Roma, scontri con la polizia: ferito Fassina. E il Pd attacca il Viminale

Stefano Fassina è rimasto coinvolto negli scontri davanti la sede di Metropolitana di Roma. La sinistra chiede chiarimenti al Viminale. La Lamorgese chiama Gabrielli

Roma, scontri con la polizia: ferito Fassina. E il Pd attacca il Viminale

Momenti di tensione a Roma davanti alla sede di Roma Metropolitana. Ci sono stati alcuni scontri tra alcuni lavoratori della società che manifestavano con un sit-in e la polizia. Durante gli scontri è rimasto ferito Stefano Fassina, parlamentare di Leu che si trovava davanti la sede di Metropolitana di Roma insieme a chi protestava. Fassina sarebbe rimasto schiacciato su una porta e poi sarebbe caduto. uando sono arrivate le ambulanze in via Tuscolana, Fassina è stato soccorso dal personale del 118, gli è stato applicato un collarino ortopedico ed è stato trasportato all'ospedale San Giovanni.

Contusioni anche per altri sindacalisti coinvolti negli scontri, tra questi Alberto Civica della Uil e Natale Di Cola della Cgil. E dopo il trasporto in ospedale di Fassina, si è scatenata la polemica politica con la sinistra che punta il dito contro polizia e Viminale: "Gravissimo quanto accaduto oggi a Roma Metropolitane. Ancor più grave e inspiegabile l’atteggiamento delle forze dell’ordine contro pacifici manifestanti, tra cui un parlamentare della Repubblica, Stefano Fassina, costretto a ricorrere a cure mediche", ha affermato il capogruppo di Leu alla Camera, Federico Fornaro. E ancora: "Presenteremo - annuncia - una interrogazione per sapere chi ha autorizzato di forzare con violenza la pacifica protesta dei lavoratori e dei sindacati e quali provvedimenti si intendono assumere contro i responsabili". Orfini invece chiede direttamente l'intervento della titolare degli Interni: "La ministra Lamorgese chiarisca immediatamente questa vergogna e prenda provvedimenti verso i responsabili. Solidarietà a Stefano Fassina e agli altri feriti". Duro anche l'attacco di Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu: "Qualcuno nelle prossime ore dal Viminale dovrà spiegare a tutti noi, al Parlamento e all’opinione pubblica perchè nel 2019 lavoratori che difendono il proprio posto di lavoro siano picchiati dalle forze dell’ordine, che rappresentanti sindacali e parlamentari vengano feriti, come si vede chiaramente dai video e dalle foto degli organi di informazione". Insomma la Lamorgese ora deve fare i conti con gli attacchi dei suoi stessi alleati di governo. Il ministro di fatto ha chiesto subito chiarimenti al capo della polizia Gabrielli per quanto accaduto. E dalla Questura di Roma fanno sapere che "non c’è stata alcuna carica da parte della polizia nei confronti dei manifestanti. I poliziotti - dicono le stesse fonti - sono intervenuti senza che avessero caschi e manganelli. I momenti di tensione, spiegano, si sono verificati quando un collaboratore dell’assessore capitolino alle Partecipate ha cercato di entrare nel palazzo che ospita la sede di Roma Metropolitane e ha trovato i lavoratori che presidiavano l’ingresso. A quel punto il cordone degli agenti ha allargato lo spazio intorno alla persona che doveva entrare per permetterle di passare e nella calca Fassina è rimasto travolto".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti