Turista austriaca partorisce il settimo figlio. In pieno giorno sulla spiaggia di Cattolica

La donna e il bimbo sono stati salvati dall'intervento di un'infermiera

L'esperienza sul parto certamente non le mancava. Arrivata al settimo figlio, anzi, avrebbe avuto tanto da insegnare a chi per la prima volta mette al mondo un figlio su quello che sono i segnali che annunciano l'arrivo delle doglie.

Invece una turista austriaca, in vacanza in Romagna, è stata sorpresa dall'arrivo del suo bebè, che è nato in spiaggia.

Una storia a lieto fine che però sabato pomeriggio ha tenuto i bagnanti e tutti i presenti e i bagnini con il fiato sospeso.

La donna di 45 anni si trovava in spiaggia a Cattolica con la sua famiglia. Era nella famosa località balneare per passare le vacanze in compagnia della sua numerosissima famiglia. Aveva preso alloggio in un hotel sulla costa e con due dei sei figli, il pancione e il marito aveva deciso di trascorrere una giornata tra bagni, giochi e sole al bagno 5.

Quando erano da poco passate le 18 ha detto al marito di guardare i due bambini mentre lei andava alla toilette. Ed è proprio qui che improvvisamente si è sentita male. Ha avuto dolori fortissimi e ha iniziato a urlare chiedendo aiuto prima in maniera pacata, poi sempre più forte.

Le è bastato poco per capire che il momento tanto atteso era arrivato. Bagnanti e bagnini si sono precipitati a prestarle soccorso, mentre il megafono continuava a diffondere l'sos chiedendo se in spiaggia ci fosse un medico. Per fortuna si è subito fatta avanti un'infermiera che, con calma e sangue freddo, ha preso in mano la situazione e ha aiutato la straniera a partorire.

«Temevamo fosse morto», hanno poi rivelato diversi testimoni. Ma il primo vagito ha tranquillizzato tutti, mentre sul posto giungeva l'ambulanza. «Sono stati attimi concitati ma l'infermiera è stata bravissima e ha operato con professionalità, cercando di tranquillizzare la mamma e che gioia sapere alla fine che quel piccolino e la donna ce l'hanno fatta», hanno continuato a commentare diverse persone presenti, che hanno brindato alla nascita.

La donna successivamente è stata ricoverata, insieme al figlio, presso l'ospedale di Rimini ed è in condizioni complessivamente discrete, nonostante abbia perso molto sangue.

Il neonato, invece, è stato ricoverato nella terapia intensiva del reparto neonatale ed è certo che ce la farà e presto potrà tornare a casa e da grande raccontare a tutti che è nato non solo in Italia, ma sulla spiaggia di una località balneare nota.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

oracolodidelfo

Lun, 03/08/2020 - 16:17

Evviva e buona vita all'austroRomagnolo!