Calci, insulti e assembramenti: ecco la maxi rissa "organizzata"

Gli inquirenti sospettano che l'incontro sia stato organizzato sui social. Al momento nessun fermo e nessuna denuncia

Scene di incredibile violenza nella serata di ieri, sabato 5 dicembre, nel pieno centro di Roma, dove centinaia di ragazzini si sono incontrati per dare vita ad una maxi-rissa che ha lasciato attoniti tutti coloro che si sono ritrovati ad assistere. I social pullulano di filmati ed immagini che mostrano l'incredibile scontro (pubblicati per lo più sulla pagina Instagram di Welcome to Favelas), interrotto, secondo alcuni, soltanto dall'arrivo delle forze dell'ordine in tenuta antisommossa.

Stando a quanto riferito sino ad ora, i giovanissimi, sia ragazzi che ragazze, si erano dati appuntamento proprio per prendere parte alla lite. Dopo essersi incontrati intorno alle 17:40 sulla terrazza del Pincio, dove fra l'altro si trovava un blindato della polizia per le operazioni di pattugliamento del territorio, i ragazzi si sono spostati in piazza del Popolo. Sarebbero circa 200 gli adolescenti che hanno partecipato alla zuffa, quasi tutti senza mascherina. Nessun rispetto, naturalmente, per le norme anti-assembramento.

Secondo quanto riportato da "AdnKronos", sulla vicenda stanno ora indagando i carabinieri, intenzionati a ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto. I militari vogliono capire se la rissa sia esplosa in maniera casuale, o se invece nei giorni precedenti ci siano stati scambi di messaggi tramite i vari social network. Al momento si sa solo che due giovani che hanno partecipato alla rissa avevano avuto già dei dissapori in passato, e da loro sarebbero partiti gli insulti e le minacce, una volta arrivati nel piazzale. Le grida, le intimidazioni e poi lo scontro fisico vero e proprio sono stati immortalati dagli immancabili telefoni cellulari degli altri numerosi adolescenti che si trovavano insieme a loro. Dopo i calci ed i pugni fra i due, la situazione è poi letteralmente degenerata.

Al momento non si conoscono le ragioni alla base della rissa."I ragazzi sono arrivati da diversi quartieri della città, ma non è ancora chiaro il motivo", hanno infatti dichiarato i carabinieri, come riportato da "Il Secolo d'Italia". "Giornalettismo.com" ha riportato la più accreditata, sino ad ora, delle versioni, secondo la quale tutto sarebbe stato organizzato da due ragazze, tali Jasmine e Vittoria. Tutto, in ogni caso, è ancora da verificare. Sui social alcuni hanno anche parlato di morti, ma questa notizia è stata subito smentita ed etichettata come bufala. All'arrivo dei militari, accorsi dopo le moltissime segnalazioni dei cittadini, i giovanissimi si sono dispersi, anche se alcune fonti spiegano che lo scontro sarebbe proseguito alla stazione Flaminio della metro A. Le autorità non hanno ancora fermato nessuno, dunque non ci sarebbero state denunce. La situazione è tornata poi alla normalità, e non ci sarebbe stato nessun ferito.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 06/12/2020 - 11:41

Sono fermamente convinto che tra le cause di questa mega rissa ci sia il permissivismo di una certa sig.ra Raggi,nonché della Lamorgese,nei confronti di bande criminali locali,ben note,come la loro etnia,film come Gomorra o Suburra e,ovviamente i genitori,che certamente troveranno il modo di difendere i loro pargoli.

QuasarX

Dom, 06/12/2020 - 12:02

questo e' solo l'inizio

munsal54

Dom, 06/12/2020 - 13:18

Questi (insieme alle risorsr boldriniane) dovrebbero essere il futuro italiano ? Gioventu' viziata , immatura e senza regole in un paese dove la famiglia come centro della società è stata mortificata ed azzerata. Tutto ciò non è colpa di questi giovinastri ma dall'assenza dello stato e della famiglia che hanno abdigato ai loro doveri.

Ritratto di Adespota

Adespota

Dom, 06/12/2020 - 13:32

Titolo rivedibile...meglio "calci, insulti e assembradementi".

Divoll

Dom, 06/12/2020 - 15:32

Tutto questo non esisteva in Italia prima dell'arrivo di immigrati dall'America Latina, dove non ci sono guerre e dunque nessuna ragione per concedere permessi di soggiorno. Ma, ovviamente, brasilizzare tutta l'Europa e' lo scopo della UE e dei poteri globalisti (a giudicare da come ci costringono ad accogliere tutti e chiunque).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 06/12/2020 - 15:52

Saranno amici degli amici.

d'annunzianof

Dom, 06/12/2020 - 16:43

Le risse di spacciatori clandestini che gonfiano di botte i vecchietti Italiani invece fanno parte del folklore delle leggende metropolitane