Disastro del piano rom di Raggi E i nomadi attaccano: "I soldi..."

Il Campidoglio mette in campo altri 1,7 milioni di euro per superare i campi, ma i rom attaccano la Raggi: "Il bonus affitto? Il Comune non paga, ora vogliamo la casa popolare"

Alloggi e "corsi di formazione" per i rom su igiene, pulizia, gestione del tempo e genitorialità. Per questo il Comune di Roma ha messo sul piatto ben 1,7 milioni di euro. Soldi che si vanno ad aggiungere ai 12 milioni spesi sinora per i progetti di inclusione abitativa. L’obiettivo della giunta di Virginia Raggi è trovare una sistemazione nel più breve tempo possibile ai rom che vivono negli insediamenti di Barbuta e Monachina che avrebbero dovuto chiudere i battenti entro la fine del 2020. Ma stando alle ultime dichiarazioni della sindaca la fuoriuscita degli inquilini avverrà entro fine mandato.

Il tempo stringe anche per la chiusura dell’area F della baraccopoli di Castel Romano, che si trova nella riserva naturale di Decima Malafede ed è stata sequestrata la scorsa estate nell’ambito di un’inchiesta per reati ambientali. All’interno dell’insediamento, dove vivono in totale 547 persone, sono stati firmati appena sei patti di responsabilità. In poche parole, solo venti inquilini hanno scelto di mettersi nelle mani del Comune per ottenere il bonus casa.

Il motivo? La mancanza di fiducia nei confronti del Comune. Nonostante il Campidoglio sia pronto a sborsare fino a 800 euro al mese per due anni per le spese dell’affitto, secondo gli abitanti del campo di Castel Romano, trovare un locatore che sia della partita è un'impresa praticamente impossibile. "Io ho trovato una casa da affittare – ci racconta un uomo che vive proprio all’interno dell’area F – però le agenzie e i privati non vogliono fare il contratto con il Comune, perché sanno che loro pagano sempre in ritardo".

Il caso più emblematico è quello di uno degli sfollati del Camping River che abbiamo raggiunto al telefono. "Dopo lo sgombero siamo rimasti per settimane accampati alla stazione di Prima Porta, per questo abbiamo deciso di firmare il patto di responsabilità", ci spiega al telefono la nostra fonte chiedendo di rimanere anonima. "All’inizio gli accrediti da parte del Comune erano regolari, poi dallo scorso gennaio si sono interrotti, il Comune non paga da un anno". Il rischio per il nostro interlocutore è quello di ritrovarsi presto in mezzo alla strada. "Adesso – prosegue - l’affitto non lo paghiamo più e sappiamo che prima o poi verremo sfrattati e torneremo a vivere da accampati".

Abbiamo chiesto spiegazioni allo staff della sindaca e al telefono ci hanno spiegato che "l’erogazione dei contributi è legata al rispetto dei parametri del contratto di solidarietà". Tra questi ci sono "la partecipazione ai corsi di formazione, i colloqui di lavoro e la frequenza scolastica". "È possibile – dicono dal Campidoglio – che non abbiano dato seguito a questi obblighi". La famiglia che ha denunciato il fatto però sostiene il contrario. Così negli insediamenti romani la maggior parte delle persone preferisce mettersi in lista per ottenere una casa popolare.

"Tantissimi le hanno già prese, è un nostro diritto, tutti noi abbiamo presentato la domanda", ci spiega un’anziana residente all’interno dell’accampamento. Secondo un’altra donna che si inserisce nella conversazione almeno una ventina di famiglie del campo avrebbero già in mano le chiavi degli alloggi. Il sentimento predominante tra i nomadi è la diffidenza.

Per Carlo Stasolla, presidente dell’Associazione 21 Luglio, gli ultimi bandi pubblicati dal Comune per cercare sistemazioni temporanee agli abitanti dei campi sarebbero l’ennesimo spreco di denaro pubblico. "Sono stati stanziati quasi due milioni di euro per fornire a sessanta persone un’accoglienza che va dai sei mesi ad un anno, con tanto di corsi sull’igiene e sulla cura della famiglia, non è questo – denuncia l’attivista – quello di cui ha bisogno la città". "Chi vive nei campi – va avanti Stasolla – vuole risposte concrete, e questa ci sembra soltanto una mossa in extremis per portare a casa qualche risultato prima delle elezioni".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

aldoroma

Lun, 18/01/2021 - 10:24

È tutto un disastro a Roma...

RolfSteiner

Lun, 18/01/2021 - 11:07

"vogliamo", "esigiamo", "pretendiamo"...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 18/01/2021 - 11:11

Hanno delle belle pretese i rom, pretendono soldi oltre la casa? Agli italiani niente? Fate come gl iitaliani, andate a lavorare onestamente. Ho capito...non lo fanno per no nesseretrattati male come gli italiani, quelli veri.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Lun, 18/01/2021 - 11:20

I Rom, tenuto conto delle loro caratteristiche che si perpetuano e si aggravano più passa il tempo, sono apparentemente un flagello sociale. Se poi qualcuno riesce a cambiare le proprie abitudini e ad inserirsi nella Società Italiana a pieno titolo ed in totale legalità tanto meglio. Verificati i loro comportamenti con i nostri occhi, e pagati sulla nostra pelle i loro numerosi crimini, la diffidenza ed anche a volte l'astio verso i Rom é, attualmente, forse, impossibile da eliminare?

carpa1

Lun, 18/01/2021 - 11:28

...ora vogliamo... L'ERBA VOGLIO NON CRESCE NEMMENO NEL GIARDINO DEL RE, mi hanno sempre insegnato fin da piccolo; questo aveva, come conseguenza, che quelle richieste venivano sistematicamente disattese. Ma vedo che qui viviamo altri tempi in cui le braghe non si tengono più su, si preferisce calarle.

giancristi

Lun, 18/01/2021 - 11:35

Non si capisce perché si dà una casa ai rom e la si nega agli italiani.

Enne58

Lun, 18/01/2021 - 12:11

Domandina: ma la Raggi, o suoi colleghi buonisti affitterebbero un loro appartamento a rom?

DRAGONI

Lun, 18/01/2021 - 12:13

E DOPO LA CASA POPOLARE CHE VENDERANNO/AFFITTERANNO IN NERO.......MANGIARE E BERE IN ABBONDANZA E L'IMPUMITITA' DI CONTINUARE A SVOLGERE LE LORO NOTE ATTIVITA' PER VIVERE DA UOMINI LIBERI!!

Ilsabbatico

Lun, 18/01/2021 - 12:15

Questi parlano di diritti....e così gli italiani hanno solo doveri e loro solo diritti....vergogna

Calmapiatta

Lun, 18/01/2021 - 12:35

Non ho mai compreso la necessità di un piano ROM. I ROM italiani, come tutti gli altri cittadini, se vogliono si possono mettere a lavorare, mandare i figli a scuola...insomma possono fare i cittadini. Gli stranieri possono fare come tutti gli altri, cercano lavoro, si regolarizzano e mandano i figli a scuola. Se non vogliono, le porte sono aperte.

Ritratto di Rosita2

Rosita2

Lun, 18/01/2021 - 12:42

Ancora una volta la gestione di annosi problemi come quello dei campi nomadi è uno straccio che tutti cercano di accaparrarsi per far voti ma poi non risolvono perché le emergenze che cavalcano lo scontento popolare fanno sempre comodo! Pertanto riemergono periodicamente. Cattiva gestione della cosa pubblica, malgoverno, incompetenza questo è il marciume

ziobeppe1951

Lun, 18/01/2021 - 13:52

Ma cosa ve ne fate dei soldi...avete già tutto..basta prendere quello che più vi aggrada

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 18/01/2021 - 14:20

Perché NO il Comune deve darvi anche una mancetta per vivere, una per divertirvi e una perché non avete voglia di lavorare. Volete la casa, andate a lavorare come tutti e cosi avete la possibilità di acquistarla. In questo mondo non esiste il GRATIS, signori nomadi. Gli Italiani non hanno nessun diritto di lavorare pagare le tasse, per case e mantenervi.

Malacappa

Lun, 18/01/2021 - 14:46

giancristi 11:35 risposta,perche' governa la sinistra a Ferrara dove governa la lega gli italiani sono primi su tutto. soddisfatto

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 18/01/2021 - 15:05

Vanno cacciati e basta! Magari in modo un po' rude,le gentilezze le riservo a persone più degne.

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 18/01/2021 - 15:14

Vogliamo!! Casa popolare, Suv, Carta di credito sempre coperta, reddito di nullafacenza, energia internet e cellulare gratis. Italiani razzisti.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 18/01/2021 - 15:31

@Calmapiatta - ma non hai capito che vogliono aiuti in denaro? Oltre che casa e stipendio, in più di rubare tranquillamente senza essere puniti. Non vedi in giro che succede?

titina

Lun, 18/01/2021 - 15:36

Bisogna dare un lavoro, non regalare casa.

SemprePiùBasito

Lun, 18/01/2021 - 17:18

E costoro fondano un partito? Solo nel nostro Paese dove i buonisti amano piegarsi a novanta a spese del popolo. Ma andassero a darsi alla politica da dove sono venuti.

Brutio63

Lun, 18/01/2021 - 17:58

La Raggi è un disastro lei stessa quindi è normale produca disastri!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 18/01/2021 - 18:17

800 euro al mese di affitto!!!??? Qui con 800 euro si affitta alloggi di lusso con portineria. Ma sbatteteli in campagna. Ci sono tante case e cascine abbandonate, almeno si dedicano alla pastorizia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 18/01/2021 - 18:26

Mani bucate. Toglietegli le casse a questi amministratori, come il vino agli ubriachi. Non hanno nemmeno l'idea di cosa manca nella loro città, non so, coprire le buche, dare più servizi come i mezzi pubblici, pulire bene la città. Non hanno idee, cacciateli!

Ritratto di Rosita2

Rosita2

Mar, 19/01/2021 - 11:10

In tempi preselezioni sempre si sventola lo straccio Rom e campi nomadi! Ci vuole un prefetto che butti via la immondizia capitolina