A Civitavecchia attraccano le navi da crociera: "Il rischio contagi è alto"

Il sindaco della città sul litorale romano denuncia l'esistenza di un pericolo da Covid-19. "Questa storia deve finire. In porto transitino solamente le merci"

Le navi da crociera possono essere degli incubatori spietati. Il coronavirus all’interno delle cabine, dei ponti e delle altre aree comuni, può diffondersi con facilità. Il 2 febbraio il porto di Civitavecchia è finito sotto i riflettori per la presenza su una nave da crociera, la Costa Smeralda, di un turista irlandese con i sintomi del Covid-19. La vicenda è rientrata in una manciata di ore, alla notizia del tampone negativo. Da allora sono passati quasi due mesi.

C’è stato il fermo delle crociere in tutto il mondo, ma questi grattacieli galleggianti continuano ad attraccare nel porto della città. Lo scrive il Messaggero. Si tratta di navi a fine corsa, che ultimato il tour, hanno bisogno per sbarcare gli ultimi passeggeri in uno scalo vicino a un aeroporto internazionale. Civitavecchia sembra la soluzione ideale. L’aeroporto di Fiumicino è infatti a due passi. Anche perché altri porti tuona il sindaco, Ernesto Tedesco hanno negato l’ormeggio. "Questa storia deve finire, ho chiamato più volte il ministro dei Trasporti, perché in questa fase emergenziale Civitavecchia deve rimanere un porto dove transitano solo merci. Non posso rischiare la salute dei tanti operatori portuali che continuano a essere in prima fila durante gli sbarchi".

Il primo cittadino della città sul litorale romano ha tutte le ragioni per essere preoccupato. Se le richieste di intervento al ministro, Paola De Micheli, hanno permesso di ottenere lo stop, da oggi, al collegamento passeggeri con Barcellona, meno fortuna il sindaco ha avuto con le crociere. Qualche giorno fa è arrivata la Msc Grandiosa, poi la Costa Pacifica i cui 260 turisti (in prevalenza argentini), in attesa della possibilità di fare rientro a casa, sono stati trasferiti con 7 autobus dal porto all’hotel Cicerone di Roma. È previsto che i turisti, che risulterebbero negativi al tampone, faranno rientro domani presso le loro abitazioni, in maniera graduale e contingentata.

Stessa situazione per i 726 passeggeri della Costa Victoria che hanno ottenuto la libera pratica sanitaria ieri pomeriggio, dopo gli esiti negativi dei tamponi effettuati su alcuni di loro. Nella serata di ieri sono sbarcati i primi 76 croceristi di nazionalità svizzera e austriaca che hanno raggiunto Roma. Gli altri, in buona parte australiani, verranno fatti scendere oggi e accompagnati a Roma, sempre con bus messi a disposizione dall’armatore. Il vicesindaco di Civitavecchia e assessore alla Portualità, Massimiliano Grasso, ha spiegato che ha organizzato servizi mirati per sbarcare i passeggeri in base alle coincidenze dei voli, soprattutto quelli internazionali, che negli ultimi giorni si sono drasticamente ridotti.

Non è però escluso che i passeggeri possano soggiornare una notte in hotel a Roma. Si tratta, finora, di persone che non hanno problemi di salute o sono risultati negativi al test del Covid-19. Se ci dovessero essere positivi, la procedura sarebbe diversa e i trasferimenti verrebbero attuati con procedure specifiche di contenimento. Intanto per oggi è attesa a Civitavecchia la Costa Diadema con a bordo circa 1.250 membri del solo equipaggio fra i quali 155 italiani. Ieri sera fonti del ministero dei Trasporti hanno smentito la presenza di contagi a bordo. Ma l’allarme resta alto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

WSINGSING

Ven, 27/03/2020 - 14:05

Questi almeno hanno pagato il biglietto......A Brindisi sono sbarcati oltre trenta egiziani e molti di loro (CLANDESTINI) sono riusciti a sfuggire a Carabinieri e Polizia e ora vagano per l'Italia......

antonmessina

Ven, 27/03/2020 - 14:19

ma da dove arrivano? perche li fan partire? non parliamo poi dei clandestini che quelli arrivano e se ne fregano di portarci malattie e criminalita

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 27/03/2020 - 14:35

Si ma cosa significa chiedere di bloccare tutto per tutelare Civitavecchia??? Non so di che partito sia il sindaco ma sta facendo campagna elettorale qui. Se ci sono navi piene di gente per crociere gia' iniziate settimane fa, non si puo' mica lasciare la gente per sempre bloccata a bordo...devono pur scendere e andare all'aeroporto di Roma (previo tampone e quarantena se necessario) per tornare a casa loro o no?

frabelli1

Ven, 27/03/2020 - 14:56

Se sono bloccate tutte le strade di viabilità ordinaria, gli aeroporti, come può una qualsiasi nave sbarcare ancora dei passeggeri? È dalla fine di Febbraio che c’è la chiusura parziale poi totale, come possono esserci ancora persone in crociera?

Nicola48ino

Ven, 27/03/2020 - 15:38

Conte mascetti vogliamo sapere noi di che partito sei. Se sei di quello che pensiamo stendiamo su di te un velo pietoso.

Giorgio Rubiu

Ven, 27/03/2020 - 18:30

@ Nicola48ino 15:38 - Il Conte Mascetti è un "Bastian contrario" per natura e vocazione. La sua presenza in questo forum ed i suoi commenti sono sempre e solo "contro" qualcuno o qualcosa. Questo dovrebbe essere sufficiente per dirci a quale partito, movimento o corrente egli appartenga. E', da sempre, prerogativa dei partiti di sinistra di essere "contro" qualcuno e mai a favore di una propria iniziativa o idea. Frustrazione? Certo, ma dovuta a cosa? Forse la consapevolezza della loro inadeguatezza ed incapacità a governare? Può darsi!