Roma, aggressione choc di 50 ultras. Il carabiniere estrae la pistola

La violenza a Roma dopo la partita tra Lazio e Eintracht. Il militare colpito alla testa: è stato ferito

Roma, aggressione choc di 50 ultras. Il carabiniere estrae la pistola

Il video choc sta facendo letteralmente il giro dei social network. E forse solo il grande sangue freddo del carabiniere coinvolto ha evitato che ieri sera accadesse più o meno quanto successo decine di anni fa a Genova. La pistola puntata contro aggressori incappucciati, il militare costretto a indietrggiare, il carabiniere colpito in testa dal lancio di un oggetto (forse una bottiglia) e gli insulti indegni contro la divisa.

Scene di ordinaria follia. Ma è quanto successo giovedì sera a Roma, in occasione della partita di Europa League tra Lazio e Eintracht Francoforte. Siamo a Trastevere. Ore 23.30 circa. Un gruppo di incappucciati sta seminando il panico nel rione. È una vera e propria caccia al tedesco per le strade della Città eterna. Sono in cinquanta, molti giovani, forse tifosi di calcio.

Il video (guarda qui) mostra i momenti concitati dell'aggressione al carabiniere. Il militare, che era intervenuto per evitare un pestaggio ai danni di due tifosi tedeschi, ha provato a fermare i 50 tifosi scatenati e incappucciati. Ma questi lo hanno rerspinto, armati di spranghe e altri oggetti. Nel filmato si vede il militare indietreggiare con la pistola di servizio puntata contro gli aggressori. Gli ultras gli lanciano qualcosa contro e lo colpiscono alla testa. Poi lo riempono di insulti. Il militare cerca di raggiungere l'auto di servizio mentre gli ultras avanzano minacciosi. Gli tirano addosso anche un cassonetto dell'immondizia incendiato. "Vattene aff... - urlano i tifosi - brutto infame. Pezzo di m...". Alla fine il tutore dell'ordine è costretto a scappare.

"Il militare è stato costretto ad estrarre l'arma d' ordinanza per contrastare l'offesa inaccettabile e sproporzionata! - scrive su Facebook il sottosegretario Massimo Bitonci - Spero che questi delinquenti e vigliacchi vengano rintracciati al più presto, perché non è ammissibile che l'autorità debba essere oltraggiata, oltretutto con tale disprezzo e violenza! #giulemanidalleforzedellordine. Chi non rispetta le istituzioni non rispetta lo Stato! Solidarietà per il Carabiniere!".

Commenti