 16:56

Repubblica Ceca: sono raddoppiati i controlli di sicurezza sui treni e sugli autobus con pattuglie miste polizia e soldati sin dal lunedì scorso. Pare lo stesso avvenga in Austria. Sono paranoici loro o siamo cxxxxxi noi?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Lun, 03/09/2018 - 17:10

Fino a quando una persona fà di tutto per respingere e altri fanno di tutto per accogliere, andando contro gli interessi dll'ITLIA e degli ITALIANI, non avremo scampo

mzee3

Lun, 03/09/2018 - 17:14

Ghenne e alex_53(ma vale anche per altri)...la vostra ignoranza in materia è enorme! Un blocco navale è sempre un atto ostile di guerra nei confronti di uno stato… ci andrete voi a difendere i nostri confini?

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Lun, 03/09/2018 - 17:15

Libia porti sicuri, tranquilli e sereni come le spiagge romagnole, infatti Salvini con tutti i deputati e senatori della Lega sono lì in vacanza, alcuni si sono spinti nell'entroterra ospiti nelle stesse strutture di cui sono ospiti i migranti...ah che pacchia a che gioia...e qualcuno suggerisce anche di sparare agli eventuali profughi probabilmente libici, direttamente in mare, tanto per accendere, alimentare odio verso di noi e suggellare così la perdita della Libia...eppure la TERRA È UNA L'UMANITA' È UNA e il resto dovrebbe venire da se...

Davons

Lun, 03/09/2018 - 17:21

Nemmeno chi in Libia ci ha vissuto e lavorato è in grado di avere una chiara visione di quanto stia succedendo e a cosa chi si muove stia mirando. La fluidità delle tribù è massima e gli interessi sono volatili e facilmente accorpabili. La Banca Centrale Libica continua a distribuire i proventi, tonnellate di munizioni vengono scaricate nei porti, nessuno fa la fame, i bengalesi sono tornati a fare i servi e vivere senza lavorare ma sparacchiando è il top di tanti. Lasciateli fare: intervenire in loco significa solo attizzare altri enormi incendi. Difendiamo le coste nel solo modo inteso in Africa: sparando e affondando. Se il "cuore italico" lo impedisce, si riportino tutti sulle battigie africane. Si può fare.

Rotohorsy

Lun, 03/09/2018 - 17:28

Il blocco navale è indispensabile.

ectario

Lun, 03/09/2018 - 17:34

Fantapolitica: I servizi italiani che aiutano cellule mussulmane a destabilizzare e/o terrorizzare alquanto Regno Unito e Francia. Ma questo lo potrebbe fare solo uno stato forte, con i cosiddetti e un buon credito e alleanze militari nel mondo: non è l'Italia, dunque.... Unica soluzione Blocco navale contro la più che probabile invasione del Patrio suolo, come auspicato dall'Europa, comunisti e antitaliani.

vottorio

Lun, 03/09/2018 - 17:39

Blocco navale e pronti ad "aprire il fuoco": non c'è più tempo da perdere.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 03/09/2018 - 17:41

Dementa... quante sxxxxxxxe. Dimentichi quando la Marina Libica rapiva i nostri pescherecci e tutto il personale a bordo, anche fuori dalle loro acque territoriali?

Dordolio

Lun, 03/09/2018 - 17:44

@mzee3, pare che dei sinceri democratici l'abbiano praticato il blocco navale qui in anni recenti. Quello andava bene e questo no? Quanto alla difesa dei confini abbiamo un esercito o mi sbaglio? Se lei poi ha una visione sua particolare degli eventi correnti ce ne renda edotti grazie. Del caso - per concludere - che si renda necessaria una partecipazione dei cittadini alla difesa del loro suolo è sempre lecito chiederla. Se c'è gente che nicchia (lei) può anche andarsene. Rileggevo un italianissimo Hemingway nei giorni scorsi (Addio alle armi). I disertori perdevano ogni diritto. Si citavano esplicitamente le loro case saccheggiabili liberamente dalla popolazione (a richiesta posso fornire la pagina precisa nell'edizione Kindle)

martinsvensk

Lun, 03/09/2018 - 17:47

Gentile Demetra, la terra è una, ma non per questo si può concentrare mezza popolazione di un continente, l'Africa in uno striminzito stivale che giá ne contiene sessanta milioni. Lei oltre ad evocare un volemose be' di marchio sinistro e a spiccare voli pindarici favoriti peraltro dal suo nome, dovrebbe spiegare con quali risorse il suo paese può far fronte a tutta l'umanitá che lei sembra augurarsi che arrivi. Un consiglio: la smetta di volare nel cielo blu e ritorni sulla terra che è appunto una.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 03/09/2018 - 17:51

---il discorso libia è semplice --accanto al magma di gruppi di miliziani che sono disposti a schierarsi sostanzialmente col migliore offerente--ci sono 2 galletti nel pollaio libia--Sarraj voluto dalle Nazioni Unite ed appoggiato dalla maggior parte dei Paesi europei- Italia in testa-e poi c'è il generale Haftar--che controlla gran parte dell'esercito---a proposito --felpini e le 12 navi date a sarraj -siamo sicuri che le controlla quest'ultimo? o sono già passate sotto il controllo di haftar?--vabbuò--detto ciò--c'è la francia che si distingue dal mazzo perchè ha come interlocutore haftar---gliene vogliamo fare un cruccio?--guardate che pure putin parla solo con haftar e se ne frega del nome imposto dalle nazioni unite---ma soprattutto l'immagine che ne esce è meschina--la libia come terra di conquista per tutti i paesi iene dell'occidente--e poi vi meravigliate dei flussi?---ce ne saranno a milionate in futuro --con questa politica estera neocoloniale verso l'africa--swag

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Lun, 03/09/2018 - 17:53

Haftar e Sarraj andarono a Parigi. Macron li convinse a non mettersi mai d'accordo e fare quello che serve alla Francia e ai veri padroni della Francia............che sono gli ex datori di lavoro di Macron!

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 03/09/2018 - 18:04

Ma si, facciamo guerra alla Francia, facciamogli vedere come siamo forti con la boria... In quanto a palle siamo i meglio messi. Li sconfiggeremmo il primo giorno... Poi qualche stratega dall'ampollina facile vagheggia una santa alleanza con l'Egitto che ci verrebbe in aiuto con le truppe cammellate. Ma quanti generali padani, non ci basta Capitan felpini che ce l'ha duro come ladron bossi. Armiamoci e partite, siam pronti alla morte la lega chiamò. Blocchi mentali non blocchi navali.

VittorioMar

Lun, 03/09/2018 - 18:12

..l'ONU e la CHIESA ,in AFRICA dovrebbero Propagandare l'USO DI PROFILATTICI E CONTRACCETTIVI per limitare le nascite (metodo cinese :un figlio per famiglia!)..loro si "DIVERTONO" a fare figli e gli altri li devono allevare ??...se non lo fa' l'uomo,lo fa' la NATURA che non SELEZIONA : DISTRUGGE !! e qualche segnale lo manda... ATTENTO UOMO :ALLA NATURA BASTA UN SECONDO anche troppo...!!

routier

Lun, 03/09/2018 - 18:59

Chi si giustifica dicendo che i circa ottomila chilometri di coste italiane sono troppi per poterli monitorare tutti, facciano mente locale su quelle australiane che mi paiono un "tantino" più lunghe e nonostante questo non passa nessuno. VOLERE E' POTERE! (ma per qualcuno è difficile anche scacciare una mosca dal piatto)

osservatore13

Lun, 03/09/2018 - 19:15

SALVINI... VAI. ed aiutali a casa loro...............

Davons

Lun, 03/09/2018 - 19:24

@demetra. I profughi libici non esistono: la Libia di Gheddafi aveva il più alto welfare africano e ancor oggi la Banca Centrale rimette alle varie tribù i proventi del petrolio. Il termine place of safety è vecchio quanto l'obbligo morale del soccorso, praticato da sempre e in tutti i mari. Era normale pratica soccorrere un naufrago e portarlo sino al porto di destinazione della nave. Il termine non ha mai avuto alcuna valenza politica e crea l'obbligo di non abbandonare i salvati su un'isola deserta. Ogni Porto attivo è un Place of safety, in tempo di pace e in tempo di guerra, come testimoniano gli equipaggi affondati durante le guerre sbarcati e internati quando finiti in Stati belligeranti. TUTTI i porti nord africani sono "sicuri" e lì e solo ed unicamente lì vanno riportati i falsi "naufraghi". Fine.

Dordolio

Lun, 03/09/2018 - 19:34

Atomix, a me e ad altri qui era venuto il sospetto che lei non capisse una beata mazza. Il suo intervento delle 18,49 ci ha tolto quasi ogni dubbio. Meno uno: C'è o ci fa, come si dice a Roma?

rocchetti

Lun, 03/09/2018 - 19:56

Se in Libia è scoppiata la guerra, noi di barconi carichi di giovani non dobbiamo più accoglierne perché ci intromettiamo negli affari di un altro stato, non possiamo permettere che giovani che devono arruolarsi per difendere il loro paese lascino la Libia, NON POSSIAMO ACCOGLIERE GIOVANI DISERTORI LIBICI IN ETA' DA LEVA OBBLIGATORIA, ORA CHE C'E' LA GUERRA DEVONO RESTARE NEL LORO PAESE. Semmai vanno accolti ESCLUSIVAMENTE vecchi mamme e bambini, il resto STOP.

apostrofo

Mar, 04/09/2018 - 01:06

Certo , con questa campagna mediatica straniera, quella interna italiana montata dalla opposizione per vocazione e rabbia, è una mano santa. Macron ringrazia i compagni e qualche c.sciolto chevogliono indebolire il governo italiano in questo delicato momento. Visto che in Europa non possiamo contare su nessuno, ormai da un bel pezzo, bisognerà rinsaldare l'amicizia con Trump o Putin, o con tutti e due. E pensare che l'EU era stata "venduta" come un massiccio gruppo di paesi che avrebbe scoraggiato chiunque ad attaccarci, militarmente ed economicamente. Invece dall'interno ad essa abbiamo ricevuto i peggiori attacchi politici ed economici. Basta vedere solo la francia quante Aziende di primo livello mondiale ci ha fottuto, con la "simpatica simpatia" dei governi PD, finora "nominati" al potere.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Mar, 04/09/2018 - 07:57

Impavidi "Guardiani delle Coste" e Ministra competente, occhio che oltre 400 galeotti sono scappati dalle carceri Libiche. Mi raccomando non esitate a raccattarli tutti e 400, qua siamo in deficit di "poveri incompresi", mariuoli e Criminali col pedigreee decennale. Mandateci il Pettorino, vecchio lupo di mare che sa il mestiere di "salvagente" a prescindere. Siamo in pena per quei 400.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 04/09/2018 - 11:08

@martinsvesk lei è in errore...l'Italia non può dar da mangiare a 60 milioni di persone sia che essi siano italiani che altri terrestri, gli ettari coltivati/coltivabili sono diminuiti nell'arco di alcuni decenni del 20/30 % e la popolazione è aumentata, se ci riesce è perche esporta prodotti tecnologici ecc ed importa materie prime e energia da altri Paesi...la cosa migliore per gli italiani e per i terrestri tutti è mettersi in testa che La Terra è una le risorse sono da dividere lavorare con le braccia e con l'intelligenza...meteoriti, malattie, terremoti, vulcani non distinguono tutti umani...Piano Marshall Africa è da tradurre Piano Marshall Terra...buono per tutti.atdean

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 04/09/2018 - 14:23

@loudness non solo ne sono a conoscenza ma tempo fa, avevo postato quanto segue...C'era ancora Gheddafi e ci furono diversi episodi in cui le motovedette libiche tra l'altra già allora da noi ai libici donate spararono sui pescatori siciliani, nel 2010 si sfiorò la tragedia e sul peschereccio siciliano c'erano anche delle guardie della finanza, Frattini giorni dopo disse che i libici si erano scusati...grazie ah ah ah. Affidarsi ai libici prima, e dopo cioè adesso con il Paese Libia sottosopra e da folli, sia prima con Minniti sia adesso con Salvini che in più vuole aggiungere Libia porti sicuri...lo si vada a dire a quei pescatori e guardie di finanza del 2010...serve Piano Marshall Africa Tajani dixit...e salvarli con mezzi della marina e poi vedere se hanno diritto o meno al rifugio e se no riportati a casa. Serve aprire corridoi di visti regolati per dare speranza e legalità!!!