Esplosione nel centro storico di Marino: crolla una palazzina

I soccorritori sono al lavoro in via Carissimi, nel cuore di Marino, a due passi da Roma. Estratte dalle macerie tre persone tra cui una bambina di 4 anni

Esplosione nel centro storico di Marino: crolla una palazzina

Poteva essere un disastro. Un forte boato. Poi una fiammata, polvere e macerie. Una palazzina di tre piani è crollata a Marino, centro dei Castelli Romani a pochi passi da Roma. L’edificio sarebbe esploso per una fuga di gas, a seguito della quale è scaturito poi un incendio e un crollo. Sotto le macerie sarebbero rimaste tre persone tra cui una bambina. Sono state tutte estratte vive.

Una mamma e la sua piccola di 4 anni non sono in gravi condizioni. Un'altra donna, una cittadina romena di cinquantatre anni, è stata trasportata in condizioni critiche in ospedale. Avrebbe ustioni su tutto il corpo ed è stata portata dai sanitari al Sant'Eugenio in stato di incoscienza. Fortunatamente la maggior parte degli appartamenti erano disabitati.

Dalle ore 19.56 diverse squadre dei pompieri, del 118 e dei carabinieri stanno intervenendo in via G. Carissimi 40. La causa dell’esplosione sarebbe, come detto, una fuga di gas e sul posto stanno lavorando le squadre dei vigili del fuoco, i Saf, i cinofili. I pompieri, in particolare, stanno intervenendo con l’ausilio di un’autobotte e un’autoscala. Presenti sul posto oltre varie ambulanze anche i carabinieri della compagnia territoriale. I pompieri sono intervenuti spegnendo le fiamme e recuperando le persone rimaste intrappolate nel crollo del palazzo, sepolte dai calcinacci.

I soccorritori hanno individuato le due donne e la bimba anche grazie all’aiuto dei cani. L'esplosione ha fatto volare in strada finestre, persiane ed infissi. Danneggiate alcune auto. Dallo scoppio sono state interessate le abitazioni al piano terra e al primo. In totale sarebbero sei o sette gli appartamenti interessati dallo scoppio. Un portavoce Italgas informa che i tecnici del pronto intervento dell'azienda, giunti tempestivamente sul luogo dell'accaduto, hanno riscontrato che gli impianti e i contatori, posti all'esterno dell'edificio, risultano integri. Secondo i primi accertamenti, l'evento sembra essere stato causato dal malfunzionamento dell'impianto interno o di una bombola di gpl presente in uno degli appartamenti della palazzina.

"Tre persone che si trovavano nella palazzina crollata sono state estratte dalle macerie e trasferite in ospedale", riferisce all’Adnkronos il sindaco di Marino, Carlo Colizza, presente sul posto dove si è verificata l’esplosione. "Vigili del fuoco e soccorritori stanno proseguendo le ricerche di un’altra persona che però sembra non fosse all’interno dell’abitazione. Poteva essere un disastro, la palazzina è completamente sventrata. Ci stiamo già adoperando per trovare una sistemazione futura per le 4 persone".

Il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori si sta recando a Marino sul luogo dell'esplosione del palazzo, per verificare la situazione. Il vicepresidente è in costante contatto con il presidente della Regione, Nicola Zingaretti. "Siamo vicini ai cittadini di Marino dove oggi è crollata una palazzina a causa di un'esplosione. Diverse persone sono rimaste ferite. Roma si stringe a voi". Lo scrive la sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Twitter.

Commenti