Zaia: "Se il Covid è ripartito è anche colpa del governo"

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, a La Stampa ha spiegato che esiste un vulnus legislativo e oggi chi non rispetta la quarantena o rifiuta il ricovero non paga abbastanza

Non si può parlare di una seconda ondata di coronavirus in Italia ma quello che sta accadendo in Veneto non lascia presagire nulla di buono. Dopo una fase in cui Covid sembrava in ritirata, nella Regione il nemico invisibile che sta seminando morte in tutto il mondo ha ripreso a diffondersi. La colpa, almeno in parte, è da ricercarsi nei comportamenti non proprio adeguati da parte di qualcuno che ha sottovalutato il pericolo. Ma l’aumento del numero di contagiati in Veneto ha anche un altro preciso responsabile: il vulnus legislativo. Di questo ne è convinto Luca Zaia.

In una intervista a La Stampa, il governatore ha spiegato che chi scappa dalla quarantena o rifiuta il ricovero non paga più o non abbastanza. In sostanza, quindi, è anche colpa del governo se l'imprenditore del Vicentino, colpito da coronavirus, ha potuto andarsene in giro come se nulla fosse per giorni creando di fatto un nuovo focolaio.

Zaia ne è così convinto tanto da evocare risposte dure come "la galera o il Tso" per chi sbaglia. "Dopo l'ultimo decreto chi scappa dalla quarantena non commette più un reato. Visto che non siamo tutti disciplinati come giapponesi e che aleggia sul Covid una certa aria complottista e negazionista, chiedo che il governo si dia una mossa. Delle due, l'una: o l'isolamento fiduciario è una passeggiata o siamo seri e allora bisogna fare delle scelte forti", ha spiegato il governatore.

Secondo Zaia, a questa situazione si può facilmente porre rimedio. Discorso un po’ diverso per un altro punto. Il governatore ricorda che l'imprenditore di Vicenza rientrava da un viaggio di lavoro in Serbia. Per Zaia è importante che l’esecutivo chiarisca le regole per chi rientra dall'estero: "Un decreto si può fare alla velocità della luce. Visto però che stiamo ancora aspettando quello che fissa la data delle elezioni regionali, direi che la luce del Governo viaggia molto lentamente".

Per domani, lo stesso Zaia ha annunciato una nuova ordinanza. Ma, garantisce il governatore, non ci saranno nuove restrizioni per i cittadini, ma solo per chi è in isolamento fiduciario: "L'ordinanza sarà la più severa possibile. Ma la Regione in materia ha poteri limitati". L’esponente leghista, inoltre, ha puntualizzato che con le sue dichiarazioni non ha dato l'impressione che il Veneto sia di nuovo in emergenza. Nelle polemiche sulla situazione sanitaria, Zaia vede una manovra pilotata: "C'è chi ha gettato benzina sul fuoco. Lo scriva, per favore: in Veneto non è ripartita l'onda dei contagi e la situazione è sotto controllo. Attualmente ci sono 24 focolai: a inizio giugno erano 135. E gli ultimi casi, come quello nel Vicentino, sono "d'importazione"".

Il governatore, poi, ha voluto spegnere sul nascere possibili tensioni con il professor Crisanti che nei giorni scorsi aveva dichiarato che il Veneto ha abbassato la guardia troppo presto: "Non è vero", ha spiegato Zaia che ha anche voluto ricordare di aver "sempre raccomandato di non distrarsi, di fare attenzione, di usare la mascherina e di rispettare le regole". "Non abbiamo per nulla minimizzato né detto che il virus stava sparendo, anzi. Stiamo elaborando- ha aggiunto- il Piano di Sanità pubblica della Regione che schiererà l'artiglieria pesante contro eventuali seconde ondate".

Tra le "armi" che saranno usate per evitare il possibile diffondersi dell’epidemia, Zaia ha spiegato che saranno rafforzate le terapie intensive e subintensive e saranno eseguiti tamponi a tappeto. Ma non solo. Previsto, infatti, "il potenziamento delle 14 microbiologie del Veneto. Acquisto di un milione e mezzo di dosi di vaccino quando sarà pronto. Per comprare l'ombrello non aspetto che piova”.

Zaia ha anche parlato della manifestazione tenutasi ieri a Roma contro il governo Conte spiegando perché non era con i leader del centrodestra: "L'intervento dei governatori non era previsto". Alla domanda se a settembre il premier Giuseppe Conte sarà ancora a palazzo Chigi o si voterà, il governatore afferma: "E chi lo sa? Sono la persona meno informata sulla politica nazionale. Le ricordo il mio slogan: prima il Veneto". Infine, Zaia ha anche un messaggio per Umberto Bossi, storico leader della Lega Nord, ricoverato in ospedale. "Di tutto cuore. È un vecchio leone: tirerà fuori gli artigli e ne verrà fuori".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Xplr

Dom, 05/07/2020 - 11:50

Quindi in Veneto il covid è ripartito, entro 2 settimane i contagiati aumenteranno progressivamente. È scappato al controllo un contagiato cene contatti lavorativi e non. Paziente zero. Il Veneto tornerà un focolaio incontrollato. E se invece non succederà nulla? Come lo spiegheranno Zaia e Crisanti?

bernardo47

Dom, 05/07/2020 - 11:55

Se avesse fatto meno lo Stenterello in questi mesi.....sarebbe stata po molto meglio. Cambia posizione un giorno sì è un giorno si!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 05/07/2020 - 12:14

Viene il dubbio che in Veneto e Lombardia ci sia qualche pazzo che cerca di riprodurre la malattia. Comunque sia, la sensazione è che a sinistra ci siano molti pseudo italiani che ne siano contenti.

Giorgio1952

Dom, 05/07/2020 - 12:22

Zaia che reputo una persona per bene, dopo essersi preso i meriti per la gestione dell’epidemia con il “metodo Veneto”, sta scivolando lungo la china del duo Fontana/Gallera, che sono spariti come l’Ospedale in Fiera. Sentire da Zaia "Se il Covid è ripartito è anche colpa del governo", mi pare proprio una caduta di stile cosa centra il governo, se persino il figlio di colui che ha generato il focolaio si è arrabbiato col padre “Avrebbe meritato il ricovero coatto”; il fratello del manager vicentino ha aggiunto “Il viaggio nei Balcani? Non era per lavoro”. Zaia ha pure detto che “la Regione in materia ha poteri limitati", ma poi si contraddice “Stiamo elaborando il Piano di Sanità pubblica della Regione che schiererà l'artiglieria pesante contro eventuali seconde ondate". Domanda il governatore ha poteri limitati o può schierare l’artiglieria pesante?

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 05/07/2020 - 12:25

Per la Lega Zaia non è un fiore all'occhiello. Uno che parla di azioni sanitarie coercitive innanzitutto non può essere un liberale. Poi , non c'è da fidarsene. Il potere a certa gente dà molto alla testa.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 05/07/2020 - 12:27

....ma quale Covid ripartito....5 contagiati...fra l’altro con la responsabilità di una persona rientrata dall’estero...a giusta ragione Zaia dice appunto che il governo dovrebbe prevedere x chi rientra dei controlli...,,@bernardo47 eviti le stupidaggini ...fare il governatore non è cosa x tutti, anzi x pochi e Zaia è stato super....lei nella vita ha fatto si è no l’operaio x cui si taccia

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Dom, 05/07/2020 - 12:42

02121940-Dom, 05/07/2020 - 12:14: "... sensazione è che a sinistra ci siano molti pseudo italiani che ne siano contenti". No caro signore! La verità è che ci sono persone che credono di essere infallibili, credono di essere meglio di altre! Basterebbe avere un po' di umiltà e ammettere di aver sbagliato. Zaia è un bravo presidente di regione e lo ha dimostrato negli anni. Anche i più bravi possono sbagliare e, in questo caso, bisognerebbe avere l'umiltà di ammetterlo e non scaricare le colpe sempre sugli altri quando le cose vanno male!

Giorgio1952

Dom, 05/07/2020 - 12:58

serramana1964 le auguro di non essere contagiato dal Covid, perché io ho conoscenti che lo hanno avuto e per fortuna non sono deceduti. Faccio mio il suo invito a non dire stupidaggini, perché fare l'operaio non priva un persona dell'onore e della dignità. Le auguro una buona domenica

agosvac

Dom, 05/07/2020 - 13:00

Sarei curioso di sapere quale sia la reale entità di questi nuovi contagi nel Veneto. Ovvero se sono con carica virale alta oppure bassa. Ma, quel che è più importante, se si diffondono i contagi oppure se restano bloccati dall'immunizzazione precedente.

Helter_Skelter

Dom, 05/07/2020 - 13:04

Ma la Lega non chiedeva più libertà ? Ora vogliono il TSO. Su una sola cosa sono coerenti: anche laddove governano loro è sempre colpa degli altri.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/07/2020 - 13:40

Giorgio1952 12:22...concordo!Segue anche lui l'onda terroristica,e se la prende con il governo,che non fa abbastanza terrorismo!Che il "governo faccia TERRORISMO a senso unico,lo abbiamo capito in tanti.Questo dovrebbe dire,ma sopratutto smetterla di andare a braccetto con un Crisanti....perchè il motto dice:"dimmi con chi vai e ti dirò chi sei"...e Crisanti si è capito che tipo è!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/07/2020 - 13:44

Zaia,andare a braccetto con Crisanti,seguire le indicazioni di Crisanti,non porterà fortuna ne a te,ne alla maggioranza dei Veneti! Tu e Fontana,siete una delusione!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 05/07/2020 - 14:15

Zaia ha ragione, come aveva ragione Fontana. Le demenziali contraddittorie e confuse disposizioni del Governo prima hanno provocato la prima ondata in Lombardia, adesso Conte provoca la seconda in Veneto. Entrambe le regioni, guarda caso, sono sovraniste. Pagheranno anche questa, il sovranismo è vicino e non farà sconti.

CarloLinneo

Dom, 05/07/2020 - 14:23

Se il governo è di centro-sinistra la colpa è sempre, ripeto SEMPRE, del governo.

nerinaneri

Dom, 05/07/2020 - 14:24

Giorgio1952: basta con la bontà...

ArturoSgazzebuti

Dom, 05/07/2020 - 14:51

Premesso che il tipo che sapeva di essere malato e se ne è andato in giro comunque merita di essere punito per tutti i danni che ha provocato e potenzialmente provocherà... se sappiamo che in Serbia il virus è ancora in moto... perché è permesso andare lì? Perché sono stati riaperti i confini con nazioni a rischio sanitario? Di chi è la colpa di questa scelta? Chi è il responsabile? Di sicuro non l'imprenditore in oggetto.

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 05/07/2020 - 14:55

leoni da tastiera, ottusi, leggete prima di dare fiato alla tastiera.

ArturoSgazzebuti

Dom, 05/07/2020 - 14:56

@Contenextus "Uno che parla di azioni sanitarie coercitive innanzitutto non può essere un liberale." Quindi se ho capito bene il tuo pensiero un malato di AIDS che sa di essere portatore della malattia deve poter andare in giro ad infettare le persone liberamente perché sarebbe illiberale punirlo nel caso lo faccia? Alla fine Zaia chiede questo... se sai di essere positivo al virus DEVI rimanertene in quarantena finché i medici non ti dicono che sei guarito, se non lo fai allora sei un pericolo e come tale sarai trattato.

Happy1937

Dom, 05/07/2020 - 15:15

Governo di tanto fumo e niente arrosto. Due miei amici, uno in arrivo dagli USA e l’altro dall’Oriente, sono sconcertati dall’assoluta mancanza di controlli allo sbarco a Malpensa. Compilati i foglietti che burocraticamente non mancano mai, via senza neppure il controllo della temperatura. E’ la prova che quanto dice Zaia e’ un’assoluta verita’.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/07/2020 - 15:29

Zaia,ricorda il "pandemonio" per la vittoria del Napoli del 17 Giugno?...."SVENTURA"!!,.,....beh,questi sono i "test" in Campania,ed i "positivi,e come immaginavo,questi sono i dati: 17/6 test 2693 positivi 1....e veniamo ai nostri giorni:27/6 test 3151 positivi 0(zero)-28/6 test 1535...0(zero)-29/6 test 1686...1(uno)-30/6 test 3277...1-1/7 test 2865...9-2/7 test 1.414... 3-3/7 test 2.441...10-4/7 test 1492...2.....una vera PANDEMIA,UN VERO DISASTRO!!!!!Zaia,basta partecipare al coro dei TERRORISTI("governo" in primis,che fa terrorismo a senso unico,solo sugli ITALIANI)!Basta BUFFONATE mascherate?Cosa vuole,che non ci sia più UN caso di "coronavirus" in Italia,per "abbassare la guardia",per smettere questa sceneggiata mascherata,laddove al 95-98%% della popolazione il "virus" non fa niente,il 2-5% lo si cura(senza i disastri/errori fatti),con una "mortalità" NORMALE per tante patologie?!

buonaparte

Dom, 05/07/2020 - 17:07

la positività dei tamponi non vuol dire nulla.. vuol dire avere delle cellule di virus nelle prime vie respiratorie ma non essere ammalati.ricordo che se facessimo il tampone del virus dell'influenza normale tutti noi saremo positivi-i danni li fa nell'apparato respiratorio se è debole causa freddo, sbalzi di temperature e basse difese immunitarie o patologie -- l'aria condizionata favorisce il virus pertanto è bene evitare di usarla ed evitare gli ambienti chiusi. la prova è che i focolai in giro per il mondo si stanno formando nei mattatoi dove le temperature sono molto basse e grandi sbalzi di temperature.. lo stesso per i contagi in usa che si verificano negli stati del sud dove si fa un uso esagerato dell'aria condizionata e ecc...