Roma, americana 21enne stuprata due volte dal portiere dell'hotel

In gita con altri 60 studenti di un college, violentata dal portiere di notte. "Ero ubriaca, ho urlato, nessuno mi ha aiutata". L'uomo, 54 anni, arrestato

Roma, americana 21enne stuprata 
due volte dal portiere dell'hotel

Roma - Domenica alle 4 di notte lei, come le sue amiche, era ubricaca e aspettava di telefonare ai genitori in America dal pc dell'albergo. Lui, il portiere di notte, si è offerto di accompagnarla in camera. Poi la violenza. Ripetuta. Prima in uno stanzino, poi in una camera dell'albergo. "Cercavo di reagire, ma mi mancavano le forze. Ero ubriaca. Credo di avere anche urlato". Lo ripeteva tra le lacrime agli agenti la studentessa americana di 21 anni, stuprata a Roma la notte tra domenica e lunedì scorso, dal portiere di un hotel tra Salario e Parioli, dove pernottava da un paio di giorni.

La gita con la scuola La giovane era arrivata a Roma sabato scorso per una gita nella capitale con altri 60 studenti di un college del Nevada e tutti pernottavano in quell’albergo. Domenica sera la giovane aveva girato con le amiche in alcuni pub nelle zone della movida romana, bevendo birra e altri alcolici. Una volta tornate nell’hotel, intorno alle 4, le giovani si sono alternate ai computer all’internet point dell’hotel per chiamare casa. Ma la vittima, aspettando il suo turno, è rimasta ultima e sola nella sala. Il portiere dell’albergo, un romano di 54 anni, le si è avvicinato cominciando a molestarla prima di offrirsi per riaccompagnarla nella sua stanza. La giovane, ubriaca, non si è opposta. Ma dopo poco ha capito che si trattava solo di una scusa. L’uomo l’ha stuprata due volte, portandola prima in uno stanzino, poi in un’altra camera. La giovane poi è stata lasciata davanti alla sua stanza.

L'arresto Il giorno seguente, si è svegliata ricordando quanto le era accaduto e ha denunciato tutto alla polizia fornendo l’identikit dell’uomo successivamente rintracciato. L’uomo é stato identificato poco dopo e raggiunto nella sua abitazione all’Infernetto dove conviveva con una straniera e 7 alani. All’inizio l’uomo, un allevatore di cani di giorno e portiere di notte, non voleva aprire ma poi si è arreso e non ha dichiarato nulla alla polizia. Il 54enne si trova attualmente in stato di fermo nel carcere di Regina Coeli.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti