La Roma lo sposa a vita con ingaggio da guinness

Rinnovo fino al 2010, poi resterà in società. Incasserà 10,4 milioni a stagione, quinto Paperone del pallone

nostro inviato a Firenze
Non vestirà la maglia azzurra in Norvegia-Italia per scelta di Lippi. «Ma da settembre tornerà determinante», ha detto ieri il ct. Intanto Francesco Totti non ha commentato le parole di Lippi a Coverciano (forse lo farà oggi, mentre trapela la voce di una seconda telefonata con il tecnico avvenuta domenica dopo le convocazioni, mentre nella prima il giocatore precisa che il ct non gli aveva data per sicura l’esclusione: di certo il rapporto tra i due si è incrinato) ma si è consolato con l’annunciata firma del contratto che prolunga il suo rapporto con la Roma: accordo fino al 30 giugno 2010 per un compenso lordo di 10,4 milioni di euro a stagione, riconoscimento di 520mila euro l’anno per i diritti di immagine del giocatore (affidati alla Roma International Football Service e alla Numberten), garanzia di un incarico nell’area tecnico-sportiva del club alla fine della sua attività agonistica. Dunque, attaccate le scarpette al chiodo, Totti potrebbe diventare dirigente dei giallorossi, una prospettiva che piace moltissimo al capitano. Che lunedì festeggerà il suo addio al celibato prima del matrimonio con Ilary Blasi, previsto per il 19 giugno nella chiesa romana dell’Ara Coeli. E la successiva paternità, programmata per il mese di ottobre.
La firma è giunta, come previsto, ieri mattina a Villa Pacelli (era presente anche il patron giallorosso Franco Sensi, che ha dovuto affrontare l’ennesimo sacrificio economico), anche se i termini del contratto erano già stati definiti venerdì scorso. Oggi a Trigoria Francesco Totti e l’amministratore delegato giallorosso Rosella Sensi daranno ulteriori dettagli sul contratto che di fatto lega il giocatore a vita alla squadra della sua città.
Con il nuovo contratto Totti diventa il quinto calciatore più pagato al mondo, secondo la classifica redatta il 3 maggio scorso da France Football. Il capitano della Roma, che prima era solo diciassettesimo, è ora secondo, in Italia, solo a Christian Vieri, quarto nella speciale graduatoria dietro Beckham, Ronaldo e Zidane. L’altro italiano, Alex Del Piero, occupa il sesto posto dopo essere stato scalzato in classifica proprio dal giocatore della Roma.

Commenti