Il consigliere 5S che "ripulisce" Roma... solo con Photoshop: "Lavori fatti bene"

Il web non ha perso occasione per ironizzare sulla foto che Paolo Ferrara, consigliere grillino, ha twittato

Il consigliere 5S che "ripulisce" Roma... solo con Photoshop: "Lavori fatti bene"

Ancora un tweet degno di nota quello dei consigliere grillino Paolo Ferrara che, dopo aver paragonato alla Cappella Sistina i lavori di pubblica amministrazione fatti dalla sindaca Raggi in giro per Roma, ha pensato bene di darsi al photoshop. E così, su Twitter è comparsa in bella mostra la foto di un tombino praticamente perfetto grazie alle magie del computer. Peccato però che l’immagine non sia sfuggita ai navigatori del web che non hanno certo perso tempo e hanno ridicolizzato il tutto con vari e pungenti commenti. Tanto da portare il consigliere dei 5Stelle a rimuovere il tweet. Ma era ormai troppo tardi, in molti infatti hanno ritwittato rendendo eterno quello scempio.

Il consigliere e il tombino pitturato (male)

Come riportato da Repubblica, Ferrara si sarebbe però giustificato asserendo: "La foto non l'ho modificata io, l'ho trovata. Volevo solo essere ironico ma sono stato frainteso". Tutto aveva avuto inizio con la segnalazione di un tombino completamente otturato in zona Boccea a Roma, la cui foto era stata prontamente pubblicata dall’account Battaglia persa: "Dalla regia mi segnalano lavori fatti bene in zona Boccea che speriamo a breve l'eroe Paolo Ferrara ci farà condividere in massa a testa alta e pancia a terra. Se Roma si allaga è colpa dei cambiamenti climatici (cit. Virginia Raggi)".

E quale migliore risposta se non un tocco artistico che avrebbe potuto riportare alla bellezza originaria il tombino? E così, dopo poco tempo ecco apparire un’altra foto, ovvero lo stesso tombino messo a nuovo. Praticamente un prima e dopo. E non è neanche mancata la frase sarcastica del consigliere che, tronfio ha twittato: "Dovete aspettare la fine dei lavori, non siamo mica ai tempi di Alemanno o Marino".

Si scatena l'ironia

Ma gli utenti con occhio lungo si sono subito accorti che qualcosa non andava. E così, ingrandendola hanno dimostrato che non era veritiera. Renzo ha chiesto con una punta di ironia: “Dici davvero? La fine dei lavori o la fine de Photoshop?". Si vede benissimo zoomando che le fessure dove dovrebbe passare l’acqua sono invece strisce nere pitturate anche male. Un altro ha tenuto a precisare: “Ma neanche Photoshop, ha usato direttamente Paint". Io, che non sono brava a usare queste cose, avrei forse fatto meglio del consigliere grillino. E così, in brevissimo tempo la foto indagata ha iniziato a fare il giro del web, ritoccata in mille modi diversi. Una versione anche fiorita. Un’altra con soldi che fuoriescono dal tombino, perfino il cielo e le casette. E chi più ne ha più ne metta. Uno dei più cattivi avrebbe anche fatto notare che nella foto pubblicata da Ferrara, una cicca di sigaretta è stata pitturata a metà. Uno dei commenti: "Propaganda 5 stelle da brividi, ma Photoshop bisogna saperlo usare, bisogna stare attenti ai dettagli". E ancora, la domanda ironica: “Per favore si possono rifare anche le strisce pedonali". Certo, basterà solo imparare a usare meglio i programmi adatti allo scopo.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

Commenti